Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 29

Discussione: 3° Diario di lettura: La bibbia

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1798
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    288
    Thanked in
    173 Posts

    Predefinito 3° Diario di lettura: La bibbia

    Cari forumlibrosi ho deciso di intraprendere la lettura della Bibbia, dato che non sono riuscito a trovare dei temerari per fare un minigruppo, ho comunque pensato di rendervi partecipi della cosa mediante un diario di lettura.

    Premetto un paio di cose:
    La prima visto che la mole del testo è imponente e che i contenuti sono parecchio pesanti, non intendo fare una delle mie solite tirate, la lettura sarà quindi molto lunga (assillandovi per parecchi mesi ).
    La seconda premessa è di natura religiosa: non sono una persona molto avvezza alla religione, non posso affermare di essere ateo al 100%, ma ci vado molto vicino, con questo diario voglio esaminare la Bibbia come testo di letteratura e non con strani fini di natura teologica, non voglio fare la parte del prete del forum.
    Una cosa che sinceramente vorrei evitare, è quella di far polemiche in merito a determinati passaggi contenuti nel testo che sono in palese contrasto con delle verità scientifiche, mi limiterò quindi a riportare ciò che è scritto e stop.

    Stasera parto con la Genesi, il primo passo di un lunghissimo cammino, spero di riuscire a portare a compimento questa mia "impresa letteraria", ci avevo già provato una volta, ma i risultato non erano stati il massimo

  2. #2
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    2876
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    483
    Thanks Thanks Received 
    609
    Thanked in
    302 Posts

    Predefinito

    Gran bella iniziativa Tan!

    Spero di riuscire a sleggiuchiare qui e là qualcosa con te

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1798
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    288
    Thanked in
    173 Posts

    Predefinito

    Come prima cosa mi sono sorbito un gran pistolozzo introduttivo relativo alla traduzione del libro, sul tipo di note inserito nel testo, da chi è riconosciuta, quale versione è usata prevalentemente per le funzioni liturgiche, insomma un introduzione da panico.

    Dopo aver girato la magica pagina "Antico testamento" mi sono beccato l'intruduzione al Pentateuco, la mia prima reazione è stata: "Penta chi????", poi ho scoperto che i primi 5 libri, ben appunto detti pentateuco sono la cosiddetta "legge" chiamata dagli ebrei Torah, composti dalla Genesi (che inizia con la creazione del mondo) Esodo (che comincia con l'uscita dall'Egitto), Levitico (le leggi dei sacertodi della tribù di Levi), Numeri (a causa del censimento di cui ai primi 4 capitoli), Deuteronomio (la seconda legge, in base a qualche genere di interpretazione greca... ?!?...).
    Mi sono beccato pertanto un altro pistolozzo relativamente a questi 5 libri, delle teorie relative all'autore, ad una specie di mega-riassunto di ognuno di questi

    Insomma dopo una cinquantina di pagine di introduzioni, preamboli, spiegazioni, precisazioni, indici dei codici, delle abbreviazioni,e chi più ne ha più ne metta, sono finalmente arrivato all'inizio della Genesi, e ribadisco... finalmente


    La cosa che comunque i vari preamboli e le varie spiegazioni non mi hanno fatto comprendere, è come si pronuncia il nome di Dio, che risponde a YHWH
    Manco una vocale non so se immaginarmi il suono di quel nome come un colpo di tosse o come il ruggito di qualche strano animale

    Comunque ho provato ad iniziare... vi descrivo fedelmente l'inizio della mia lettura, fra virgolette riporto più o meno il mio pensiero:

    (1) In principio Dio creò il cielo e la terra. (2) La terra era inf.....
    "aspetta, ci sono delle un note, la 1 e la 2... sfoglio avanti ed indietro (un paio di minuti)... ma non ci sono le note!!!!.... se hanno messo il numerino devono esserci da qualche parte..... ma guarda, anche sulle altre pagine ci sono un sacco di note.... dove sono tutte... ma un attimo... se non fossero note... ok sono scemo"

    Ora però inizio davvero, quando il mio cellulare si sveglia a scaricarle vi lascio di seguito un paio di foto relative al mio libricino, mi mancano solo 2968 pagine all'ultima parola del libro dell'Apocalisse, posso dire di essere a buon punto


    Ultima modifica di Tanny; 02-10-2016 alle 11:08 PM.

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1798
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    288
    Thanked in
    173 Posts

    Predefinito

    Allora, riassumendo nel primo giorno creò il cielo e la terra e la luce, dando il nome di notte e giorno; nel secondo creò il firmamento, separò quindi le acque del cielo da quelle della terra (da come ho capito la volta celeste dovrebbe essere inteso come un mare) e chiamando questo spazio cielo, poi nel terzo fece emergere i continenti e creò alberi piante ecc., nel quarto creò le fonti di luce ovvero il sole e la luna e le stelle; nel quinto giorno creò gli esseri viventi marini e gli uccelli benedendoli e dicendogli di esser fecondi e moltiplicarsi; nel sesto creò gli animali di terra, bestiame, animali selvatici, rettili ed infine l'uomo a sua immagine e somiglianza per dominare sui pesci del mare, su gli uccelli...

    Dio cerò l'uomo a sua immagine;
    a immagine di Dio lo creò:
    maschio e femmina li creò

    Dio li benedisse e Dio disse loro:

    "siate fecondi e motiplicatevi,
    riempite la terra e soggiogatela,
    dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo
    e su ogni essere vivente che striscia sulla terra"


    Fatto ciò benedisse il settimo giorno ed in questo si riposò

    Il testo continua con la specifica della creazione dell'uomo e della donna nel corso del sesto giorno, ma per stasera ho esaurito le mie energie, i troppi preamboli mi hanno sfiancato

  5. #5
    Pensatore silenzioso
    Data registrazione
    Apr 2014
    Località
    Ovunque... basta che ci sia il mio cane accanto.
    Messaggi
    1644
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    169
    Thanks Thanks Received 
    209
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Tanny Vedi messaggio
    "siate fecondi e moltiplicatevi
    riempite la terra e soggiogatela,
    dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo
    e su ogni essere vivente che striscia sulla terra"
    Tosto sin dall'inizio, eh?

  6. #6
    Pensatore silenzioso
    Data registrazione
    Apr 2014
    Località
    Ovunque... basta che ci sia il mio cane accanto.
    Messaggi
    1644
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    169
    Thanks Thanks Received 
    209
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    Comunque complimenti per l'iniziativa di affrontare un testo simile. Interessava anche a me. In questo periodo purtroppo non ce la faccio. Ma quando posterai i passi che più mi colpiranno non mancherò di dare una spolliciata alla mia vecchia copia e seguirti con piacere.
    Mi piacerebbe inoltre leggere con qualcuno un libro che ho in lista da un bel po': "L'uomo di Nazareth" di Anthony Burgess, che ben si adatta alla fine della lettura della Bibbia.

  7. #7
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    2876
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    483
    Thanks Thanks Received 
    609
    Thanked in
    302 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Tanny Vedi messaggio
    o all'inizio della Genesi, e ribadisco... finalmente


    La cosa che comunque i vari preamboli e le varie spiegazioni non mi hanno fatto comprendere, è come si pronuncia il nome di Dio, che risponde a YHWH

    Si pronuncia "Iavé".

    Non ho mai letto la Bibbia, sappi che sarai sfruttato, la leggerò attraverso i tuoi commenti.

  8. #8
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6795
    Thanks Thanks Given 
    36
    Thanks Thanks Received 
    70
    Thanked in
    53 Posts

    Predefinito

    Io sto leggendo il Nuovo Testamento, ma nel corso della mia vita l'ho già letta quasi tutta. Non per scoraggiarti però.. l'impresa che hai iniziato è a dir poco titanica e il Vecchio testamento è capace di tagliare le gambe anche al fedele più sincero vai piano e soprattutto, prenditi tutte le pause necessarie
    In bocca al lupo

  9. #9
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1798
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    288
    Thanked in
    173 Posts

    Predefinito

    Rieccomi a martellare....

    Dopo aver creato l'uomo lo pose nel giardino dell'Eden, sito ad oriente, in questo giardino fece crescere tutte le piante gradite alla vista e nel centro l'albero della conoscenza del bene e del male, portò tutte le bestie a cospetto dell'uomo il quale gli diede il nome e poi creò la donna da una costola di quest'ultimo.
    Adamo ed Eva erano nudi, ma avendo gli occhi chiusi non si preoccupavano della cosa, a questo punto arriva la storia del serpente, che evita in quanto ultra-conosciuta; curioso il fatto che, entrambi hanno gli occhi chiusi, ma Eva vede che il frutto dell'albero è buono e gradevole alla vista (?!?!?!)
    Dio punisce i due cacciandoli dal giardino e presidiando quest'ultimo con cherubini e la spada di fuoco guizzante (questa immagine mi sfugge ),
    maledisce l'uomo e la donna nonchè la terra, prima di cacciarli dall'eden gli dona pelli come vestiti.
    Arriva quindi l'episodio di Abele e di Caino, quest'ultimo ammazza il fratello e viene maledetto da Dio, il quale lo marchia in modo che nessuno lo tocchi, sentenziando che a chi tocca Caino spetterà una vendetta di sette volte. (Il 7 è uno dei numeri che si ripete frequentemente nella Bibbia, la parte della creazione dura 7 giorni)

    Il giardino dell'Eden posto ad oriente ha un fiume nel mezzo, che da origine a quattro fiumi: il Pison (regione di Arila???) il Ghicon (Etiopia) il Tigri e l'Eufrate, quindi siamo dalle parti del medio oriente (ma che strano )

    Ed ora tenetevi forte, arrivano le discendenze
    Caino va a nord dell'Eden e trova moglie, diventa costruttore di città, edifica Enoc, città che prende il nome da suo figlio, e questo da origine ad una discndenza che vano ad esporre
    Caino/Enoc/Irad/Mecuiael/Lamec
    L'untimo di questi ha due mogli con le quali ha dei figli, da Ada nascono Iabal (padre dei pastori che vivono nelle tende)e Iubal (padre dei suonatori di cetra e di flauto); da Silla invece nascono Tubal-Kain (padre dei fabbri) e Naamà (la prima donna di cui ho registrato la nascita nel testo)
    Citazione di Lamec: "Ada e Silla ascoltate la mia voce, mogli di Lamac, porgete l'orecchio al mio dire. Ho ucciso un uomo per una mia scalfitura e un ragazzo per un mio livido. Sette volte sarà vendicato Caino, ma Lamec settantasette (ecco di nuovo il 7)

    Nel mentre Adamo ed Eva all'età di 130 anni generano Set, Adamo vive poi per altri 800 anni per un totale di 930...

    A questo punto dato che la questione si fa difficile di seguito indico il nome del erede (il primo è Set), seguito dal suo tempo di vita e l'età a cui ha avuto il suo discendente che scrivo nella riga successiva; precisazione: il discendente indicato è solo il primogenito, tutti hanno altri figli e figlie, ma a loro non si fa riferimento, tenetevi forte perchè c'è da uscire pazzi

    Set, vissuto 912 anni, padre a 105
    Enos, vissuto 905, padre a 90
    Kenan, vissuto 805, padre a 70
    Maalalel, vissuto 895 padre a 65
    Iered vissuto 96 padre a 162
    Enoc vissuto 365 (non morto come gli altri ma preso da Dio mentre passeggiava assieme) padre a 65
    Matusalemme (il nome più famoso!) vissuto 969 padre a 187
    Lamec vissutto 777 (ancora sto' 7!) padre a 182
    Noè vissuto.. dato non pervenuto... ma padre a 500 anni di Sem, Cam e Iafet.

    Quando iniziarono a nascere figlie (ma non era già nata Naamà??) disse che il suo spirito non sarebbe sempre restato con l'uomo e che quindi la vita sarebbe stata di 120 anni.... cito: C'erano sulla terra i giganti a quei tempi - e anche dopo - quando i figli di Dio di univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: questi sono gli eroi dell'antichità, uomini famosi

    Sa storia dei giganti non l'ho molto capita.... mi fa solo venire in mente delle vignette sceme ed una serie di battutacce sceme fra maschi scambiate nei servizi igienici


    Stasera credo di essere stato molto descrittivo e soprattutto pedante, mi sono già letto una gran parte del diluvio, ma quella la serbo per domani; non prendetela come una minaccia... prometto di essere molto più sintetico

  10. #10
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1798
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    288
    Thanked in
    173 Posts

    Predefinito Dal diluvio ad Abramo

    Dio giudica che il mondo è corrotto e si pente della creazione dell'uomo, ma riconosce in Noè una persona giusta e gradita, gli ordina la costruzione di un arca in legno di cipresso di trecento cubiti (che diavolo di misura è??) di lunghezza, cinquanta di larghezza, trenta di altezza, divisa in tre piani, con un tetto ed un ingresso laterale, coperta di bitume dentro e fuori. Su questa dovranno salire lui, sua moglie, i suai tre figli e le rispettive mogli, nonche gli animali del creato, di questi 7 paia degli animali puri ed un paio di quelli non puri e 7 paia di uccelli per specie, ovviamente maschi e femmine (io credevo fossero un paio per specie, delle 7 paia ignoravo la cosa).
    Da quando gli disse di salire passarono 7 giorni all'inizio del diluvio, Noè aveva 600 anni, era il secondo mese dell'anno, il giorno 17. Il piovve per 40 giorni e 40 notti, le acque sommersero per oltre quindici cubiti le cime delle vette. Il settimo mese il giorno 17 l'arca si posò sui monti dell'Ararat, dopo 40 giorni mandò un corvo che tornò, poi una colomba che tornò senza niente pure quella, dopo 7 giorni un altra colomba che tornò con una foglia d'ulivo, dopo altri 7 giorni ancora la colomba che non tornò più, segno che le acque si erano ritratte.
    Dio allora strinse alleanza con Noè e la sua discendenza, promettendo di non mandare più altri diluvi.
    A questo punto parte il solito giochino infinito delle discendenze dei tre figli di Noè, ma vi evito il supplizio, e la storia della torre di Babele ove le discendenze dei figli di Noè che parlano la stessa lingua volevano edificare una torre che avesse raggiunto il cielo, Dio allora confuse le lingue generando incomprensioni fra i popoli e la torre non fu mai finita.

    Nel lungo gioco delle discendenze di Noè, dalla parte del figlio Sam, dopo una serie di passaggi con gente che vive per centinaia di anni e che mette al mondo figli ad età assurde, si arriva ad Abram (non è una troncatura, la mancanza della O è voluta)

    Questo ha una vocazione, Dio gli dice di abbandonare la casa del padre con la promessa che avrebbe fatto di lui e della sua discendenza una grande nazione, se ne va con la moglie Sarài ed il fratello Lot verso la terra di Canaan, dove vivevano i cananei, lì piantò la sua tenda ed edificò un altare a Dio.
    A causa di una carestia è costretto ad andare in Egitto, per non aver problemi fa passare Sarài come sua sorella e non come moglie, il fareone se la prende in casa come moglie e ricompensa Abram, ma Dio punisce il faranone, il quale scoperta l'origine del problema caccia Abram e sua moglie.
    Rientrati dall'Egitto Abram e Lot si separano, quest'ultimo di stabilisce a Sodoma, ma tale città è in guerra, precisamente una guerra che vede su fronti opposti 4 re contro 5, gli invasori raziano Sodoma e rapiscono Lot; Abram con 318 uomini raggiunge i fuggitivi, li sconfigge e recupera Lot, le donne ed i beni rubati.
    A questo punto Dio promette ad Abram una discendenza, la nascita di Ismaele dalla schiava egiziana di nome Agar (Sarài era sterile) e profetizza per la sua discendenza 400 anni di schiavitù in terra straniera.
    Segue una nuova promessa da Dio ad Abram, una nuova discendenza mediante un figlio da Sarài, che era sterile ed aveva 90 anni, la nascita di Isacco, tale sua discendenza diventerà nazione, e quindi il nome suo non sarà più Abram ma Abramo, quale padre di una nazione e quello di sua moglie non più Sarài bensì Sara; ordinandogli di procedere alla circoincisione di tutti i maschi suoi discendenti, degli schiavi e di tutti quelli nati in casa sua, come segno di tale alleanza.

    Citazione: Devo tenere nascosto ad Abramo quello che sto per fare, mentre Abramo dovrà diventare una nazione grande e potente ed in lui di diranno benedette tutte le nazioni della terra.

    Segue la distruzione di Sodoma e Gomorra, ma questa parte la prossima volta


    Prime impressioni: forse è il fatto della novità, ma la lettura non è per nulla pesante, a parte le discendenze che sono una cosa da vomito, posso dire che la "storia" è molto interessante, il tutto è molto confuso, ci sono contraddizioni incredibili, ma forse è proprio questa cosa che mi tiene attaccato alla lettura.
    Ci sono poi le varie spiegazioni sulla parte bassa delle varie pagine che sono molto interessanti, danno delle interpretazioni a mio avviso impossibili da cogliere, ma la cosa che mi fa uscire di matto è che rimandano ad altri capitoli e si divaga molto; quindi le seguo si e no, mi affido più che altro al mio pensiero, ben conscio di poter prendere lucciole per lanterne

  11. #11
    Lonely member
    Data registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo ma sono di Napoli
    Messaggi
    6795
    Thanks Thanks Given 
    36
    Thanks Thanks Received 
    70
    Thanked in
    53 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Tanny Vedi messaggio
    rile) .............. posso dire che la "storia" è molto interessante, il tutto è molto confuso, ci sono contraddizioni incredibili, ma forse è proprio questa cosa che mi tiene attaccato alla lettura.
    Ci sono poi le varie spiegazioni sulla parte bassa delle varie pagine che sono molto interessanti, danno delle interpretazioni a mio avviso impossibili da cogliere, ma la cosa che mi fa uscire di matto è che rimandano ad altri capitoli e si divaga molto; quindi le seguo si e no, mi affido più che altro al mio pensiero, ben conscio di poter prendere lucciole per lanterne
    quando arriverai al Nuovo Testamento le contraddizioni si moltiplicheranno rispetto a quello che leggi ora...... però, hai ragione, è una bella lettura- a prescindere dalla fede-

  12. #12
    Lettore dell'estremo sud
    Data registrazione
    Jul 2014
    Località
    Originario della Sicilia, vivo per lavoro a Milano
    Messaggi
    445
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    10
    Thanked in
    4 Posts

    Predefinito

    Complimenti Tanny, sei coraggioso! L'ideale sarebbe, prima di leggere la Bibbia, di consultare una buona introduzione, per gustarla meglio. Le note introduttive e le note a pie' di pagina spiegano qualcosina, ma non sono esaurienti.

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1798
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    288
    Thanked in
    173 Posts

    Predefinito Da Sodoma e Gomorra a Giacobbe

    Rieccomi dopo una pausa obbligatoria a causa del lavoro....

    A Sodoma due angeli del Signore vanno a trovare Lot, che li ospita in casa, la gente del posto arriva a casa di Lot volendo abusare degli angeli, questo per protenggere gli angeli, offre in sostituzione le sue due figlie vergini, ma quelli volevano proprio gli angeli... non dice come finisce questa diattriba, comunque sorvolando sui gusti degli abitanti di Sodoma, Dio dice a Lot di partire immediatamente intimandogli di non girarsi a guardare indietro perchè intende distruggere la vallata, detto fatto distrugge le due città con fuoco e zolfo, la moglie di Lot, che si gira a guardare, viene trasformata in una statua di sale.
    Lot va nella città di Soar, le sue due figlie, non trovando nessun compagno pensano bene di ubriacare il padre ed andare a letto con lui, questo ovviamente non se ne rende nemmeno conto.... Le due restano incite e la loro figliazione da origine rispettivamente alla discendenza dei Moabiti e degli Ammoniti.
    Abramo una volta nato Isacco scaccia Ismaele e sua madre, mandandoli nel deserto, questi vengono poi salvati da un intervento divino. Segue il fatto della massa alla prova di Abramo, al quale viene chiesto il sacrificio di Isacco, parte per la quale non vi tedio in quanto questo passaggio è molto conosciuto.
    Isacco divenuto uomo prende in moglie Rebecca (che è di fatto sua cugina); Sara, moglie di Abramo e madre di Isacco muore; Abramo nonostante abbia passato il centinaio di anni, prende una nuova moglie dalla quale ha altri 6 figli e fa partire una nuova discendenza, prima di morire all'età di 165 anni.
    A questo punto viene aperta una parentesi relativamente alla discendenza di Ismaele, ma vi risparmio il supplizio di chi è il figlio, il nipote, il pronipote
    Isacco per una carestia va dal re degli Ittiti e come fatto dal padre in Egitto, comunica al re che Rebecca è sua sorella e non sua moglie, scoperto immediatamente il fatto, il re non si arrabbia, Isacco durante la sua permanenza porta prosperità, il grano rende il centuplo.
    Dall'unione fra Isacco e Rebecca, nascono due gemelli, Esaù e Giacobbe, quest'ultimo nell'atto di nascere teneva il calcagno del fratello....
    Giaccobbe in giovinezza acquista da Esaù il diritto di primogenitura con una minestra di lenticchie, e successivamente con l'aiuto della madre Rebecca, si prende la benedizione di Isacco che spettava ad Esaù, non ho ben capito se Isacco era divenuto cieco, ma Giacobbe di ricopre di peli di capra per sembrare il fratello al tatto del anziano padre. Ad Esaù la cosa non va, progetta quandi di ucciderlo appena fosse morto il loro padre; Giacobbe se ne va quindi di casa per far sbollire la rabbia del fratello e cercare una compagna; per tale scopo va in casa di suo zio Labano (fratello della madre), qui vede la cugina Rachele e se ne innamora (è un vizio di famiglia allora: Abramo con la sorellastra, Isacco con la cugina e Giacobbe pure), Labano per la mano della figlia secondogenita gli richiede 7 anni di servigi, terminati i quali gli concede la figlia, ma nella camera nuziale, Labano al posto di fare entrare Rachele manda la primogenita Lia, Giacobbe se ne accorge solo la mattina a cose fatte, protestando con Labano questo gli dice che è loro tradizione far sposare per prima la primogenita; e che dopo la settimana nuziale con Lia, gli avrebbe dato in sposa anche Rachele, ovviamente in cambio di altri 7 anni di servigi.
    Dio vedendo che Lia veniva trascurata per colpa di Rachele, rese fertile la prima e sterile la seconda, Lia pertanto partorì: Ruben, Simeone, Levi e Giuda.
    Rachele, gelosa del fatto che la sorella poteva dare alla luce dei figli e lei no, fece unire il marito alla sua schiava Bila, in modo che essa partorisse sulle sue ginocchia, dando quindi una prole anche a lei; nacquero quindi Dan e Neftali.
    A questo punto Lia, avendo cessato di far figli prese anch'essa la propria schiava Zilpa e fece altrettanto, nacquero: Gad e Aser.
    Dopo tempo, Lia acquistò da Rachele, mediante delle mandragole raccolte dal figlio Ruben, il diritto di giacere per una notte con Giacobbe, nacque un ulteriore figlio da Lia: Issacar, che fu presto seguito da Zabulon e Dina.
    Come se la situazione non fosse abbastanza aggrovigliata, Dio esaudì Rachele rendendola feconda, nacque quindi un ulteriore figlio: Giuseppe.


    Mi manca poco alla fine del libro della Genesi, la parte restante sempre relativa a Giacobbe la sintetizzerò molto...

  14. #14
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4327
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    722
    Thanks Thanks Received 
    445
    Thanked in
    300 Posts

    Predefinito

    Complimenti davvero per l'impresa... e per la velocità di lettura. Ti seguirò anche io, con grande curiosità

  15. #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1798
    Thanks Thanks Given 
    71
    Thanks Thanks Received 
    288
    Thanked in
    173 Posts

    Predefinito la fine del libro della Genesi

    Giacobbe stanco di servire Labano che lo truffa sistematicamente per quanto riguarda i sui compensi (Giacobbe fa il pastore), scappa con moglie, figli, schiavi e mandrie, Labano lo insegue ma Dio gli appare in sogno il giorno prima e quando i due si incontrano trovano un accordo; Giacobbe sta tornando nelle terre di suo padre, quindi dal fratello Esaù, questo gli muove contro armato e con 400 uomini, la sera prima dell'incontro con il fratello si scontra con un uomo e fa una lotta fino a mattina in cui si lussa l'articolazione del femore, scopre poi che quest'uomo era nientemeno che Dio, il quale lo benedisce e gli cambia il nome: da Giacobbe a Israele. Il giorno dopo Israele incontra il fratello, i due si rappacificano ma prendono strade diverse.
    Giacobbe andò a Sichem dove edificò in altare a Dio e dove sua figlia Dina fu vittima di abusi da perte del principe di quelle terre, due fratelli di Dina in risposta saccheggiano la città, ma alla fine il principe prende in moglie Dina e questo e la sua gente si convertono.
    A questo punto Rachele partorì un altro figlio, Beniamino, morendo di parto; fu sepolta a Betlemme; ci fu anche la morte di Isacco che si spense a 108 anni.
    Tralascio la trattazione di tre pagine di discendenze varie, credo ormai questa cosa sia una costante
    Arriviamo pertanto alla storia di Giuseppe (se non sbaglio la disney su questa ci aveva pure fatto un film di animazione): figlio di Rachele, era il preferito dal padre Giacobbe, gli altri fratelli erano invidiosi di questa cosa, e faceva dei sogni che raccontava ai fratelli, innervosendoli, questi decisero dapprima di ucciderlo, per poi venderlo come schiavo e macchiando le sue vesti con del sangue di capra, al padre riferirono che era morto sbranato da qualche animale feroce.
    Giuseppe fini in Egitto, qui di ingraziò le simpatie del suo padrone e soprattutto quelle della sua moglie, questa voleva portarlo a letto, ma vedendosi rifiutata accusò Giuseppe di violenze e questo fù incercerato. In carcere iniziò ad interpretare i sogni, cosa che lo condusse fino dal faraone, egli interpretò un sogno del faraone profetizzando 7 anni di abbondanza seguiti da 7 di carestia; il faraone lo promosse suo governatore. Negli anni abbe dei figli con un egiziana e quando iniziata la carestia dalla terra di Canaan arrivarono i suoi fratelli (tranne Beniamino) per acquistare provviste, questi non lo riconobbero, Giuseppe li accusò di essere spie, trasse in arresto uno dei fratelli, mandando gli altri a prendere il fratello minore che era rimasto con il padre, come prova di ciò che affermavano, gli diede le provviste che chiedevano, restituendogli i soldi. Questi tornarono quindi in Egitto con il fratello Beniamino, vennero accolti bene da Giuseppe, gli furono date delle provviste, ma sulla strada del rientro furono accusati di furto per il fatto che Giuseppe aveva fatto nascondere nei loro zaini una coppa di sua proprietà. La colpa ricadde su Beniamino, Giuseppe minacciò di farlo schiavo, gli altri fratelli implorarono per lui, Giuseppe allora si rivelò ed a seguito di ciò mandarono a prendere il padre.
    Israele ed i sui figli entrarono quindi in Egitto, erano in tutto 70 fra parenti, schiavi ecc.
    Il tutto si conclude con la morte di Giacobbe/Israele, il quale pretende di essere sepolto nello stesso sepolcro ove giace Abramo, Sara e la sua prima moglie Lia, e con la successiva morte di Giuseppe a 110 anni.

    Di questa parte finale è molto suggestiva la benedizione di Giacobbe nei confronti dei 12 figli (antenati delle le 12 tribù di Israele), ma riportare questa cosa oltre ad essere abbastanza problematica, secondo me non rende l'idea, se qualcuno volesse... Genesi 49, 1-27

    Posso quindi dire di aver terminato il primo libro della Bibbia: La genesi, ricomincio quindi fra un paio di giorni con il libro dell'Esodo (la storia di Mosè tanto per capirci).


    Tanto per rendere meno serioso l'argomento, questa è "la genesi secondo me", secondo Guccini invece la genesi è questa.....

    Ultima modifica di Tanny; 02-14-2016 alle 10:37 PM.

Discussioni simili

  1. 1° Diario di Lettura: Orlando Furioso di L. Ariosto
    Da Spilla nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 88
    Ultimo messaggio: 04-29-2017, 07:33 PM
  2. 2° Diario di lettura: L'opera in versi di Eugenio Montale
    Da elisa nel forum Gruppi di lettura
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 01-16-2016, 11:22 AM
  3. AA.VV. - La Bibbia
    Da Lucripeta nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 03-05-2015, 07:17 PM
  4. Kilpatrick, Nancy - La bibbia gotica
    Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-21-2008, 03:25 PM
  5. Navarro, Julia - La bibbia di argilla
    Da monnalisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 06-12-2008, 04:58 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •