Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

 Lacci

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Starnone, Domenico - Lacci

  1. #1

    Predefinito Starnone, Domenico - Lacci

    Come si sopravvive a un tradimento coniugale. Dalla parte di Lui, il traditore, di Lei, la tradita e dei due figli. Starnone ha una marcia in più. Dopo "Via Gemito", mi era piaciuto ancora di più "Autobiografia erotica di Aristide Gambia": una scrittura impeccabile e un viaggio con sufficiente crudezza dentro le questioni basilari dell'esistenza umana, prima tra tutte, la gestione delle relazioni sentimentali. In "Lacci", che si beve in due giorni, l'analisi di cosa resta di un matrimonio è ancora una volta spietata, ma molto vera. E il finale rivela una sorta di "colpo di scena", che pur nella sordina del suo svolgersi, strappa un sorriso cinico.
    Ultima modifica di Minerva6; 02-29-2016 alle 06:45 PM. Motivo: aggiunta virgola nel titolo

  2. #2

    Predefinito Starnone, Starnone - Lacci

    Domenico Starnone: Lacci Einaudi

    E’ la storia del massacro emotivo e incrociato tra membri della medesima famiglia. Un racconto a tre voci che svela in modo magistrale come ciascuno dei componenti sia, ad un tempo, vittima e carnefice.
    Aldo che ha sposato a ventidue anni Wanda di ventiquattro, rendendola presto madre di due ragazzi: Sandro e Anna; si innamora dodici anni dopo di Lidia, con la quale tutto è leggero, facile, ridente.
    Aldo sceglie di non rinunciare a se stesso e alla sua realizzazione personale che passa proprio attraverso questo amore lieve dove tutto è soltanto gioia: “escludendola mi escludevo”, dice. Egli compie quest’atto con debolezza e superficialità, per vigliaccheria forse; e l’abbandono della famiglia dura anni, creando vuoti incolmabili e interrogativi senza risposta. La moglie, forte solo in apparenza, reagisce con la sua arma vincente: la responsabilità di lui nei confronti dei figli. Non ricevendo risposta, giunge prima a togliergli l’affidamento e infine al tentato suicidio. Per uscire dalla disperazione – dice Aldo - esigeva che le dicessi: capisco di aver sbagliato…
    La violenza di Wanda raggiunge i ragazzi che vivono il dolore della madre per osmosi, anche perché lei li utilizza, senza fornir loro alcuna protezione, come l’unico mezzo per riavere il marito: “Papà si sente in prigione e allora giochiamo a farlo prigioniero sul serio”.
    Aldo, oppresso dai sensi di colpa si inventa un modo per farsi lasciare da Lidia e, attraverso fasi successive, torna in famiglia non sapendo che dovrà ancora pagar pegno, perché sua moglie si impone con una specie di recita: Non sono più la persona accomodante di una volta… se non fai quello che ti dico: vattene. Tornato per capitolare e subire, l’uomo si vendica con infedeltà meno importanti consumate in segreto, senza mai rinunciare al pensiero di Lidia che di tanto in tanto, rivede nascostamente. Non riuscendo nemmeno ad imporsi per difendere la libertà e i desideri dei propri figli, egli aggiunge disagio al grande vuoto creato in precedenza.
    Il racconto si conclude con la fredda vendetta di entrambi i ragazzi, una ribellione incapace di manifestarsi apertamente, dove perfino gli oggetti di casa e il gatto occupano ruoli ben definiti.
    Ultima modifica di elisa; 03-10-2016 alle 06:18 PM. Motivo: format titolo

Discussioni simili

  1. Quirico, Domenico - il grande califfato
    Da estersable88 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-19-2015, 03:23 PM
  2. Cacopardo, Domenico - Il delitto dell'Immacolata
    Da elesupertramp nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 04-29-2014, 11:36 AM
  3. Starnone, Domenico - Spavento
    Da El_tipo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 06-09-2010, 12:20 PM
  4. Starnone, Domenico - Prima esecuzione
    Da isola74 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-04-2009, 11:14 AM
  5. Starnone, Domenico - Via Gemito
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12-03-2008, 04:36 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •