Da Wikipedia:
Una stella di Broadway, Margaret Odell, viene trovata strangolata nel suo appartamento un martedì mattina. La cameriera al servizio della Odell, una volta rinvenuto il cadavere, si mette subito in contatto con la polizia. Dopo un breve sopralluogo, il Procuratore Distrettuale Markham decide di coinvolgere il suo amico Philo Vance, con il quale aveva avuto una discussione due sere prima sulle contraddizioni giuridiche rispetto ai meri fatti.

Non ho riportato la trama per intero perché se no c'è troppo spoiler! Comunque è la seconda indagine della serie di Philo Vance, con protagonista questo investigatore dilettante che riesce a venire a capo di casi intricati e non facilmente risolvibili mediante la psicologia, l'osservazione acuta e l'estetica.
A differenza del primo caso, "la strana morte del Signor Benson", questo è più statico, ma ha un bel coup de téatre finale... a dispetto della poca dinamicità, i romanzi di Van Dine risultano avvincenti soprattutto sul piano psicologico, mentale. Molto, molto bello anche questo secondo libro!