James Bond è assegnato ad un'indagine, apparentemente di normale amministrazione: suo compito è sgominare un contrabbando di diamanti agendo sotto l'identità di Peter Franks, uno dei corrieri dell'organizzazione criminale catturato dai servizi segreti, che deve effettuare una consegna al "contatto" di Amsterdam, l'affascinante Tiffany Chase. Bond non tarda a conquistare la simpatia della ragazza e, dopo averla convinta che è vittima di un ingranaggio spietato che non esiterebbe a sacrificarla, segue con lei le tracce dei trafficanti fino negli Stati Uniti, nel casino di Las Vegas del miliardario Willard Whyte. Blofeld, che Bond credeva di aver ucciso, è, in realtà, ancora vivo ed ha sequestrato Whyte, impadronendosi del suo impero finanziario. Dagli inaccessibili uffici del miliardario, Blofeld, con la complicità di uno scienziato, controlla una base segreta di ricerche spaziali, e guida indisturbato il contrabbando delle pietre preziose con l'obiettivo di attivare un satellite armato di parabola al diamante per colpire gli armamenti nucleari delle grandi nazioni con la potenza di un raggio laser disintegratore.(MyMovies)

Qui troviamo ancora l'ironia dei primi Bond.