Nella sua casa sulle mura di Lahore, la bellissima prostituta Lalun, esperta di canto e di danza, osserva con curiosità e partecipazione il complicatissimo universo indiano che lì si affolla per godere dei suoi favori.

L'impossibilità per un occidentale come Kipling di comprendere l'India con i suoi tumulti e le sue contraddizioni, si resta ad osservare senza partecipare, con ironia e un velo di pregiudizio, Un racconto che mette il focus anche sull'odio razziale e religioso tra indù e musulmani, quanto mai attuale in questo periodo storico di contrapposizioni religiose.