Siamo a Chicago nel 1890, architetti e ingegneri stanno preparando l'Esposizione Universale che si terrà nel 1893. In mezzo alla frenesia e al caos dell'organizzazione dell'evento un medico, un certo Holmes, rapisce e uccide donne e bambini, senza creare alcun sospetto.

Il libro si sofferma molto sull'Esposizione e sui suoi artefici. Le vicende di Holmes sono secondarie, dei brevi flash. Perciò all'inizio la trama può risultare noiosa e diventare interessante solo verso la fine.