Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Diario di scuola

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 16

Discussione: Pennac, Daniel - Diario di scuola

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    174
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Pennac, Daniel - Diario di scuola

    Questo libro affronta il grande tema della scuola dal punto di vista degli alunni. In verità dicendo "alunni" si dice qualcosa di troppo vago: qui è in gioco il punto di vista dei "somari", di quelli che vanno male a scuola.
    Pennac, ex somaro lui stesso, studia questa figura popolare e ampiamente diffusa dando le nobiltà, restituendole anche il peso d'angoscia e di dolore che le appartiene.
    Ma Diario di scuola è anche il racconto della sue esperienza di insegnante: con riflessioni e note autobiografiche.



    Se siete studenti e siete in periodi di esami o pagelle NON LEGGETE QUESTO LIBRO, in quanto aumenterà notevolmente il vostro tasso d'angoscia!!!
    Ma a parte ciò è un libro molto bello, che soprattutto fa riflettere e apre la mente a pensieri e idee nuove
    Ultima modifica di elisa; 08-26-2009 alle 05:21 PM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Mi ha molto divertito questo libro...... la capacità di Pennac di descrivere la sua situazione di ex-somaro è così realistica e ironica.....che mi sono sopresa più a volte a ridere di cuore
    non condivido in pieno l'idea di non leggere questo libro se si è studenti (anche se il parere è di chi studente non lo è più da lungo tempo ).....anzi per me è il contrario........ forse fornisce proprio agli studenti (e soprattutto a quelli meno brillanti) la fiducia di poter in ogni caso avere un futuro, di poter "diventare" anche un figura di spicco nella società, di trovare insomma una strada per far uscire le proprie potenzialità (e io conosco diverse persone, oggi affermati professionisti, che hanno un passato non certo di studente-modello!!!).......in fondo l'etichetta di "somaro" non è un marchio impresso con il fuoco !
    Ultima modifica di elisa; 08-26-2009 alle 05:21 PM. Motivo: edit caratteri

  3. #3
    Mobile Member
    Data registrazione
    Jun 2007
    Località
    Messina
    Messaggi
    760
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho visto questo libro in libreria e credo proprio sarà un mio prossimo acquisto!!
    Ultima modifica di elisa; 08-26-2009 alle 05:22 PM. Motivo: edit caratteri

  4. #4
    b
    Data registrazione
    Jun 2007
    Località
    vagabondo triestino
    Messaggi
    320
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    mia moglie l'ha finito ieri sera. Non mi è sembrata entusiasta, si caruccio ma nulla più

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    lo sto leggendo adesso carino...

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    174
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da elena
    non condivido in pieno l'idea di non leggere questo libro se si è studenti
    Mi hai frainteso, io mi riferivo agli studenti con esami in corso e/o pagelle, perchè io che mi trovo in una situazione del genere l'ho trovato decisamente angoscioso...ma non mi riferivo a tutti gli studenti in generale..

  7. #7

    Predefinito

    Mi avete convinto. Lo comprerò.

  8. #8

    Predefinito

    molto molto carino, anche se a tratti un po' ripetitivo! La cosa che traspira di più da questo libro, a mio avviso,è un senso di fiducia molto forte, come a volerlo ricordare a tutti i lettori...

  9. #9
    Scimmia ballerina
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3071
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    40
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    lo sto leggendo..un o' a rilento perchè ho da faremolto in qst periodo..per ora carino...

  10. #10
    Scimmia ballerina
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3071
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    40
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Mrs. Rog Vedi messaggio
    [b]


    Se siete studenti e siete in periodi di esami o pagelle NON LEGGETE QUESTO LIBRO, in quanto aumenterà notevolmente il vostro tasso d'angoscia!!!
    be mica tanto in fondo pennac da professore cerca sempre di aiutare chi va meno bene..di fargli capire che, volendo, impegnandosi, può arrivare a quel 6....

    libro bello...voto4\5 consigliato!!!
    Ultima modifica di elisa; 08-26-2009 alle 05:22 PM. Motivo: edit caratteri

  11. #11
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2009
    Località
    Siena
    Messaggi
    1654
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    mi aspettavo un pochino di più da questo libro...
    scritto benissimo, ovviamente... Pennac è una garanzia da questo punto di vista...
    Sono d'accordo con l'intervento di Elena, sposo in toto quello che ha scritto... ma devo ammettere che è proprio questo che mi ha deluso di più del libro... Pennac lascia molto spazio al racconto delle sue esperienze da insegnante: riflessioni, esperienze, metodi di insegnamento per gli studenti meno inclini all'apprendimento, rapporto con i genitori, strategie per conquistare l'attenzione della classe... ne viene fuori un quadretto molto carino che strappa più di una volta un sorriso...
    ma il Pennac giovane, studente, negligente, somaro viene lasciato un po' in secondo piano, confinato alle prime pagine del libro... così come il punto di vista che prevale durante la narrazione non è quella del somaro bensì quella dell'insegnante che ha a che fare con studenti non proprio modello...
    è Pennac che parla, non Pennacchioni (come invece speravo)...

  12. #12
    Fantastic Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    1996
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Un lavoro a metà tra il saggio, riflessioni, racconti di vita vissuta. Molto arguto, ironico e ben scritto, questo libro ci mostra la realtà scolastica attraverso gli occhi del "somaro", e lo fa senza esaltazione o autocompiacimento ma con dolorosa sofferenza, superata solo grazie all'intervento di qualche professore provvidenziale.. Più che un libro sul somaro, è un libro sulla figura del professore e delle sue capacità di aiutare i ragazzini a uscire dalle etichette imposte.. Bellissimo lo sdoppiamento Pennac professore/Pennacchioni studente, alla fine sono la stessa persona, solo dal lato diverso dell'aula!

    Sì, è la prerogativa dei somari, raccontarsi ininterrottamente la storia della loro somaraggine: faccio schifo, non ce la farò mai, non vale neanche la pena provarci, tanto lo so che vado male, ve l'avevo detto, la scuola non fa per me... La scuola appare loro un club molto esclusivo di cui si vietano da soli l'accesso. Con l'aiuto di alcuni professori, a volte.


    Quale che sia la materia insegnata, un professore scopre ben presto che, ad ogni domanda posta, lo studente interrogato ha a disposizione tre risposte possibili: quella giusta, quella sbagliata, quella assurda.

    [Daniel Pennac, Diario di scuola, traduzione di Yasmina Melaouah, Feltrinelli, 2008. ISBN 9788807017445]

  13. #13
    Member SuperNova
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terni...
    Messaggi
    3348
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    142
    Thanks Thanks Received 
    150
    Thanked in
    66 Posts

    Predefinito

    Non so, forse avevo fatto riposto aspettative su questo libro o forse essendo il primo libro di Pennac che ho letto, dovrei entrare nella sua ottica/linguaggio...a parte due, tre capitoli, son rimasta un pò delusa ....

  14. #14
    Victorian Lady
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Hobbiville, La Contea
    Messaggi
    1155
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Dal tono un po' mesto e malinconico, Diario di scuola analizza attraverso gli occhi di un redento somaro divenuto professore, i molteplici aspetti della gestione scolastica, con occhi puntati soprattutto sugli studenti, sui loro sentimenti, la loro sensibilità, le loro capacità, ed il rapporto da instaurare con essi. Non il miglior Pennac, del libro resta impressa qualche piccola perla estrapolata qua e là, ma si è ben lontani dal senso di appagamento che molti altri suoi libri lasciano, inebriando il lettore di soddisfazione.
    Non indispensabile, promosso solo a metà.

  15. #15
    Member
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Siena
    Messaggi
    98
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Incrociando i ricordi da professore a quelli di alunno “somaro”, Pennac cerca il punto di incontro tra la solitudine dello studente che “non ce la fa” e quella dell’insegnante attonito e imbarazzato proprio dalla natura di quel piccolo, misterioso “ce”. L’autore/professore è convinto che, prima di tutto, venga il fatto linguistico: per destrutturare le convinzioni sbagliate, guardarle in faccia e collocarle nella loro giusta casella (quel “ce”, quel “lo” di “Ma lo fai apposta!”), per dare loro un significato concreto (un nome proprio) in modo che facciano meno paura.
    Buona l’intenzione ma, ancora una volta, non ci sono soluzioni spendibili sempre e ovunque (cosa di cui, onestamente, l’autore preavverte) ma solo il “mestieraccio”, la pratica delle ore sudate in classe. Ci sono sì alcuni “trucchi” che possono aiutare, e ognuno ha i suoi; Pennac ne suggerisce qualcuno, ripescato da pratiche da molti snobbate come antiche: memorizzare tutti insieme passi di letteratura come forma di educazione alla bellezza; l’appello della prima ora attraverso il quale si prende coscienza di sé e del proprio esserci nella classe.
    Belle le pagine di analisi (più emozionale che sociologica) sui ragazzi delle banlieues; bella anche se abusata la metafora che chiude il libro: il lavoro dell’insegnante come quella del buon naturalista, che raccoglie la rondine tramortita e l’aiuta a spiccare il volo, senza sapere quale sarà, e se mai si compirà, il suo viaggio verso sud.

Discussioni simili

  1. Pennac, Daniel - Il paradiso degli orchi
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 41
    Ultimo messaggio: 02-12-2014, 03:16 PM
  2. Pennac, Daniel - Come un romanzo
    Da labonsai nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 19
    Ultimo messaggio: 12-12-2013, 02:55 PM
  3. Pennac, Daniel - La prosivendola
    Da cla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 12-29-2012, 10:47 PM
  4. Pennac, Daniel - la saga dei malaussène e non solo!
    Da non_so_dove_volare nel forum Autori
    Risposte: 37
    Ultimo messaggio: 10-06-2009, 07:48 PM
  5. SCUOLA? ahiahiahi
    Da elisa nel forum Amici
    Risposte: 22
    Ultimo messaggio: 11-06-2007, 11:53 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •