Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Mostra risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Youtuber: sono dei lavoratori?

  1. #1

    Predefinito Youtuber: sono dei lavoratori?

    In questi ultimi tre anni ho scoperto guardando su youtube che sta prendendo piede una nuova figura, e cioè lo Youtuber, colui che vive (almeno in teoria) facendo video su argomenti di varia natura.
    Non entro nel merito perchè quasi sempre sono argomenti a me totalmente ignoti da cui sono separato dalla differenza di generazione e dal campo di interessi, tuttavia mi pongo questa domanda: questi ragazzi a vostro avviso sono considerabili lavoratori, percepiscono cioè uno stipendio e afferiscono a una qualunque forma di regolamentazione?

    E inoltre: cosa ne pensate del fenomeno in sè, al di là degli aspetti tecnici e burocratici?

  2. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    -Bergamo
    Messaggi
    11875
    Thanks Thanks Given 
    506
    Thanks Thanks Received 
    544
    Thanked in
    267 Posts

    Predefinito

    Argomento interessante Prof.
    L'unica youtuber che seguo assiduamente è Clio (Clio Make up) e ti posso garantire che lei ne ha fatto una professione e sicuramente guadagna con quello che fa, non solo con quello perché è una make up artist e lavora anche alle sfilate o per i vari eventi ma di sicuro You tube le ha dato una bella spinta. Io personalmente credo che quelli che sono arrivati a farne un lavoro sono partiti da un' "intuizione" avuta in tempi non sospetti, cioè quando You tube era agli albori; Clio nel 2007 ha creato una cosa che non esisteva, almeno non in Italia: l video tutorial di make up e ha insegnato a truccarsi a stuoli di ragazze (me compresa).
    Ha avuto un'idea, ha funzionato alla grande e adesso ne raccoglie i frutti.
    Lo stesso dicasi per i blog di moda, Chiara Ferragni ha creato il "mestiere" della fashion blogger e adesso guadagna milionate di Euro.
    Con Internet secondo me la chiave è avere intuizione ed anticipare i tempi.
    Ora come ora secondo me emergere è più complicato, chiunque sa scrivere apre un blog, su qualunque cosa, chiunque sa fare qualunque cosa apre un canale you tube...

  3. #3

    Predefinito

    Lo youtuber vive secondo le regole dell'affiliazione. In funzione del tempo che si totalizza sui video (non più sul numero di visualizzazioni), si percepisce una provigione.

    E' un modello retributivo che segue la logica commerciale che regolamenta la rete.

    Nonostante i contenuti che questi ragazzi divulgano siano spesso criticabili (a mio avviso), va considerato che il tempo per registrare e montare in modo adeguato un filmato equivale a molte ore di lavoro, senza contare il tempo impiegato per rispondere ai propri followers.

    In Italia è un modello lavorativo che non rientra in nessuna categoria e, come tale, non è regolamentato in senso stretto. Oltreoceano potrebbe essere visto come lavoro freelance.

  4. #4
    Balivo di Averoigne
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Kahora
    Messaggi
    3777
    Thanks Thanks Given 
    2
    Thanks Thanks Received 
    64
    Thanked in
    48 Posts

    Predefinito

    Non è di sicuro regolamentato ma questi ragazzi, specie i più popolari, percepiscono alte provvigioni!
    Io ne seguo diversi e molti di questi meritano davvero! Postare video quasi tutti i giorni è un lavoro non da poco! Anche solo per trovare qualcosa di decente di cui parlare!
    Ho poi casualmente assistito a un meeting con una di questi famosi youtuber, era strapieno di gente in delirio! La cosa funziona quindi!

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    783
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Io seguo vari youtuber e con il tempo ho imparato a scremare i canali selezionando solamente quelli che potessero offrire una certa qualità. In questo modo ho creato una specie di mio personale palinsesto multi tematico che mi ha fatto abbandonare quasi del tutto la tv.
    Seguo youtuber che realizzano splendidi video di viaggio, che parlano di libri, che realizzano simpatiche animazioni o raccontano la vita in un paese straniero ( nel mio caso il Giappone ).
    Di come guadagnano si è parlato ma non si tratta mai di cifre esorbitanti, tanto da poterci campare per tutta la vita ( escludendo casi eccezionali,ma sono pochi). Molti possono viaggiare grazie a varie sponsorizzazioni di aziende che sfruttano la loro fama per ottenere pubblicità. Lo stesso per marchi come la Fanta, se non erro, che ha sponsorizzato una delle youtuber del momento.
    Nessuno di loro vive solamente facendo lo youtuber, nei loro canali spesso si parla di questo aspetto.
    Youtuber molto seguiti, soprattutto dagli adolescenti, hanno scritto libri che hanno riscosso grande successo e quindi anche in quel caso il guadagno è assicurato.
    Per concludere credo che i video siano una parte del lavoro di questi ragazzi, un mezzo per farsi conoscere e pubblicizzare la loro attività principale.

  6. #6
    Πάντα ρει ώς ποθαμός
    Data registrazione
    Dec 2011
    Località
    "Ti dono Satyrion, ti concedo di abitare il ricco paese di Taras e diventare flagello degli Iapigi."
    Messaggi
    2316
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ne seguo pochi, attualmente: sono maggiormente canali di cucina, fai-da-te, videogiochi, arte, divulgazione.
    Montare ed editare i video non è cosa da poco, anzi comporta parecchie ore di lavoro tra registrazione, montaggio e pubblicazione. Quindi direi che coloro che detengono un canale seguito e attivo svolgano a tutti gli effetti un lavoro.
    So che si guadagna in base alle visualizzazioni (non vorrei dire baggianate ma mi pare che si prenda 1 cent ogni 1000 visual) e si può avere la possibilità di ottenere la partnership, con Youtube stessa o con altri network, che prendono percentuali differenti (allo stato attuale delle cose Youtube pare sia la più conveniente). Avere la partnership comporta l'obbligo di fare un tot di video a settimana. Lo youtuber, poi, specie se famoso, partecipa a convention di vario genere, aumentando la propria popolarità.

  7. #7
    Utente stonato
    Data registrazione
    Aug 2016
    Località
    Fra antiche rovine
    Messaggi
    507
    Thanks Thanks Given 
    81
    Thanks Thanks Received 
    202
    Thanked in
    121 Posts

    Predefinito

    Sì, trattasi di un lavoro vero e proprio (almeno dal punto di vista della fatica e dell' impegno necessari ed impiegati). E' già stato spiegato come guadagnano, aggiungo solo che la loro crescente popolarità gli permette di affacciarsi ad altri settori (scrivono libri, di dubbia qualità, partecipano a film, trasmissioni, etc..). Sono curioso di sapere se pagano tasse e come vengono "visti" per la pensione (ok, scusatemi il gergo indegno, ma so veramente pochissimo sul tema).
    Pià sopra si parlava di canali che interessantissimi (mi riferisco in particolare a Go Daigo), chiedo, se possibile, dei consigli, se non sono OT.

  8. #8
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3569
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    59
    Thanked in
    33 Posts

    Predefinito

    E' il mercato. Una volta la gente guardava la televisione, programmi imposti, pubblicità improvvise, poca scelta etc. e la maggioranza del budget per la pubblicità andava la.
    Ora ci sono video che intercettano la domanda della gente, criticabili o meno non importa, favij penso sia meno peggio dei vecchi programmi televisivi di una volta tipo grande fratello. E di riflesso, finalmente, il budget di spesa in pubblicità va in youtube.
    Quando sparirà la casalinga di Voghera e le nonnine che ancora guardano la tv, tutto il budget pubblicità della tv si riverserà su youtube.
    Darwin per l'essere umano l'ha definita evoluzione naturale: stessa cosa.

    Venedo alla domanda: se lo fai con un piano e con fine imprenditoriale, sì, è un lavoro. E grazie a dio che ce ne sono.

    Sono curioso di sapere se pagano tasse e come vengono "visti" per la pensione (ok, scusatemi il gergo indegno, ma so veramente pochissimo sul tema).
    Come ogni altro precario o professionista: gestione separata.

Discussioni simili

  1. Tartaglia, Eduardo - Sono un pirata, sono un signore
    Da Minerva6 nel forum Piccola cineteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-04-2013, 06:50 PM
  2. Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 07-22-2011, 09:52 PM
  3. Anais - Ciao sono Anais, sono appena arrivata ....
    Da Anais nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 11-21-2010, 10:56 PM
  4. Di chi sono le stelle? Secondo me sono tutte mie!
    Da Fabio nel forum Tutto Bellezza e tutto Cultura
    Risposte: 31
    Ultimo messaggio: 01-08-2010, 08:52 PM
  5. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 05-04-2008, 06:49 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •