Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

 Zorba il Greco

Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Kazantzakis, Niko - Zorba il Greco

  1. #1
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20200
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    393
    Thanks Thanks Received 
    1192
    Thanked in
    779 Posts

    Predefinito Kazantzakis, Niko - Zorba il Greco

    Un cuore forte come la montagna, calze color melanzana, un vecchio arcangelo ribelle, un clefta, brigante profeta dai riccioli grigi che raschia l'osso dell'agnello alla brace per leggere il domani, che puntella la sua baracca e se la ride della tormenta del nord. Perché un uomo vero sta a fronte alta davanti alla necessità, e perfino a Dio: tutto questo è, e sempre sarà, Zorba il greco, mani e gambe che diventano ali nella danza leggendaria sulla spiaggia. Zorba l'operaio insegna al giovane amico, l'intellettuale, a vedere le cose con ardore, come se fosse sempre la prima volta. Un uomo si forma con il ritmo che batte nel cuore del vino, da agnello a leone, da leone a drago: così la pensa Zorba, sullo sfondo di una Creta pietrosa senza tempo. E la passione del vivere che gli fermenta dentro ci contagia, ci travolge con l'ottimismo. Scintillante come sotto le cure di un restauratore d'arte, questa nuova versione del più famoso romanzo greco ci lega fatalmente a Zorba e al suo mondo. Sarà storia d'amicizia senza ma e senza se, come deve essere, rude e vergine, simile ai gesti, ai sogni, al ragionare del fiabesco greco. Prima traduzione integrale dal greco. (dalla quarta di copertina)

    Questo è uno di quei romanzi che rimangono impressi in eterno nella mente per la forza vitale del protagonista, quasi un dio greco, pieno di passioni e di difetti, ma che riesce a regalare emozioni ad un giovane intellettuale alla ricerca di un senso nella propria vita, senso che Zorba nella sua nuda vitalità lascerà a lui come un dono prezioso. Romanzo imperfetto ma affascinante, sincero, toccante.

  2. The Following 2 Users Say Thank You to elisa For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1415
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    707
    Thanks Thanks Received 
    587
    Thanked in
    375 Posts

    Predefinito

    Chi può dire cosa siano veramente la passione, la spiritualità, la fede, la patria, la libertà…? Sono ideali o sentimenti nel nome dei quali ci immoliamo, o sono forse ulteriori catene con le quali rafforzare la nostra schiavitù? E chi è, poi, il nostro padrone? E' Dio o è forse il diavolo? E' il corpo o lo spirito?
    Su queste dicotomie si fonda – e ci fa riflettere – questo romanzo meraviglioso, e lo fa mettendo a confronto due uomini, il padrone più incline alla rettitudine, alla spiritualità, alla lettura e alla meditazione, e Zorba che… beh Zorba non si può descrivere compiutamente: è un uomo saggio, scapestrato, beone, donnaiolo impenitente, irrequieto, passionale, mutevole, arguto, instancabile, irruento… è molto altro ancora.
    Nella convivenza forzosa per ragioni di lavoro in un villaggio di Creta, queste due anime imparano a conoscersi e a comprendersi, prendendo l'una qualcosa dell'altra e dandosi molto a vicenda. Kazantzakis costruisce un protagonista memorabile e riesce a far riflettere ed interrogare le coscenze usando un'"arma infallibile": la leggerezza, la simpatia, l'umorismo. "Zorba il greco" è un libro stupendo che consiglio spassionatamente: non ve ne pentirete, è letteratura.

  • The Following User Says Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    127
    Thanks Thanks Given 
    210
    Thanks Thanks Received 
    135
    Thanked in
    85 Posts

    Predefinito

    Ci ha messo un po' questo libro prima di cominciare a piacermi, forse perché ero partito con l'idea che la bellezza del libro dovesse essere tutta concentrata nella figura di Zorba.

    Invece, dopo un bellissimo prologo che introduce ed esalta questo personaggio che dà il titolo al romanzo, quest'uomo ci appare subito in maniera brutale come un vecchio arrapato imbroglione mezzo matto. Ed in fondo è così, perché Zorba non è perfetto ma ha molti difetti. Solo andando avanti nella lettura ho cominciato a capire che il libro prendeva valore grazie all'osmosi che si stava realizzando fra Zorba e il protagonista-narratore, due persone completamente diverse ma che con il loro stare insieme, accettarsi, osservarsi e interrogarsi si ritrovano a vivere un'amicizia molto particolare, sincera e profonda, e cominciano a godere di una riscoperta felicità.

    È l'incontro e l'interazione fra loro due che fa acquistare ad entrambi, e al libro stesso, una luce diversa: il narratore con la sua mente aperta e raffinata, la sua pazienza e il suo animo umile fa risplendere Zorba delle sue reali qualità, facendoci apprezzare la sua saggezza, i suoi valori, la sua profondità e la sua capacità di meravigliarsi, riscattandolo dall'immagine dell'uomo rude, folle e strampalato che appare; e Zorba con il suo sguardo puro e primordiale alla vita e alla natura, la sua vitalità, il suo coraggio, il suo darsi con tutto se stesso in ogni cosa, la sua capacità di andare direttamente alla sostanza delle cose, a sua volta dà nuova luce al protagonista-narratore attraverso i pensieri e le sensazioni che gli smuove.

    Da questo singolare sodalizio, che si sviluppa nella meravigliosa e suggestiva cornice naturale dell'isola di Creta, scaturiscono tante belle e profonde riflessioni, e preziosi insegnamenti di vita. Questi aspetti costituiscono proprio il cuore del romanzo che privilegia immagini e pensieri all'intreccio della storia, ma senza mai per questo annoiare.

    L'unica cosa che mi ha lasciato perplesso fino alla fine è il modo in cui la donna viene dipinta in continuazione: una figura debole, lamentosa, senza cervello, facilmente manipolabile.
    Per il resto, il libro mi è piaciuto: è un inno alla vita, al carpe diem, all'umanità, alla felicità fatta di cose semplici, un grande invito a fare di tutto per sublimare in istanti eterni il tempo inafferabile che scorre come sabbia fra le dita.

  • The Following User Says Thank You to Trillo For This Useful Post:


  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    197
    Thanks Thanks Given 
    26
    Thanks Thanks Received 
    34
    Thanked in
    24 Posts

    Predefinito

    Letto questa estate ed abbandonato quando mancavano soltanto 100 pagine, l'ho odiato profondamente. Lento e misogino. Vogliate scusarmi, ma è un libro che non è proprio nelle mie corde.


  • Discussioni simili

    1. Zwick, Joel - Il mio grosso grasso matrimonio greco
      Da Minerva6 nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 09-01-2014, 04:00 PM
    2. Dal Pra, Mario - Lo scetticismo greco
      Da Dallolio nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 10-15-2011, 12:46 AM
    3. Aronofsky, Darren - Pi Greco – Il teorema del delirio
      Da ayla nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 09-16-2011, 10:35 PM
    4. Greco, Rocco Giuseppe - L'ultima brigantessa
      Da franceska nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 08-26-2011, 01:18 PM
    5. Blatner, David - Le gioie del pi greco
      Da Carcarlo nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 12-30-2010, 08:26 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •