Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

La guerra non ha un volto di donna

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Aleksievic, Svetlana - La guerra non ha un volto di donna

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4974
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1346
    Thanks Thanks Received 
    811
    Thanked in
    538 Posts

    Predefinito Aleksievic, Svetlana - La guerra non ha un volto di donna

    Da Ibs:
    22 giugno 1941: l'uragano di ferro e fuoco che Hitler ha scatenato verso Oriente comporta per l'urss la perdita di milioni di uomini e di vasti territori e il nemico arriva presto alle porte di Mosca. Centinaia di migliaia di donne e ragazze, anche molto giovani, vanno a integrare i vuoti di effettivi e alla fine saranno un milione: infermiere, radiotelegrafiste, cuciniere e lavandaie, ma anche soldati di fanteria, addette alla contraerea e carriste, genieri sminatori, aviatrici, tiratrici scelte. La guerra "al femminile" - dice la scrittrice - "ha i propri colori, odori, una sua interpretazione dei fatti ed estensione dei sentimenti e anche parole sue". Lei si è dedicata a raccogliere queste parole, a far rivivere questi fatti e sentimenti, nel corso di alcuni anni, in centinaia di conversazioni e interviste.

    E' il secondo libro che leggo del Premio Nobel Aleksievic, ma stavolta devo dire che non sono rimasta affascinata come da "Preghiera per Černobyl' ". Lo stile è sempre il medesimo, decine di registrazioni trascritte dall'autrice, che non interviene se non per brevissimi commenti.
    I racconti però sono piuttosto ridondanti e la tesi stessa, cioè che in fondo anche in guerra le donne portassero la loro femminilità, intesa come capacità di sacrificio, di cura dell'altro, di dedizione estrema, di amore per il bello (anche nell'abbigliamento, nella cura di sé), non mi pare poi così "sconvolgente" o sconveniente, come invece pare risulti nell'ex mondo sovietico
    Insomma, rievocando la guerra le donne non parlano di battaglie e strategie, ma di umanità. A quanto pare in Russia questo risulta inconsueto e poco opportuno

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


Discussioni simili

  1. Aleksievič, Svetlana - La guerra non ha un volto di donna
    Da Spilla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-13-2016, 03:28 PM
  2. Aleksievic, Svetlana - Ragazzi di zinco
    Da Wilkinson nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-18-2015, 03:19 PM
  3. Aleksievic, Svetlana - Preghiera per Černobyl
    Da Spilla nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-01-2015, 04:53 PM
  4. Koontz, Dean R. - Il Volto
    Da fenicemidian nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-15-2013, 03:54 PM
  5. James, P.D. - Copritele il volto
    Da Sant'uomo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 06-27-2008, 04:11 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •