Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

 Quo vado?

Mostra risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Nunziante, Gennaro - Quo vado?

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10845
    Thanks Thanks Given 
    763
    Thanks Thanks Received 
    712
    Thanked in
    500 Posts

    Predefinito Nunziante, Gennaro - Quo vado?

    Checco (Zalone, ovviamente) è il prototipo del quasi quarantenne italiano di oggi, così come lo descrivono: vive con i genitori, eternamente fidanzato con una donna che non vuole sposare, e il "posto fisso" nell'ufficio provinciale caccia e pesca, in cui svolge un lavoro superimpegnativo
    Quando però entra in vigore la riforma (ossia il taglio) delle province, Checco viene convocato da una terribile dirigente (interpretata da una bravissima Sonia Bergamasco) e viene messo di fronte ad una scelta: lasciare il posto fisso con una buona sommetta di liquidazione o essere messo in mobilità e trasferito lontano da casa. Ma per Checco il posto fisso è sacro, perciò sceglie senza dubitare la seconda opzione. Lo vedremo così girare per i posti più impensati e spostarsi dai paesini più sperduti della Sardegna o della Calabria a Lampedusa, fino al Polo Nord ...

    E' destino che i film di Checco Zalone li debba inserire io nella Cineteca Devo dire che non si è dimostrato inferiore alle aspettative, credo che il suo successo sia meritato. Parecchi stereotipi sull'impiego pubblico, sul posto fisso, sulle differenze tra l'Italia e i Paesi del Nord Europa etc. etc., ma ben riusciti e raccontati in modo intelligente, oltre che divertente, a tratti esilarante. Il suo personaggio è sempre un ignorantone, in questo caso egoista, opportunista, il tipo da cui nella realtà tutti fuggiremmo, eppure non si può fare a meno di volergli bene

  2. #2
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    7005
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    143
    Thanked in
    109 Posts

    Predefinito

    Film piacevole per trascorrere una bella serata. A tratti anche molto divertente.
    Non capisco perchè sia stato osannato tanto, considerato che l'idea non è proprio originale... ma buon per lui

  3. #3
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14448
    Thanks Thanks Given 
    1068
    Thanks Thanks Received 
    866
    Thanked in
    600 Posts

    Predefinito

    I film di Checco in effetti sono (quasi sempre) tutti uguali, però a me non dispiacciono, lui mi fa sempre ridere e, come ha detto ale, non si riesce a non volergli bene .
    Rappresenta l'opposto del politically correct ma è capace lo stesso di far riflettere sulla realtà politica, sociale ed economica dell'Italia e, soprattutto in questo caso, della nostra Prima Repubblica.

    https://youtu.be/dMdjdoooqeo

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    piemonte
    Messaggi
    2790
    Thanks Thanks Given 
    346
    Thanks Thanks Received 
    276
    Thanked in
    160 Posts

    Predefinito

    Non mi è dispiaciuto, mi fa ridere e questo mi basta ,anche se è come vedere sempre le stesse cose.

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2423
    Thanks Thanks Given 
    92
    Thanks Thanks Received 
    130
    Thanked in
    98 Posts

    Predefinito

    Anche a me ha fatto divertire parecchio. E non credo si debba chiedere di più ad un film di questo genere.

  6. #6
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    19560
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    314
    Thanks Thanks Received 
    936
    Thanked in
    600 Posts

    Predefinito

    Checco è un ragazzo che ha realizzato tutti i sogni della sua vita. Voleva vivere con i suoi genitori evitando così una costosa indipendenza e c'è riuscito, voleva essere eternamente fidanzato senza mai affrontare le responsabilità di un matrimonio con relativi figli e ce l'ha fatta, ma soprattutto, sognava da sempre un lavoro sicuro ed è riuscito a ottenere il massimo: un posto fisso nell'ufficio provinciale caccia e pesca. Con questa meravigliosa leggerezza Checco affronta una vita che fa invidia a tutti. Un giorno, però, tutto cambia. Il governo vara la riforma della pubblica amministrazione che decreta il taglio delle province. Convocato al ministero dalla spietata dirigente Sironi, Checco è messo di fronte a una scelta difficile: lasciare il posto fisso o essere trasferito lontano da casa. Per Checco il posto fisso è sacro e pur di mantenerlo accetta il trasferimento. Per metterlo nelle condizioni di dimettersi, la dottoressa Sironi lo fa girovagare in diverse località italiane a ricoprire i ruoli più improbabili e pericolosi, ma Checco resiste eroicamente a tutto. La Sironi esausta rincara la dose e lo trasferisce al Polo Nord, in una base scientifica italiana col compito di difendere i ricercatori dall'attacco degli orsi polari. Proprio quando è sul punto di abbandonare il suo amato posto fisso, Checco conosce Valeria, una ricercatrice che studia gli animali in via d'estinzione e s’innamora perdutamente di lei.

    A me Checco Zalone sta simpatico per cui qualsiasi cosa faccia anche se un po' greve e assurda come questo film ci trovo la sua faccia simpatica, qualche battuta divertente, qualche spunto interessante, in mezzo alla mediocrità del tutto, che la sua ora e mezza la tira via senza infamia e senza lode

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Nunziante, Gennaro - Sole a catinelle
    Da alessandra nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 02-01-2018, 03:56 PM
  2. Sienkiewicz, Henryk - Quo vadis
    Da MadLuke nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 03-10-2014, 07:04 PM
  3. Nunziante, Gennaro - Che bella giornata
    Da alessandra nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 09-11-2012, 11:04 PM
  4. Nunziante, Gennaro - Cado dalle nubi
    Da alessandra nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 07-18-2012, 04:26 PM
  5. Me ne vado!
    Da zaratia nel forum Amici
    Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 03-20-2008, 04:40 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •