"La città è avvolta nel silenzio della notte. Ma Ellen non riesce a prendere sonno. Si domanda se quegli occhi che ha incrociato di sfuggita siano proprio di Andreas, il suo amico d'infanzia che non vede da anni. Tutto è partito da quell'attimo. Da allora è stato impossibile frenare il flusso dei ricordi che l'hanno riportata dove non avrebbe mai voluto: a Grund. Alla casa tra i salici sulla riva del fiume; al gracchiare lontano delle rane; al riflesso dorato dei campi di girasole. Lì dove Ellen è cresciuta ed è stata felice, si è innamorata, ma ha anche sofferto. Per sua madre che ogni giorno più distante da lei non poteva più rallegrarla con la magia dei suoi dolci; per la fine della sua amicizia con Andreas che all'improvviso, senza spiegazione, ha deciso di non parlare più con nessuno. Per l'abbandono di Lutz, il padre di sua figlia, che un giorno è andato via senza fare ritorno. Per Marthe che non è mai riuscita a esprimersi veramente, lasciando che fossero le pagine del suo diario a parlare per lei. Ma ora che le lancette corrono trascinate dall'insonnia, Ellen deve fare i conti con il suo passato. Deve cercare delle risposte ai troppi misteri che affollano la sua mente. Deve scoprire se era davvero Andreas l'uomo che ha incontrato. Se lui, che l'ha visto per l'ultima volta, sa cosa è successo a Lutz. Perché a volte ciò che chiamiamo vita in realtà è un sogno, e ciò che chiamiamo sogno è vita.
Dopo il grande successo del Sapore dei semi di mela, per mesi in classifica, finalmente Katharina Hagena torna con un nuovo romanzo attesissimo in tutta Europa. Un libro che si legge tutto d'un fiato e che ammalia a ogni pagina. Una protagonista indimenticabile ancora legata al suo passato, che in una notte insonne cerca le risposte che aspetta da sempre. Risposte che la riportano con i ricordi a una casa, ai suoi profumi, ai misteri mai svelati, alle persone che le sono state accanto e ai loro segreti."

Questo romanzo mi ha lasciata perplessa,in alcuni momenti mi piaceva lo stile dell'autrice,la scorrevolezza,il linguaggio usato,la capacità descrittiva mentre in altri momenti mi chiedevo "beh ma succederà qualcosa?" si perché in pratica ci troviamo davanti ai ricordi dii Ellen,che ripensa al passato durante una notte insonne.d'altro canto in ogni capitolo cè una parte narrata da un altra persona(non dico chi per non fare spoiler) e questa parte è sempre abbastanza delirante,poco logica.
Si parla un pochino dell'adolescenza di Ellen,dei suoi genitori,poi della sua vita con la bambina che ormai è cresciuta e sempre mi domandavo... "e quindi????"insomma per tutto il romanzo mi aspettavo un colpo di scena e nulla...
Finchè arriva il finale e a 15 pagine dal termine finalmente si capisce tutto;misteri svelati insomma ma la suspense era talmente poca che in effetti sono rimasta un pochino interdetta.
Un altro punto debole sono i personaggi,non mi sono particolarmente piaciuti e non ho provato simpatie o antipatie.
Non brutto ma nemmeno bello,un libro leggero senza troppe pretese ma con un ritmo narrativo decisamente troppo lento.