Opera molto differente dalla media delle opere di Zweig reperibili in edizioni italiane recenti, in quanto è relativamente ponderosa nella quantità di pagine ed è di fatto un saggio storico - culturale sulla città di Vienna intrecciato ad alcuni aspetti della vita dell'autore, senza che però tutto ciò si traduca in una biografia (nulla sappiamo ad esempio della personalità delle due mogli di Zweig o dei gentori).
Da questo testo emergono alcuni nuclei ben precisi e cioè l'impegno culturale costante per una nuova europa pacifica e senza confini, impegno però lucidamente avvertito dall'autore come velleitario e impotente di fronte alla brutalità di due guerre mondiali e la profonda passione per la cultura e la letteratura, considerate come unico valore altissimo dell'umanità.
A tratti affascinante ma per lo più statico e lento, è comunque la testimonianza di una personalità eccezionale e irripetibile.
Voto: 7