Jake Hoyt è una nuova recluta della polizia di Los Angeles. Per diventare ispettore deve sottoporsi a 24 ore di tirocinio con il sergente Alonzo Harris, un veterano della sezione antidroga che lavora da dodici anni nei quartieri più caldi della città. Alonzo, che considera Jake un pivello ingenuo e inesperto, se lo porta appresso. Poco a poco Jake comincia a capire di che pasta sia fatto Alonzo: il suo cinismo che lo spinge a cacciarsi nelle situazioni più complicate.

Film sopra le righe dall'inizio alla fine con una recitazione anch'essa sopra le righe, in particolare dell'immarcescibile Denzel Washington, sempre a suo agio nel genere, che fa da contraltare con quella forzatamente dimessa di Ethan Hawke, secondo me spaesato e fuori parte. E' la continua lotta tra poliziotto onesto e poliziotto che diventa molto simile ai delinquenti che deve catturare. Per chi ama il genere sicuramente si diverte.