Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

 Florence

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Frears, Stephen - Florence

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2017
    Località
    Trentino
    Messaggi
    151
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    108
    Thanked in
    68 Posts

    Predefinito Frears, Stephen - Florence

    Siamo nella New York degli anni '40, pochi mesi prima della fine della guerra.
    Florence Foster Jenkins (Meryl Streep) è un'incallita melomane e mecenate, amica di personaggi del calibro di Toscanini, nonché principale promotrice e finanziatrice della scena musicale della città. La musica è stata per la sua intera vita la sua grande consolazione, e a lei dedica ogni sua energia. L'anziana donna ha di che doversi consolare, perché fin dall'età di 18 anni una malattia le affligge il corpo e la mente, impedendole di farsi una famiglia, e i rimpianti per quello che la sua vita avrebbe potuto essere a volte affiorano dolorosamente... ma a soffocarli ci pensa il premuroso marito St.Clair Bayfield (Hugh Grant), attore teatrale inglese senza più ambizioni, che ora dedica la sua vita a proteggere la sua Florence dalla cattiveria del mondo. Il loro rapporto coniugale è piuttosto anomalo per motivi a cui non posso accennare per non rivelare troppo, ma la lealtà e la dedizione di lui, così come l'affetto infantile di lei, risultano commoventi.
    Dopo aver assistito a un concerto del soprano Lily Pons, Florence esprime il desiderio di provare l'impareggiabile emozione di cantare davanti a un pubblico. Il marito, seppur consapevole delle sue scarse doti canore, si dà subito da fare per renderla felice: assume il giovane pianista Cosmé McMoon (l'esilarante Simon Helberg), organizza concerti e paga il pubblico affinché si mostri entusiasta, preoccupandosi che mai un commento negativo giunga all'orecchio di Florence... fino a quando arriva il momento di esibirsi sul prestigiosissimo palcoscenico della Carnegie Hall (il giorno dopo il concerto di Sinatra), e la situazione rischia di sfuggirgli di mano...

    Questo nuovo lavoro del regista britannico Stephen Frears non ha deluso le mie aspettative, che erano alte in quanto sono un po' melomane io stessa. L'atmosfera della New York di quegli anni è resa in maniera eccellente (da notare i titoli di testa), la vicenda è curiosa e poco conosciuta e valeva decisamente la pena di raccontarla. Ma la punta di diamante è il superbo cast. Gli attori nei ruoli secondari danno il meglio di sé: ho già citato Simon Helberg che è la principale fonte di comicità (non lo conoscevo e credo proprio che questo film lo lancerà), ma vale la pena di nominare anche Rebecca Ferguson e la simpaticissima Nina Arianda.
    Non si commetta però l'errore di credere che si tratti di un film comico, perché non lo è affatto, sebbene le risate non manchino. Il personaggio interpretato magistralmente da Meryl Streep (un'ennesima nomination all'Oscar assicurata per lei) è quello di una donna malata che suscita grande pena, e non si può fare a meno di volerle bene, di tifare per lei e di applaudire, nonostante sia effettivamente stonata come una campana.
    Insomma, chiunque ami la musica veda questo film: non potrà esimersi dal commuoversi per la genuinità e l'entusiasmo infantili coi quali Florence si aggrappa al suo grande amore, fonte di gioia e ragione di vita.



    Florence si esibisce nella celeberrima aria della Regina della notte "Der hoelle Rache" da Il flauto magico di Mozart.
    Ultima modifica di Susan; 01-21-2017 alle 03:16 AM.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20045
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    372
    Thanks Thanks Received 
    1127
    Thanked in
    732 Posts

    Predefinito

    E' uno di quei film che mi ha riempito di gioia e di tenerezza, una storia d'amore, d'altri tempi, ma che si vorrebbe fosse eterna per la sua profonda bellezza.


  • Discussioni simili

    1. Frears, Stephen - Philomena
      Da ayla nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 03-27-2017, 03:40 PM
    2. Frears, Stephen - Alta fedeltà
      Da elisa nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 05-14-2016, 01:11 PM
    3. Frears, Stephen - The Queen-La regina
      Da elisa nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 03-12-2013, 09:39 PM
    4. Frears, Stephen - Piccoli affari sporchi
      Da ayla nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 11-01-2012, 10:07 PM
    5. Frears, Stephen - Cheri
      Da MCF nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 6
      Ultimo messaggio: 07-11-2012, 06:43 PM

    Tags per questo thread

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •