Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 11 PrimoPrimo 1234567891011 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 153

Discussione: Gli anniversari della bellezza

  1. #16
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    3020
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    594
    Thanks Thanks Received 
    726
    Thanked in
    371 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vitt96 Vedi messaggio
    Oggi è l'anniversario di nascita del grande Sigmund Freud, padre della psicoanalisi, una branca della psicologia che ancora oggi viene praticata, nonostante alcuni ne sostengano l'inutilità. Le sue teorie, classificate come surclassate, sono tutt'oggi al centro di accesi dibattiti. Numerose le scuole di pensiero nate dalle diverse interpretazioni delle sue scoperte scientifiche. Innegabile il suo contributo nel definire l'inconscio, nel dare una definizione scientifica ad alcune malattie psichiche che venivano viste in una luce superstiziosa ed erronea, ad esempio l'isteria. Le teorie di Freud sono state, insieme alle scoperte scientifiche di Einstein, una delle cause che ha portato alla perdita di certezze che caratterizza il Novecento, influenzando anche la letteratura. L'autore che più di tutti si è avvicinato alle vedute di Freud, seppur dissociandosene in parte, è Italo Svevo che con l'opera ritenuta il suo capolavoro, La coscienza di Zeno, mette in scena l'introspezione del personaggio seguendo i canoni della psicoanalisi.

    L'opera ritenuta la più importante è L'interpretazione dei sogni che, lungi dall'essere una semplice trattazione sui sogni e sulla loro comprensione, è un vero e proprio manifesto della psicoanalisi, dove Freud spiego il suo pensiero e le sue teorie riguardo all'inconscio: partendo dalla definizione di inconscio stesso, di Io, Es e Super-Io e quindi la "distruzione" del concetto di libero arbitrio; la tanto discussa teoria della sessualità; i vari processi inconsci (la fissazione, la traslazione, la rimozione, ...). Un sunto che pur sembrando di difficile lettura e trattando argomenti che per la maggior parte sono stati smontati dalle più moderne scoperte nel campo delle neuroscienze resta uno dei libri più importanti del novecento, capace di offrire un affresco verosimile del pensiero dell'epoca, trattato da una prospettiva oggettiva.
    Ritengo Freud una personalità unica nel suo genere capace di affascinare per la sua fiducia nella scienza e per la sicurezza che aveva in sé e nelle sue opinioni.
    Non è molto bello utilizzare i 3d per farsi i complimenti...ma le eccezioni devono esserci sempre.

    Complimentissimi, post veramente bello

  2. #17
    Member
    Data registrazione
    Feb 2016
    Località
    In Campania
    Messaggi
    86
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Zingaro di Macondo Vedi messaggio
    Non è molto bello utilizzare i 3d per farsi i complimenti...ma le eccezioni devono esserci sempre.

    Complimentissimi, post veramente bello
    Ti ringrazio ; Freud è stato uno dei primi che, attraverso i suoi scritti, mi ha iniziato a far dubitare di molti concetti che ritenevo certezze, non potevo non dedicargli qualche riga

  3. #18
    Ananke
    Data registrazione
    Feb 2014
    Località
    Mantova
    Messaggi
    2696
    Thanks Thanks Given 
    196
    Thanks Thanks Received 
    257
    Thanked in
    170 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vitt96 Vedi messaggio
    Oggi è l'anniversario di nascita del grande Sigmund Freud, padre della psicoanalisi, una branca della psicologia che ancora oggi viene praticata, nonostante alcuni ne sostengano l'inutilità. Le sue teorie, classificate come surclassate, sono tutt'oggi al centro di accesi dibattiti. Numerose le scuole di pensiero nate dalle diverse interpretazioni delle sue scoperte scientifiche. Innegabile il suo contributo nel definire l'inconscio, nel dare una definizione scientifica ad alcune malattie psichiche che venivano viste in una luce superstiziosa ed erronea, ad esempio l'isteria. Le teorie di Freud sono state, insieme alle scoperte scientifiche di Einstein, una delle cause che ha portato alla perdita di certezze che caratterizza il Novecento, influenzando anche la letteratura. L'autore che più di tutti si è avvicinato alle vedute di Freud, seppur dissociandosene in parte, è Italo Svevo che con l'opera ritenuta il suo capolavoro, La coscienza di Zeno, mette in scena l'introspezione del personaggio seguendo i canoni della psicoanalisi.

    L'opera ritenuta la più importante è L'interpretazione dei sogni che, lungi dall'essere una semplice trattazione sui sogni e sulla loro comprensione, è un vero e proprio manifesto della psicoanalisi, dove Freud spiego il suo pensiero e le sue teorie riguardo all'inconscio: partendo dalla definizione di inconscio stesso, di Io, Es e Super-Io e quindi la "distruzione" del concetto di libero arbitrio; la tanto discussa teoria della sessualità; i vari processi inconsci (la fissazione, la traslazione, la rimozione, ...). Un sunto che pur sembrando di difficile lettura e trattando argomenti che per la maggior parte sono stati smontati dalle più moderne scoperte nel campo delle neuroscienze resta uno dei libri più importanti del novecento, capace di offrire un affresco verosimile del pensiero dell'epoca, trattato da una prospettiva oggettiva.
    Ritengo Freud una personalità unica nel suo genere capace di affascinare per la sua fiducia nella scienza e per la sicurezza che aveva in sé e nelle sue opinioni.
    Lui è stato "il padre" di tutti i grandi del novecento, colui che ha "aperto la via" con le sue teorie sull'inconscio e psicoanalisi, vedi il flusso di coscienza di Joyce , ma anche tanti altri come hai citato Svevo o Musil, Mann, ecc.

  4. #19
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 8 maggio

    Muore oggi nel 1903 Paul Gauguin

    Ho letto un libro di Vargas Llosa su di lui, Il Paradiso è altrove, molto interessante perché mi ha permesso di conoscere la sua storia di uomo prima ancora che di artista



    “NAFEA FAA IPOIPO“: IL RECORD MONDIALE FIRMATO GAUGUIN | VeniVidiVici

  5. #20
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2255
    Thanks Thanks Given 
    382
    Thanks Thanks Received 
    238
    Thanked in
    149 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    Muore oggi nel 1903 Paul Gauguin

    Ho letto un libro di Vargas Llosa su di lui, Il Paradiso è altrove, molto interessante perché mi ha permesso di conoscere la sua storia di uomo prima ancora che di artista



    “NAFEA FAA IPOIPO“: IL RECORD MONDIALE FIRMATO GAUGUIN | VeniVidiVici
    Lessi il suo diario "Noa-Noa ed altri scritti"
    Grande pittore Gauguin

  6. #21
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 9 maggio

    Nel 1860 nasce J. M. Barrie, autore scozzese, attivo tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento, ricordato come il padre di Peter Pan.


  7. #22
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 11 maggio

    Un giorno dopo la sottoscritta (non me lo ricordavo) nasce nel 1904 Salvador Dalí, autore surrealista da me molto apprezzato soprattutto per le sue sculture. Ho visitato 3 mostre, la prima a Parigi, poi a Firenze ed infine a Roma per ammirare le sue (per me) stupende e incredibili opere.

    Di questo quadro, La persistenza della memoria, ho fatto il puzzle , ce l'ho a parete in casa





  8. #23
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2255
    Thanks Thanks Given 
    382
    Thanks Thanks Received 
    238
    Thanked in
    149 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    Un giorno dopo la sottoscritta (non me lo ricordavo) nasce nel 1904 Salvador Dalí, autore surrealista da me molto apprezzato soprattutto per le sue sculture. Ho visitato 3 mostre, la prima a Parigi, poi a Firenze ed infine a Roma per ammirare le sue (per me) stupende e incredibili opere.

    Di questo quadro, La persistenza della memoria, ho fatto il puzzle , ce l'ho a parete in casa




    Piace molto anche a me. L'ho visto in mostre differenti in Italia.
    Poi a Madrid nei maggiori musei della città

  9. #24
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 12 maggio

    Nel 1700 nasce Luigi Vanvitelli, celebre soprattutto per la Reggia di Caserta

    Andate a visitarla


  10. #25
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 14 maggio

    Nel 1947 fu inaugurato il primo teatro stabile italiano: Con lo slogan «Un Teatro d’'arte per tutti», un attore e un impresario teatrale, entrambi non ancora trentenni, fondarono il primo teatro stabile italiano, inaugurando l'idea di teatro come "servizio pubblico", fortemente radicato sul territorio. Preziosa palestra per generazioni di attori, è ancora oggi un simbolo della cultura italiana nel mondo.
    A due anni dalla fine della Seconda guerra mondiale, l'Italia era ancora un paese da ricostruire e le priorità riguardavano la riqualificazione degli edifici abitativi e produttivi insieme al ripristino dei servizi essenziali alla persona (come elettricità, acqua, etc). La discussione che teneva banco in quel periodo verteva sull'opportunità o meno di includere, tra gli interventi d'emergenza, il recupero dei teatri.
    In questo contesto s'inserì l'idea rivoluzionaria di due giovani, Giorgio Strehler, attore triestino, e Paolo Grassi, impresario d'arte milanese. Legava i due un'amicizia di vecchia data, cresciuta nel segno del comune amore per il palcoscenico e cementatasi attraverso l'impegno sociale e il dramma vissuto durante la guerra e l'oppressione del regime fascista.
    La loro posizione, esposta in un articolo sulla rivista Sipario, aveva come principio cardine la visione del teatro come un «pubblico servizio nato per la collettività», che per questo necessitava di uno sforzo comune per sottrarlo alla dimensione contingente di luogo per pochi eletti, riconsegnandolo alla sua precipua funzione di «strumento di elevazione spirituale e di educazione culturale a disposizione della società».
    Ciò implicava la creazione di un'impresa culturale meno vincolata alla logica degli incassi e più attenta alla funzione sociale del teatro. L'obiettivo era di garantire un cartellone di spettacoli di alto livello, rendendolo fruibile a una platea più ampia possibile (comprensiva delle fasce meno abbienti come studenti e media e piccola borghesia) attraverso forme di abbonamento più convenienti.
    La traduzione pratica di questi concetti fu la fondazione del Piccolo teatro della Città di Milano, che Strehler e Grassi inaugurarono mercoledì 14 maggio del 1947, nell'ex cinema Broletto di via Rovello (a due passi dal Castello Sforzesco), convertito in sala teatrale da cinquecento posti con delibera della Giunta comunale del 26 gennaio dello stesso anno. Il sipario si alzò per la prima volta sul dramma "L'albergo dei poveri" del drammaturgo russo Maksim Gor'kij.
    La sua fondazione segnò la nascita in Italia del primo teatro stabile, di proprietà del Comune e gestito come ente autonomo pubblico, a differenza dei teatri ordinari affidati alla gestione di privati. Diretto dai due fondatori per vent'anni, il repertorio proposto era di livello internazionale e alternava una rilettura dei grandi classici del passato, come Shakespeare e Goethe, al teatro impegnato del primo Novecento, come Luigi Pirandello e Bertold Brecht.
    Cavallo di battaglia della programmazione del Piccolo, e suo principale biglietto da visita nel mondo, restò negli anni la commedia in maschera Arlecchino servitore di due padroni di Carlo Goldoni. L'addio di Grassi nel 1972, chiamato a dirigere la Scala, lasciò la guida a Strehler, che nel 1986 vi istituì una scuola di recitazione, destinata a diventare un pilastro fondamentale della formazione teatrale dell'Italia.
    Insignito nel 1991 dello status di Teatro d'Europa, il Piccolo venne ampliato alla fine degli anni Novanta e intitolato alla memoria di Strehler, scomparso nel 1997.

  11. #26
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 15 maggio

    Nel 1886 all'età di 56 anni muore la poetessa americana Emily Dickinson

    Ricordiamola con queste poesie:

    1- Da semplici doni e impacciate parole
    Il cuore umano è informato
    Del nulla -
    Il "Nulla" è la forza
    Che rinnova il Mondo -


    2- Ci sono due Posso
    E poi un Devo
    E dopo ancora un Farò.
    Com'è infinito il compromesso
    Che indica io voglio!


    3- C'è una sofferenza - così assoluta -
    Che ingoia l'Essere -
    Poi copre l'Abisso con l'Estasi -
    Così la Memoria può passarci
    Intorno - attraverso - sopra -
    Come Chi immerso nel Deliquio -
    Proceda sicuro - dove un occhio aperto -
    Lo farebbe cadere - Osso dopo Osso -

  12. #27
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    Ucraina Kiev
    Messaggi
    596
    Thanks Thanks Given 
    51
    Thanks Thanks Received 
    96
    Thanked in
    51 Posts

    Predefinito 125 anni fa nasceva Michail Bulgakov

    Michail Bulgakov, nasceva a Kiev il 15 maggio del 1891.
    Nel 1916 si laureò (in ritardo: si era iscritto nel 1909) in medicina, con menzione d'onore, presso l'Università di Kiev, allora dedicata a San Vladimir (oggi Università nazionale "Taras Ševčenko").

    La casa dei Bulgakov a Kiev:






  13. #28
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito

    Grazie olga , sul sito dell'almanacco dove riporta gli anniversari che sto postando questo non c'era .

  14. #29
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 19 maggio

    Nel 1864 muore Nathaniel Hawthorne

    Nella sezione autori ho riportato quello che ho letto di lui, se volete collaborare anche voi lo trovate qui
    http://www.forumlibri.com/forum/auto...nathaniel.html

  15. #30
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14084
    Thanks Thanks Given 
    855
    Thanks Thanks Received 
    650
    Thanked in
    470 Posts

    Predefinito 22 maggio

    Scomparsi oggi rispettivamente nel 1885 e nel 1873 due grandi autori della letteratura francese ed italiana

    Victor Hugo e Alessandro Manzoni

    Del primo () finora non ho mai letto nulla, pur conoscendo molto bene la storia de I miserabili attraverso i fumetti letti da piccola (allora qualcosa l'avevo letto ) e il film più famoso con Depardieu, mentre dell'altro ho delle conoscenze scolastiche però molto approfondite soprattutto per la lettura critica de I promessi sposi e delle sue poesie (un passo de Il 5 maggio - ai posteri l'ardua sentenza- lo citai anche nel tema di maturità sull'attualità anno 1994)

Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. La bellezza della ...vignetta
    Da asiul nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 268
    Ultimo messaggio: 10-04-2017, 12:05 AM
  2. La bellezza della Satira.
    Da Shoofly nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 01-14-2015, 04:45 PM
  3. La Bellezza della carie
    Da Fabio nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 09-30-2012, 06:25 PM
  4. La bellezza della lettura
    Da elisa nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 04-22-2012, 08:14 PM
  5. La Bellezza della conquista
    Da Fabio nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 08-25-2008, 12:55 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •