Kore'eda, Hirokazu. Ritratto di Famiglia con Tempesta (After the Storm)

Delusissimo da questo film che segue l'incanto di Little Sister-il film piu' bello che ho visto la scorsa stagione (e che a distanza continua a crescere dentro di me.).
Otto annoiati spettatori paganti in un sabato sera-per quanto nella mia città avesse già avuto una visione in un altro cinema un paio di settimane fa- venuti per onorare un grande regista che li aveva soggiogati, e che qui è inesistente.
Lento, inutilmente stereotipato nei personaggi principali e nelle vicende all'americana, con al centro la solita (e ormai insopportabile-non se ne puo' proprio piu') figura di uno scrittore, con dialoghi di poca qualità, un film stanco e ripetitivo che segue un gioiello delicatissimo come il precedente.
Pochissime le qualità di questo lavoro "costretto"- e mi chiedo perchè si debba cercarle per forza davanti ad un film cosi' debole e stanco.
Per carità, ci sono. Ma un lavoro cosi' forzato non merita che le enunci.
Un passo falso.
Volgere Altrove