Buongiorno.
Marianna Vidal è un nome sconosciuto a molti, ma voglio partire da lei, perché è una scrittrice che merita.
Lo scorso maggio ha mandato in stampa il suo romanzo di esordio, Vieni via con me ed è stata una piacevole scoperta.




Questa la trama:
Per Giulia, l'amore ha il volto ed il nome di Enzo, il suo fidanzato storico, ma quando lui la lascia per sposare la sua migliore amica, lei incontra Aaron Richardson, un ricco ed avvenente imprenditore britannico che, cambiandole la vita, le permette di incontrare l'amore vero.
Per Clark, Aaron è un nome che fa ribollire il sangue nelle vene ed ha sempre pensato che il rifiuto fosse il prezzo da fargli pagare per la sofferenza subita, ma l'ostinazione di suo padre gli insegnerà che il perdono passa attraverso l'amore.
Due esistenze lontane si incontrano e si innamorano grazie alla determinazione di un uomo deciso a pareggiare i conti con la vita.
Un'immensa eredità, una lettera e un futuro da costruire guideranno i nostri protagonisti in un viaggio tra l'Italia, l'Inghilterra e il Messico alla scoperta del vero amore.

Che dire? Se non vi spaventano 600 pagine, è una storia d'amore intensa, difficile, romantica, che ti accompagna per ore, attraverso un viaggio che conduce la protagonista da Ischia, a Londra, per giungere infine a Guadalajara in Messico.

Ho amato questo libro, pieno di sentimenti, ben strutturato, con descrizioni accurate e una forte attenzione ai personaggi, alla loro psicologia, al loro mondo...
Qualcuno lo ha letto? Che ne pensate?