U.S.A., fine anni '80. Bill Bryson compie due lunghi viaggi attraverso quasi tutti i 50 Stati e traccia un diario semiserio dell'esperienza.

Onestamente mi aspettavo una bella descrizione della geografia, i caratteri, l'anima degli States; ho trovato una lettura banalotta e ricca di luoghi comuni (gli Americani sono ignoranti, nel West girano ancora armati come cow-boys ecc.) ma nessuna vera indagine. Insomma, magari non una lettura noiosa, ma mi ha deluso parecchio.