Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

 Frammenti dal diario di un uomo solitario

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Hawthorne, Nathaniel - Frammenti dal diario di un uomo solitario

  1. #1
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14752
    Thanks Thanks Given 
    1236
    Thanks Thanks Received 
    1004
    Thanked in
    703 Posts

    Predefinito Hawthorne, Nathaniel - Frammenti dal diario di un uomo solitario

    Protagonista di questi racconti, Oberon è un artista mediocre e solitario e in definitiva alter ego dell'autore, al punto che proprio con questo nome Hawthorne firmava in gioventù le lettere inviate al suo miglior amico. Nel primo testo, "Il diavolo nel manoscritto" (1835), Oberon è posseduto dal demone dell'arte, ma è respinto dagli editori, e questo gli procura vergogna e angoscia. Il tentativo di distruggere per sempre queste storie, frutto della fatica di notti insonni, porterà invece ben altra distruzione. "Frammenti dal diario di un uomo solitario" (1837) fornisce due anni più tardi l'occasione di ascoltare invece la voce stessa di Oberon, uomo e artista solitario, che ci racconta la follia dell'arte e della vita e lo sgomento di un impossibile ritorno a casa. (da IBS)

    L'ho letto nella versione Racconti d'autore de Il sole 24 ore, conoscevo già questo autore attraverso altri racconti (La figlia di Rappaccini, L'olocausto della Terra e L'esperimento del dottor Heidegger) e l'ho preso in adozione da un utente a cui era uscito per il gioco/sfida Adotta un autore ma non l'aveva ancora iniziato.

    Essendo autobiografico non può essere giudicato (almeno io la penso così) quindi mi limiterò a dire che ho apprezzato maggiormente il secondo testo, più intenso e interessante.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


Discussioni simili

  1. Hawthorne, Nathaniel - La lettera scarlatta
    Da Dorylis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 09-25-2017, 03:33 PM
  2. Hawthorne, Nathaniel - La casa dai sette abbaini
    Da bouvard nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 06-01-2015, 10:41 AM
  3. Hawthorne, Nathaniel - La figlia di Rappaccini
    Da Minerva6 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-25-2014, 08:32 PM
  4. Hawthorne, Nathaniel - L'olocausto della terra
    Da Minerva6 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-25-2014, 08:18 PM
  5. 69° Minigruppo - La lettera scarlatta di Nathaniel Hawthorne
    Da Minerva6 nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 04-29-2013, 05:26 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •