Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Mostra risultati da 16 a 25 di 25

Discussione: Cos'è un classico?

  1. #16
    Member
    Data registrazione
    Sep 2012
    Località
    torino
    Messaggi
    33
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Un libro che ha raccontato e superato la Storia

  2. #17
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2012
    Località
    Agropoli (SA)
    Messaggi
    277
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Un classico è in libro conosciuto quasi universalmente e apprezzato dalla maggior parte dei suoi lettori, un libro che lasci un segno indelebile in chi lo legge.

    -Niccolò

  3. #18
    Member
    Data registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    64
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Io per classici intendo tutte quelle opere che hanno segnato in maniera indelebile la storia di una letteratura

  4. The Following User Says Thank You to Karmelj For This Useful Post:


  5. #19
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    717
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Un classico è un'opera canonica. Non credo di poter aggiungere altro a questa definizione (di conseguenza: la definizione di "classico" è tutt'altro che soggettiva)

  6. #20
    Junior Member
    Data registrazione
    Jul 2013
    Località
    montagna
    Messaggi
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ciao a tutte/i !
    Un classico è un libro che ha mille anni, ma che pare scritto ieri.
    Forse non in dall'inizio alla fine, certo...Ma attraverso il quale tu, da un'epoca più o meno lontana, consoli, fai ridere , riflettere piangere o capire qualcosa a me, che ti sto leggendo ora ...

  7. #21
    enjoy member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Campania
    Messaggi
    3492
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    35
    Thanked in
    16 Posts

    Predefinito

    Per me il classico racchiude gli insegnamenti di vita

    Ogni libro del genere mi fa crescere, attraverso sentimenti umani e forti.

    Un classico è ... la chiave per una vita matura e piena.

  8. #22
    Victorian Lady
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Hobbiville, La Contea
    Messaggi
    1155
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Sono d'accordo con la visione di Calvino del mondo dei classici.
    Un classico trascende il tempo e lo spazio, poichè trasmette dei valori e delle emozioni che hanno una loro universalità. Ma soprattutto, un classico non deve affatto la sua grandezza all'epoca in cui è scritto: essa fa da mero sfondo ai contenuti ed alla capacità di affrescare la natura umana, che sono la vera perla insita in essi.
    E dissento anche dalla visione per cui un classico è ciò che non è moderno, anzi: un classico è quanto di più moderno possa esserci in termini di comunicatività.

  9. The Following 2 Users Say Thank You to ~ Briseide For This Useful Post:


  10. #23
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    898
    Thanks Thanks Given 
    246
    Thanks Thanks Received 
    192
    Thanked in
    123 Posts

    Predefinito

    Dopo aver letto quello che dice Calvino per definire "un classico" non posso aggiungere neanche una parola.

  11. #24
    Pensatore silenzioso
    Data registrazione
    Apr 2014
    Località
    Ovunque... basta che ci sia il mio cane accanto.
    Messaggi
    1651
    Inserimenti nel blog
    4
    Thanks Thanks Given 
    172
    Thanks Thanks Received 
    214
    Thanked in
    131 Posts

    Predefinito

    Boh, io ho i miei classici e me li tengo stretti!

    Edito quì invece di postare di nuovo.
    Quanti classici avete letto che non vi hanno lasciato nulla e non avete capito il motivo per cui ciò che avete tra le mani è stato tanto osannato da molti per un sacco di tempo e viene tutt'ora usato come testo a scuola o nelle università?


    Sono quasi d'accordo che un classico deve essere bello indiscutibilmente; talmente bello che nessuno può dire il contrario. Che è un'opera che col tempo, nella storia, è diventato così importante che viene ora ritenuto fondamentale.
    Oggi però le cose sono cambiate, ed è stato proprio lo stesso tempo che ha decretato che quell'opera poteva essere definita un classico a farlo. Ci è stato "insegnato" che non è più così facile definire una cosa, bella per chiunque, indiscutibilmente bella!
    E la soggettività del giudizio? Esistono dei parametri ai quali ci si può aggrappare per sostenere, senza dare possibilità di replica, che un'opera è un classico? Non credo. Non più almeno. Evito di annoiarvi e mi fermo quà: sarebbe troppo lunga.

    Concludendo, quindi, credo che possano definirsi classici in letteratura quei libri che in un modo o nell'altro sono stati più influenti, non necessariamente più belli, ma più autorevoli, quelli che hanno contato di più. Libri che hanno in un certo modo suggerito dei modelli comportamentali (anche negativi forse), linguistici, che hanno fatto riflettere le masse e spinto anche solo a provare a cambiare le cose. Libri che hanno contribuito a far si che la gente la pensasse in un certo modo. Gli Stones e i Beatles sono delle band classiche eppure non sono o erano i più bravi, tanto per fare un esempio.
    Poi ci sono i "piccoli" classici dai quali e per merito dei quali sono nate opere maggiori. Per chi ha approfondito il periodo della "Lost Generation", "Di qua dal paradiso" di F. S. Fitzgerald può essere definito un piccolo classico. "Il nuovo mondo" di A. Huxley, prima ancora di "1984" di G. Orwell potrebbe essere un altro esempio...
    Ultima modifica di c0c0timb0; 09-12-2014 alle 01:06 PM.

  12. #25
    Logopedista nei sogni
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    947
    Thanks Thanks Given 
    655
    Thanks Thanks Received 
    437
    Thanked in
    304 Posts

    Predefinito

    Sinceramente non so definire cosa sia "classico".
    Per me è classico un libro che leggerei all'infinito quindi è assolutamente soggettivo.

Ti potrebbero interessare:

 

Tags per questo thread

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •