" A undici anni ho rotto il porcellino e sono andato a puttane."

Con questo felicissimo incipit (ho riso per due giorni) alla Simenon (come tecnica) quell'abile scrittore- furbone di Schmitt ci introduce ad una storia divertentissima, leggera e profonda su un incontro tra negozianti ebrei e arabi in piena Parigi. Non mancheranno il viaggio verso Istanbul, le lezioni di vita, l'osservazione comune di un mondo curioso e strano che è poi il nostro.
Molto simpatico.
L'edizione che ho avuto in mano ha anche una bella post-fazione curata da Goffredo Fofi, che nobilita il lavoro dell'autore.

Volgere Altrove



PS: dimenticavo: il protagonista, esce da questo suo primo incontro ... "d'amore"...senza quasi la forza di reggersi sulle gambe.