Trama:
GENEROSE MANCIATE DI SPEZIE PER LENIRE LA NOSTALGIA DI CASA; CALDO YOGURT PICCANTE IN CUI DISSOLVERE LA VERGOGNA PER UN ERRORE INCONFESSABILE; FRITTELLE CROCCANTI CONTRO L'INCERTEZZA DEL PRESENTE: È IN CUCINA CHE SARNA ESERCITA LA SUA MAGIA. INCANTATRICE DI AROMI, SA COME ANNEGARE I BRUTTI RICORDI IN FRAGRANZE INEBRIANTI, E TROVARE NUOVE RICETTE PER REINVENTARSI IL PASSATO. SI RIBELLA COSÌ ALLE PAROLE DI SUA MADRE, CHE L'AVEVA AMMONITA: "RICORDATI, SOLO DUE COSE NON SI POSSONO NASCONDERE: ISHQZ MUSHQ, L'AMORE E IL PROFUMO". PERCHÉ SARNA SA CHE, SE USATO CON ASTUZIA, IL PROFUMO PUÒ MASCHERARE VECCHI FANTASMI D'AMORE. QUANDO È PARTITA DALL'INDIA HA PORTATO CON SÉ OGNI GENERE DI UTENSILE, OLTRE A TRE CASSE DI MANGHI (LA SUA PASSIONE PROIBITA) E A UNA SCORTA QUASI INESAURIBILE DI CORIANDOLO, CANNELLA E SPEZIE DI OGNI TIPO, INCORRENDO NELLE LAMENTELE DI KARAM, IL SUO NEOSPOSO, PER QUEL BAGAGLIO COSTOSO E INGOMBRANTE. MA KARAM ERA IGNARO DEL FARDELLO CHE SARNA SI PORTAVA DENTRO: UN CARICO DI RICORDI BEN PIÙ PESANTE E SGRADITO, PER UN AMORE SBAGLIATO CHE AVEVA RISCHIATO DI DISONORARE PER SEMPRE LEI E LA SUA FAMIGLIA. KARAM, DEL RESTO, NON È SENZA MACCHIA. ANCHE LUI HA QUALCOSA DA NASCONDERE, UN EPISODIO UMILIANTE CHE È RIMASTO SEPOLTO NEL CAOS E NELLA VIOLENZA DELLA SEPARAZIONE TRA INDIA E PAKISTAN: LO SFONDO, NON ESATTAMENTE ROMANTICO, CHE HA INCORNICIATO IL SUO INCONTRO CON SARNA. DIVISI DAI SEGRETI, UNITI DAL DESIDERIO DI FUGA, I DUE HANNO LASCIATO L'INDIA PER RIPARTIRE DA ZERO.

Non male, ma mi aspettavo di più... la presentazione lascia immaginare grandi magie operate attraverso le spezie, ma in realtà queste sono un elemento importante, ma di contorno: il libro racconta, in modo anche troppo dettagliato, la storia di questa famiglia indiana che dall'Africa orientale si trasferisce a Londra per cercare di garantire una vita migliore ai figli e per lasciarsi alle spalle il passato. Quest'ultimo, però, si trasferisce con loro, annidato fra le spezie con cui Sarna, la madre, cucina e comunica, nascosto sotto il turbante inamidato del padre, invadente come una sorella, Nina, che minaccia di rivelare verità scomode e pesanti... una storia di incomprensioni, mancanza di comunicazione, di fiducia...
Potrei azzardarmi a dire che questo libro porta all'estremo ciò che succede pressocché in ogni famiglia: segreti inconfessati (piccoli o grandi che siano) che finiscono per allontanare e, talvolta, distruggere.
Ripeto... non è male, ma mi aspettavo qualcosa in più...