Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

I cani e i lupi

Mostra risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Nemirovsky, Irene - I cani e i lupi

  1. #1

    Predefinito Nemirovsky, Irene - I cani e i lupi

    Finito ieri di leggere questo libro intenso e coinvolgente. ecco la trama:

    Le basta vederlo una volta sola, quel bambino ricco, ben vestito, dai riccioli bruni, dai grandi occhi splendenti, che abita nella meravigliosa villa sulla collina e di cui dicono sia un suo lontano cugino, per essere certa che lo amerà per sempre, di un amore assoluto e immedicabile. A Kiev, la famiglia di Ada abita nella città bassa, quella degli ebrei poveri, e suo padre appartiene alla congrega dei maklers, gli intermediari, quegli umili e tenaci individui che si guadagnano da vivere comprando e vendendo di tutto, la seta come il carbone, il tè come le barbabietole. Fra le due città sembra non esserci nessun rapporto, se non il disprezzo degli uni e l'invidia degli altri. Eppure, quando il ragazzine Harry si troverà di fronte la bambina Ada, ne sarà al tempo stesso inorridito e attratto: "come un cagnolino ben nutrito e curato che senta nella foresta l'ululato famelico dei lupi, i suoi fratelli selvaggi". Molti anni dopo il destino li farà rincontrare a Parigi: e Harry cederà a quella misteriosa attrazione del sangue che Ada esercita su di lui.

    Consigliato!
    qualcuno l'ha letto? O ha letto altro di questa autrice? Io l'adoro (Suite Francese mi è piaciuto molto)!
    Ultima modifica di elisa; 05-24-2009 alle 07:36 PM. Motivo: edit caratteri

  2. #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18789
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    229
    Thanks Thanks Received 
    621
    Thanked in
    368 Posts

    Predefinito

    Letto Il ballo, un racconto lungo o romanzo breve pubblicato nel 1930. Mi ha lasciato perplessa sia come scrittura, un po' eccessiva, che come contenuti che ho trovato quasi banali. Ma essendo un libretto di 83 pagine fila via liscio senza gridare comunque al capolavoro. Vanno date sicuramente altre possibilità a questa scrittrice dal destino tragico.

  3. #3
    aunt member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    ROMA
    Messaggi
    2128
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Ieri ho acquistato Suite francese.......ma è il primo che compro di questa autrice......

  4. #4

    Predefinito

    Letti sia Il ballo che Suite francese..che dire..a me piace tantissimo

  5. #5
    Member
    Data registrazione
    Jul 2010
    Località
    Lago Maggiore
    Messaggi
    91
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho appena finito questo libro, di questa autrice avevo già letto "Il ballo".
    Mi è piaciuta la scrittura molto scorrevole,ma la storia non mi ha del tutto soddisfatta! Mi ha appassionata fino a metà circa,cioè fin quando si sposano! E forse per il fatto che non ho capito il senso di quel matrimonio, mi ha delusa.
    Tutto sommato un libro piacevole!

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2014
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    217
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho apprezzato particolarmente questo romanzo. La scrittura della Némirovsky è sempre impeccabile, ed è impeccabile il suo modo di descrivere i sentimenti, le emozioni, gli stati d'animo dei personaggi. L'ho trovato un romanzo profondo, coinvolgente e, a tratti, delicato (la fine particolarmente). Allo stesso tempo un po' duro, sopratutto nella prima parte, quando descrive la vita di Ada nei sobborghi della sua città d'origine, la diversità dirompente tra ricchi e poveri, la descrizione dei giorni del pogrom e, nella seconda parte, quando Ada vede che tutto ciò che la rende felice distruggersi. Verso la fine, negli ultimi quattro capitoli precisamente, ho iniziato ad avere un po' di amaro in bocca, sensazione che mi è rimasta fino alla fine del libro, nonostante il finale sia di una dolcezza assurda. Cosa si fa per gelosia: si rovinano i sogni altrui, solo per pura cattiveria e solo per il gusto di vedere i propri rivali cadere in basso. E cosa si fa invece per amore: si abbandona il proprio amato per cercare di salvarlo. Quanta forza c'è stata in Ada, quanta forza in tutte quelle persone che hanno dovuto vivere tante sventure! Mi è piaciuto a tal punto da dargli un bel 5, lo consiglio a tutti.

  7. #7
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    863
    Thanks Thanks Given 
    227
    Thanks Thanks Received 
    174
    Thanked in
    109 Posts

    Predefinito

    Ho letto di questa autrice, oltre a questo libro, "Suite francese" e "il ballo". Forse perché mi aspettavo troppo devo dire che tutte queste opere sono molto interessanti, la scrittura è accattivante, le ho lette volentieri, ma mi è sembrato sempre, alla fine della lettura, che manchi qualcosa (o ci sia qualcosa in più non saprei dire) per migliorarne la qualità. Forse ho letto traduzioni non di alta qualità.

  8. #8

    Predefinito

    Un destino di fallimento lega Ada, Ben, la zia Raissa e Madame Mimì...qualunque tentativo per migliorare la propria condizione (Ben) o per raggiungere una dimensione superiore di amore(Ada) è destinato a scontrarsi con un agro destino, scritto nel sangue e nella razza.
    L'autrice ha descritto con mirabile perfezione i caratteri dei protagonisti... il punto più alto è la scena del pogrom, che non viene descritto direttamente ma tramite il gioco di ricostruzione della realtà di Ben e Ada...
    Consigliato: 9

Discussioni simili

  1. Pinkola Estés, Clarissa - Donne che corrono coi lupi
    Da elisa nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 11-05-2010, 08:15 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •