In questa raccolta di cinque racconti lunghi Yalom ripercorre alcuni casi clinici desunti dalla sua esperienza di psicoanalista o romanzati partendo da storie vere; il filo comune che lega questi racconti è l'analisi dei grandi temi ultimi dell'esistenza; nel primo racconto Yalom ricorda il suo complesso rapporto con la madre e la sua tremenda mancanza, nel secondo affronta invece il tema dell'accetazione della morte in Paula, malata terminale di cancro, nel terzo analizza l'elaborazione del lutto, nel quarto analizza l'accettazione di sè e infine nel quinto ritornano tutti i temi nel racconto più bello della piccola raccolta... quest'ultimo è contemporaneamente tragico e leggero.

Consiglio la lettura di questo libro per la capacità dell'autore di analizzare temi complessi senza perdere mai di vista l'aspetto umano e relazionale; ricorda il miglior Sacks.
Voto: 8,5.