Negli anni '50 una giovane maestra, alle prime armi arriva a Orgosolo, paese sardo noto come "L'Università del delitto". La gente è poverissima, analfabeta, soffre la fame per l'insegnante la vita non è facile. Piano, piano riesce però ad entrare nel cuore degli adulti e dei bambini fino a diventare una di loro.


Un libro che è accompagnato da tanta tristezza, senti la miseria e l'impotenza della gente davanti alle sue disgrazie.