Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Mai avere paura (Vita di un legionario mai pentito)

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Pagliaro, Danilo - Mai avere paura (Vita di un legionario mai pentito)

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2010
    Località
    fa lo stesso
    Messaggi
    581
    Thanks Thanks Given 
    4
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito Pagliaro, Danilo - Mai avere paura (Vita di un legionario mai pentito)

    Oscillando tra l’autobiografia e il saggio, Danilo Pagliaro racconta la sua vita dedicata al dovere verso lo Stato e la Patria: prima fa la naja in Marina; poi prova in Polizia ma viene scartato causa vene varicose (ovvero: non aveva la raccomandazione); grazie ad una raccomandazione però, può entrare in Guardia di Finanza, ma la rifiuta; perciò finisce per fare l’agente di enciclopedie e libri.
    Dopo anni di frustrazioni e di conseguente malessere, decide di cambiare vita e andare nella Legione Straniera, dove invece non gli trovano alcuna vena varicosa e lo prendono.
    Purtroppo, causa motivi personali, il malessere tocca il fondo, ma grazie alla Legione, rinasce.
    Rinasce perché la Legione Straniera non è quell'accozzaglia di canaglie di cui si favoleggia, ma una specie di ordine monacale estremo che ti purifica completamente, ovviamente per renderti un soldato e mandarti in guerra a uccidere o morire, non per pregare.
    Ne consegue una preparazione brutale, ma non una brutalità fine a se stessa, bensì finalizzata alla selezione e alla tempra di coloro da mandare in battaglia.
    Ma la vita del legionario non è solo brutalità, anzi: è soprattutto pulizia, ordine (deve aver imparato a stirare la divisa alla perfezione!), disciplina, rispetto, onore, sacrificio, soddisfazioni, commozioni, pianti di gioia e di dolore che lo accompagnano nell’ex-Jugoslavia, in Nigeria, nel Pacifico, in Sud America, tra guerre, azioni speciali, addestramenti.

    Dall'esperienza personale nascono una serie di riflessioni e confronti, per esempio tra gli aspiranti legionari di un tempo, che aspiravano appunto a scomparire dal mondo, e quelli di adesso che aspirano a farsi un selfie e mandarlo su Facebook; tra quelli che scappavano dalla moglie e quelli che non vedono l’ora di sposarsi in divisa (magari all'estero!); tra quelli che scappavano da tutto e quelli che cercano un albergo carino per quando mi verrà a trovare la mamma.
    Ma il confronto è anche con altri eserciti (in particolare quello italiano), fatti di raccomandati, che vogliono uno stipendio garantito, tanti diritti e poi ingrassare alla mensa: ma come fanno a marciare? A fare i percorsi di guerra? Ad andarci in guerra! Ma che militari sono? Sono dei mangiapane!
    Oppure la discussione intorno ai disertori: un tempo venivano fucilati, oggi invece coccolati dall'opinione pubblica. Non importa che fossero volontari e consci di cosa facevano arruolandosi, l’importante è il vittimismo a tutti i costi.
    Tra le tante discussioni c’è poi quella relativa all'islamizzazione della nostra società e della Legione Straniera stessa. Un tempo nella Legione Straniera vigeva l’uguaglianza basata sul fatto che nessuno aveva il benché minimo diritto. A un certo punto, tutto d’un tratto, sono sorti i diritti dei musulmani (niente maiale, ramadan, diritto a non combattere contro altri musulmani…), alla faccia dei diritti altrui che nessuno, mai, si era sognato di chiedere. Questo per lui è un cruccio terribile, perché se non ha l’appoggio in patria, difficilmente potrà vincere le guerre all’estero, e allora, che ci stanno a fare lui e la Legione? E non è una domanda retorica, visto che prima o poi in guerra ci si va, e siccome la guerra non sono le olimpiadi, l’importante è vincerle, non partecipare (almeno per i militari impegnati in missione).

    Questo libro piacerà di sicuro a tutti coloro che sono curiosi di conoscere un modo diverso di vivere dentro alla nostra società, e di ascoltare un'opinione diversa.
    Piacerà anche agli amanti dell'antropologia, perchè racconta la vita di un gruppo di uomini che sembrano una strana tribù multietnica, dentro alla nostra stessa società.
    Piacerà anche a chi aveva apprezzato Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta (che però era una pizza di libro), perchè c'è una ricerca di se stesso in bilico sul filo della follia, ricerca che culmina grazie a una disciplina: in un caso la Legione, in un altro l'uso della chiave dinamometrica.

    Personalmente sono lontano mille miglia da Danilo Pagliaro e dal suo mondo, ma riconosco e apprezzo molto la sua coerenza in un mondo di quaquaraquà relativisti da forum.
    Visto che ho dato il 4 ad alcune opere di Dostoevskij, faccio fatica a dare il 4 anche a questo libro, però un 3 equivalente ad Accettabile, non sarebbe giusto, perciò gli do 4.
    Non è tra i miei 3 libri favoriti, ma tra i 50 e comunque tra gli indimenticabili, sì.
    Ultima modifica di Carcarlo; 01-31-2016 alle 04:28 PM.

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Napoleoni, Loretta - I numeri del terrore, perchè non dobbiamo avere paura -
    Da Zingaro di Macondo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-11-2015, 01:24 PM
  2. Kershener, Irvin - 007 Mai dire mai
    Da Meri nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-17-2012, 06:03 PM
  3. Nixey, Troy - Non avere paura del buio
    Da LowleafClod nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 08-22-2012, 12:58 AM
  4. Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 11-15-2010, 09:22 PM
  5. Come mai?
    Da Fabio nel forum Tutti i giochi
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 01-28-2010, 05:38 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •