Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

 Gioventù senza Dio

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Von Horváth, Ödön - Gioventù senza Dio

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2656
    Thanks Thanks Given 
    267
    Thanks Thanks Received 
    172
    Thanked in
    108 Posts

    Predefinito Von Horváth, Ödön - Gioventù senza Dio

    Durante la Germania degli anni trenta, un professore viene messo al bando dai suoi studenti, perché afferma che i negri sono degli esseri umani. Nonostante ciò mantiene il ruolo d’insegnante fin quando durante un campeggio militare uno dei suoi alunni, N, viene assassinato, tutto questo perché Z lo ritiene il lettore del suo diario segreto. Tutti gli indizi sembrano accusare proprio il ragazzo, ma la strabiliante confessione del maestro capovolgerà la situazione. L'apparizione di uno sconosciuto nel gruppo che metterà a nudo i segreti di tutti, anche quelli di N.Questo Sconosciuto era ......beh...ho già detto troppo.
    Una bellissima storia e ciò che più mi piace e forse anche la più toccante di tutte.
    Il gruppo di studenti devono attraversare un borgo per arrivare al campeggio, sembra disabitato ed invece i suoi abitanti sono tutti in casa;i bambini li osservano con disprezzo mentre dipingono i visi di bambole con la quale mai giocheranno, mentre la denutrizione li porta via poco per volta.

    Ödön von Horváth, vero nome Edmund Josef (Fiume, 9 dicembre 1901 – Parigi, 1 giugno 1938), è stato un drammaturgo e scrittore austriaco.
    Ultima modifica di elisa; 11-02-2015 alle 08:15 PM.

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2014
    Località
    Cerro Maggiore
    Messaggi
    187
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    5
    Thanked in
    4 Posts

    Predefinito Solo l’assolutezza della coscienza è l’opposto assoluto nei riguardi della tirannide.

    Questo breve romanzo offre una splendida esemplificazione di come il nazismo fosse riuscito a plasmare ogni aspetto della vita pratica dei comuni cittadini nella Germania degli anni ‘30. Ciò che Hannah Arendt ha trattato a livello filosofico e sociologico, l’autore lo tratta a livello estremamente concreto.
    La gioventù senza dio (ma anche le altre fasce della popolazione), è quella che ha abdicato alla sua coscienza critica e si è appiattita sulle posizioni dominanti che all’epoca venivano divulgate, o meglio dire “impartite” sfruttando tutti i canali possibili: radio, scuola, riunioni di lavoro, di partito, ecc.
    E’ sufficiente però che uno solo di questi cittadini, un giovane insegnante di liceo, abbia il coraggio di sottrarsi pubblicamente ai dettami del pensiero unico, un insegnante per di più che da tempo ha abbandonato dio, perché si inneschi un circolo virtuoso. Perché una volta provata la bellezza di aver vissuto secondo i propri ideali più profondi, è sufficiente a non consentire più di poter tornare indietro, non ci si riesce. La paura, la solitudine, le condanne e l’emarginazione sociale nulla possono più giacché un uomo che agisce secondo coscienza è un uomo libero. E questo, pure contro ogni probabilità, non può sfuggire neanche allo sguardo di un osservatore libero, che quindi ne viene conquistato a sua volta.
    “Solo l’assolutezza della coscienza è l’opposto assoluto nei riguardi della tirannide. Solo il riconoscimento della sua inviolabilità protegge l’uomo nei confronti dell’uomo e nei confronti di se stesso; solo la sua signoria garantisce la libertà." scriveva l'allora cardinale Ratzinger, e questa semplice ma intensa storia lo rende evidente a qualunque cuore semplice.

Discussioni simili

  1. Germi, Pietro - Gioventù perduta
    Da elisa nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 05-07-2015, 07:27 AM
  2. Giordana, Marco Tullio - La meglio gioventù
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 09-19-2012, 01:26 PM
  3. Risposte: 52
    Ultimo messaggio: 02-15-2010, 06:04 PM
  4. Ray, Nicholas - Gioventù bruciata
    Da kikko nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 03-16-2009, 02:59 PM
  5. Conrad, Joseph - Gioventù
    Da joetiziano nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-03-2008, 07:43 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •