Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 40

Discussione: 23° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito 23° Poeticforum - Le poesie che amiamo

    Siamo pronti?
    Oggi iniziamo il 23° Poeticforum, spero di vedervi più presenti e grintosi
    Ciascuno lanci la sua proposta, poi commenteremo, non fatemelo fare da sola
    Ultima modifica di alessandra; 04-04-2016 alle 04:58 PM.

  2. #2
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Il mio arrivo nella città di N.
    È avvenuto puntualmente.

    Eri stato avvertito
    con una lettera non spedita.

    Hai fatto in tempo a non venire
    all'ora prevista.

    Il treno è arrivato sul terzo binario.
    È scesa molta gente.

    L'assenza della mia persona
    si avviava verso l'uscita tra la folla.

    Alcune donne mi hanno sostituito
    frettolosamente
    in quella fretta.

    A una è corso incontro
    qualcuno che non conoscevo,
    ma lei lo ha riconosciuto
    immediatamente.

    Si sono scambiati
    un bacio non nostro,
    intanto si è perduta
    una valigia non mia.

    La stazione della città di N.
    Ha superato bene la prova
    di esistenza oggettiva.

    L'insieme restava al suo posto.
    I particolari si muovevano
    sui binari designati.

    È avvenuto perfino
    l'incontro fissato.

    Fuori dalla portata
    della nostra presenza.

    Nel paradiso perduto
    della probabilità.

    Altrove.
    Altrove.
    Come risuonano queste piccole parole.

    La stazione di Wisława Szymborska

  3. #3
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4241
    Thanks Thanks Given 
    34
    Thanks Thanks Received 
    95
    Thanked in
    46 Posts

    Predefinito

    Xanax


    notte,
    amara solitudine

    popolata di fantasmi
    incubi e allucinazioni
    ossessioni manie pensieri

    rumori ignoti minacciosi
    orribili silenzi siderali

    buio cupo, fuori e dentro
    flash intorno e nel cervello

    sogno o vivo? io non lo so


    giorno,
    amara solitudine

    le persone son fantasmi
    ciò che vedo non è vero

    dubbi paure persecuzione
    e frastuoni assordanti ovunque

    gente muta alienata, gregge
    mondo buio, come la vita

    sprazzi di orrore, scoppia il cervello

    vivo o sogno? io non lo so


    Hot

  4. #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1356
    Thanks Thanks Given 
    49
    Thanks Thanks Received 
    67
    Thanked in
    45 Posts

    Predefinito

    L'infinito

    Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
    E questa siepe, che da tanta parte
    Dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.
    Ma sedendo e mirando, interminati
    Spazi di là da quella, e sovrumani
    Silenzi, e profondissima quiete
    Io nel pensier mi fingo; ove per poco
    Il cor non si spaura. E come il vento
    Odo stormir tra queste piante, io quello
    Infinito silenzio a questa voce
    Vo comparando: e mi sovvien l'eterno,
    E le morte stagioni, e la presente
    E viva, e il suon di lei. Così tra questa
    Immensità s'annega il pensier mio:
    E il naufragar m'è dolce in questo mare.

    Giacomo Leopardi

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    586
    Thanks Thanks Given 
    43
    Thanks Thanks Received 
    76
    Thanked in
    40 Posts

    Predefinito Una poesia di Sasha Ciornyj (1880-1932) tradotta da Paolo Statuti

    L’amore deve essere felice…

    L’amore deve essere felice –
    E’ il diritto dell’amore.
    L’amore deve essere bello –
    E’ la saggezza dell’amore.
    Dove hai visto un simile amore?
    Presso i signori scrivani dello Stato Maggiore?
    Sulla scena, dove il tenore ben raso
    Stringendo il guanto allo sparato,
    Monta una dolce crema
    Di amore, usignolo e luna?
    Nelle liriche strofe dei poeti,
    Dove amore fa rima con dolore
    E quasi sempre è affamato?…

    Ai piedi del Bellissimo Amore
    Depongo questo pietoso serto di assenzio,
    Nei suoi deserti giardini da me strappato…

    Любовь должна быть счастливой

    Любовь должна быть счастливой -
    Это право любви.
    Любовь должна быть красивой -
    Это мудрость любви.
    Где ты видел такую любовь?
    У господ писарей генерального штаба?
    На эстраде, - где бритый тенор,
    Прижимая к манишке перчатку,
    Взбивает сладкие сливки
    Из любви, соловья и луны?
    В лирических строчках поэтов,
    Где любовь рифмуется с кровью
    И почти всегда голодна? . . . . . . . . . . .

    К ногам Прекрасной Любви
    Кладу этот жалкий венок из полыни,
    Которая сорвана мной в ее опустелых садах...

    <1911>

  6. #6
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Bene, visto che i 4 affezionati ci sono, sperando che qualcun altro si faccia avanti iniziamo a commentare

  7. #7
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Prima proposta da commentare

    Il mio arrivo nella città di N.
    È avvenuto puntualmente.

    Eri stato avvertito
    con una lettera non spedita.

    Hai fatto in tempo a non venire
    all'ora prevista.

    Il treno è arrivato sul terzo binario.
    È scesa molta gente.

    L'assenza della mia persona
    si avviava verso l'uscita tra la folla.

    Alcune donne mi hanno sostituito
    frettolosamente
    in quella fretta.

    A una è corso incontro
    qualcuno che non conoscevo,
    ma lei lo ha riconosciuto
    immediatamente.

    Si sono scambiati
    un bacio non nostro,
    intanto si è perduta
    una valigia non mia.

    La stazione della città di N.
    Ha superato bene la prova
    di esistenza oggettiva.

    L'insieme restava al suo posto.
    I particolari si muovevano
    sui binari designati.

    È avvenuto perfino
    l'incontro fissato.

    Fuori dalla portata
    della nostra presenza.

    Nel paradiso perduto
    della probabilità.

    Altrove.
    Altrove.
    Come risuonano queste piccole parole.

    La stazione di Wisława Szymborska

  8. #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1356
    Thanks Thanks Given 
    49
    Thanks Thanks Received 
    67
    Thanked in
    45 Posts

    Predefinito

    Per curiosità, sono andato a leggere altri componimenti di questa poetessa polacca e ho avuto la conferma della mia impressione: l’anonimato delle figure e "la freddezza" del linguaggio... tutto sembra essere mosso da uno strano congegno che funziona da sé, senza che i protagonisti della scena, uomini e donne, si confrontino l’un l’altro o si percepisca un preciso messaggio.
    Il tutto è oggettivo, tutto si svolge, tutto mi sembra scorrere come su una pellicola in bianco e nero di un vecchio film...
    Sono versi affascinanti ma che mi lasciano perplesso e mi lasciano l'amaro in bocca... tant'è che ancora non ho deciso se questa poesia mi piace o no...

  9. #9
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4241
    Thanks Thanks Given 
    34
    Thanks Thanks Received 
    95
    Thanked in
    46 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Il mio arrivo nella città di N.
    È avvenuto puntualmente.

    Eri stato avvertito
    con una lettera non spedita.

    Hai fatto in tempo a non venire
    all'ora prevista.

    Il treno è arrivato sul terzo binario.
    È scesa molta gente.

    L'assenza della mia persona
    si avviava verso l'uscita tra la folla.

    Alcune donne mi hanno sostituito
    frettolosamente
    in quella fretta.

    A una è corso incontro
    qualcuno che non conoscevo,
    ma lei lo ha riconosciuto
    immediatamente.

    Si sono scambiati
    un bacio non nostro,
    intanto si è perduta
    una valigia non mia.

    La stazione della città di N.
    Ha superato bene la prova
    di esistenza oggettiva.

    L'insieme restava al suo posto.
    I particolari si muovevano
    sui binari designati.

    È avvenuto perfino
    l'incontro fissato.

    Fuori dalla portata
    della nostra presenza.

    Nel paradiso perduto
    della probabilità.

    Altrove.
    Altrove.
    Come risuonano queste piccole parole.

    La stazione di Wisława Szymborska
    se un appunto mi sento di muovere a questa poesia è che la trovo di un linguaggio povero.
    attenzione, l'intenzione dell'autrice era credo proprio quello di utilizzare frasi brevi, per enfatizzarne l'efficacia, tuttavia la traduzione ha solo ottenuto invece una banale frasologia troppo limitata.
    ripeto, attribuisco questo difetto a chi si è occupato della traduzione, troppo attento secondo me alla fedeltà della terminologia che non al senso poetico da risaltare.
    ne ho tratto la sensazione analoga a quando si sente qualcuno leggere senza comprendere ciò che sta scritto, usando un tono monotono e inespressivo, senza enfatizzare, facendo pause dove non serve e via così...

    il lavoro mi piace molto, come tutto quello di questa stupenda poetessa, che sa esprimersi con atmosfere sottilmente psicologiche e introspettive, giocando sapientemente ad es -come nel presente componimento- con apparenti negazioni dei fatti. Artifizio che ha l'effetto contrario di amplificare paradossalmente l'avvenimento!!!

    ecco allora che il contrasto tra ciò che è/non è, raffrontato a ciò che si percepisce/non percepisce, diviene specchio delle conflittualità interiori dell'individuo, di quello che è il suo vivere/non vivere.

    Grande


  10. #10
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    586
    Thanks Thanks Given 
    43
    Thanks Thanks Received 
    76
    Thanked in
    40 Posts

    Predefinito

    1.Magari io sono molto esigente, ma traduzione non è accurata:

    Dworzec

    Nieprzyjazd mój do miasta N.
    Odbył się punktualnie.


    The Railroad Station

    My nonarrival in the city of N.
    took place on the dot.


    Вокзал
    Я не приехала в город N.
    строго по расписанию.

    Ma solo in italiano la donna è arrivata

    Il mio arrivo nella città di N.
    È avvenuto puntualmente.

    2. Questa poesia la vedo cosi:

    “La vecchia storia
    Ha migliaia di anni:
    Lui ama lei
    Ma lei non lo ama”


    Nel nostro caso
    Lei lo ama
    Ma lui non la ama


    E la donna non amata scrive poesia con tante non, perche l’uomo amato ha un’altra vita, giá estranea e lontana, dove non c'è posto per lei, ha un’altra donna

    A una è corso incontro
    qualcuno che non conoscevo,
    ma lei lo ha riconosciuto
    immediatamente
    Si sono scambiati
    un bacio non nostro
    intanto si è perduta
    una valigia non mia.


    E anche valigia perduta ha un ruolo sinificativo è un ruolo unificatore : l'eccitazione,ricerca,discussioni…

    Sulla seconda parte io continuo a pensare


    Lo stile della poesia io chiamerei asciuto minimalismo,non si sente calore femminile, sono d'accordo con maclaus sulla 'freddezza" del linguaggio.
    Ultima modifica di shvets olga; 04-08-2016 alle 05:04 PM.

  11. #11
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Su di me invece la brutalità del linguaggio scarno ha fatto presa. Non sento calore femminile, no, sento gelo nell'anima. E rassegnazione. Tutto parte da una lettera non spedita perché senza senso, come non avrebbe senso ri-incontrarsi e andare da lui, arrivare in quella stazione: l'amore è finito e il dolore sordo della poetessa è palpabile. Altre coppie si incontreranno in quel luogo, si abbracceranno, in un altrove che sembra lontano mille miglia.
    Sicuramente sarebbe stata migliore, e più chiara, se iniziasse con "Il mio non-arrivo" o un sinonimo.

  12. #12
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10102
    Thanks Thanks Given 
    317
    Thanks Thanks Received 
    364
    Thanked in
    261 Posts

    Predefinito

    Seconda proposta

    Xanax


    notte,
    amara solitudine

    popolata di fantasmi
    incubi e allucinazioni
    ossessioni manie pensieri

    rumori ignoti minacciosi
    orribili silenzi siderali

    buio cupo, fuori e dentro
    flash intorno e nel cervello

    sogno o vivo? io non lo so


    giorno,
    amara solitudine

    le persone son fantasmi
    ciò che vedo non è vero

    dubbi paure persecuzione
    e frastuoni assordanti ovunque

    gente muta alienata, gregge
    mondo buio, come la vita

    sprazzi di orrore, scoppia il cervello

    vivo o sogno? io non lo so


    Hot

  13. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    586
    Thanks Thanks Given 
    43
    Thanks Thanks Received 
    76
    Thanked in
    40 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Seconda proposta

    Xanax


    notte,
    amara solitudine

    popolata di fantasmi
    incubi e allucinazioni
    ossessioni manie pensieri

    rumori ignoti minacciosi
    orribili silenzi siderali

    buio cupo, fuori e dentro
    flash intorno e nel cervello

    sogno o vivo? io non lo so


    giorno,
    amara solitudine

    le persone son fantasmi
    ciò che vedo non è vero

    dubbi paure persecuzione
    e frastuoni assordanti ovunque

    gente muta alienata, gregge
    mondo buio, come la vita

    sprazzi di orrore, scoppia il cervello

    vivo o sogno? io non lo so


    Hot
    Cosa ti è successo, caro Hot? Sto pensando in che stato d’anima dovrebbe stare un essere umano per scrivere simile poesia. Tanti anni fa nella mia testa stanca venivano rime e io avevo scritto qualche poesie, poi quando la testa stava a posto, non posso unire due parole , due rime. Se l’uomo felice (in senso non esagerato ), perché tanta ansia? Ho letto che cos'è lo xanax e a cosa serve?
    "Lo xanax e'un semplice tranquillante,molto efficace,aiuta nei momenti di panico,ti fa'stare tranquillo
    Xanax è indicato nel trattamento dell'ansia.
    Xanax è anche efficace nel trattamento dell'ansia associata a depressione e nel trattamento del disturbo da attacchi di panico con o senza evitamento fobico. È anche indicato per bloccare o attenuare gli attacchi di panico e le fobie nei pazienti affetti da agorafobia con attacchi di panico.
    Le benzodiazepine sono indicate soltanto quando il disturbo è grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio."

    Penso se poesia che si chiama Xanax, dovrebbe essere antidepressiva e tranquillante, invece al contrario…
    O è la descrizione originale dell’ indicazione terapeuticha?

  14. #14
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4241
    Thanks Thanks Given 
    34
    Thanks Thanks Received 
    95
    Thanked in
    46 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da shvets olga Vedi messaggio
    Cosa ti è successo, caro Hot? Sto pensando in che stato d’anima dovrebbe stare un essere umano per scrivere simile poesia. Tanti anni fa nella mia testa stanca venivano rime e io avevo scritto qualche poesie, poi quando la testa stava a posto, non posso unire due parole , due rime. Se l’uomo felice (in senso non esagerato ), perché tanta ansia? Ho letto che cos'è lo xanax e a cosa serve?
    "Lo xanax e'un semplice tranquillante,molto efficace,aiuta nei momenti di panico,ti fa'stare tranquillo
    Xanax è indicato nel trattamento dell'ansia.
    Xanax è anche efficace nel trattamento dell'ansia associata a depressione e nel trattamento del disturbo da attacchi di panico con o senza evitamento fobico. È anche indicato per bloccare o attenuare gli attacchi di panico e le fobie nei pazienti affetti da agorafobia con attacchi di panico.
    Le benzodiazepine sono indicate soltanto quando il disturbo è grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio."

    Penso se poesia che si chiama Xanax, dovrebbe essere antidepressiva e tranquillante, invece al contrario…
    O è la descrizione originale dell’ indicazione terapeuticha?
    credo che mettere in rima
    il contenuto del bugiardino
    non sarebbe stato la stessa cosa ...


  15. #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1356
    Thanks Thanks Given 
    49
    Thanks Thanks Received 
    67
    Thanked in
    45 Posts

    Predefinito

    Caro Hot, quello che hai scritto è autobiografico? Oppure l'hai scritto dopo che hai letto qualche post del forum?...

    Se hai sorriso alla battuta mi fa piacere e vuol dire che il periodo "nero" che descrivi nei tuoi versi e che probabilmente hai vissuto, è stato superato

    "...la veste dei fantasmi del passato, cadendo lascia il quadro immacolato e s'alza un vento tiepido di amore, di vero Amore", conosci questi versi, vero? Voglio dare un finale positivo al tuo componimento: dopo la notte c'è sempre il giorno, dopo il buio la luce e se tu sei qui a raccontarcelo vuol dire che non hai più bisogno di xanax...

Discussioni simili

  1. 16° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 59
    Ultimo messaggio: 02-23-2015, 06:50 PM
  2. 12° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 59
    Ultimo messaggio: 05-26-2014, 05:50 PM
  3. 9° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da Minerva6 nel forum Poesia
    Risposte: 82
    Ultimo messaggio: 09-04-2013, 04:15 PM
  4. 4° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da alessandra nel forum Poesia
    Risposte: 76
    Ultimo messaggio: 02-03-2013, 11:18 PM
  5. 3° Poeticforum - Le poesie che amiamo
    Da elisa nel forum Poesia
    Risposte: 56
    Ultimo messaggio: 03-28-2012, 05:10 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •