Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Da dove la vita � perfetta

Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Avallone, Silvia - Da dove la vita è perfetta

  1. #1
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1004
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    388
    Thanks Thanks Received 
    282
    Thanked in
    183 Posts

    Predefinito Avallone, Silvia - Da dove la vita è perfetta

    C’è un quartiere vicino alla città ma lontano dal centro, con molte strade e nessuna via d’uscita. C’è una ragazzina di nome Adele, che non si aspettava
    nulla dalla vita, e invece la vita le regala una decisione irreparabile. C’è Manuel, che per un pezzetto di mondo placcato oro è disposto a tutto ma sembra
    nato per perdere. Ci sono Dora e Fabio, che si amano quasi da sempre ma quel “quasi” è una frattura divaricata dal desiderio di un figlio. E poi c’è Zeno,
    che dei desideri ha già imparato a fare a meno, e ha solo diciassette anni. Questa è la loro storia, d’amore e di abbandono, di genitori visti dai figli,
    che poi è l’unico modo di guardarli. Un intreccio di attese, scelte e rinunce che si sfiorano e illuminano il senso più profondo dell’essere madri, padri
    e figli. Eternamente in lotta, eternamente in cerca di un luogo sicuro dove basta stare fermi per essere altrove.Silvia Avallone ha parole come sentieri
    allungati oltre un orizzonte che davamo per scontato. Fa deflagrare la potenza di fuoco dell’età in cui tutto accade, la forza del destino che insegue
    chi vorrebbe solo essere diverso. Apre finestre, prende i dettagli della memoria e ne fa mosaici. Sedetevi con lei su una panchina e guardate lontano,
    per scoprire che un posto da dove la vita è perfetta, forse, esiste.


    Una periferia squallida dalla quale si ha sempre voglia di scappare, ma dalla quale non si andrà mai via; una città dai mille volti dove c’è posto per tutti, ma dove qualcuno fa fatica a trovare il suo posto; tante storie di vita che si intrecciano, si sfiorano e si modellano seguendo scelte e strade tortuose. Questo troviamo in quest’ultimo libro di Silvia Avallone che, fra i tre da lei scritti, è quello che ho apprezzato di più.
    I personaggi di questa storia corale sono tanti e tutti insieme formano un quadro variegato e multiforme che rappresenta bene l’amalgama della quotidianità: la professoressa in gamba che tiene in piedi a fatica la sua vita privata, la ragazzina non ancora diciottenne sola e con una famiglia complicata alle spalle, un bambino in arrivo, un altro che proprio non vuole saperne di arrivare, un diciottenne geniale che deve badare a se stesso ed alla madre malata… e poi povertà, delinquenza, voglia di riscatto. Gli elementi per una buona storia ci sono tutti e Silvia Avallone ce ne regala una realistica, ben scritta e ben articolata, che ci mostra, con sguardo obiettivo e talvolta impietoso, la dura realtà delle nostre strade, delle nostre case, delle nostre famiglie. Lettura coinvolgente, gradevole, consigliata.

  2. The Following User Says Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  3. #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    2228
    Thanks Thanks Given 
    308
    Thanks Thanks Received 
    335
    Thanked in
    193 Posts

    Predefinito

    mah ...
    Non mi convince la Avallone, come non convince gran parte della letteratura italiana contemporanea.

    Pare che siamo capaci solo di scrivere di disagi sociali, di periferie emarginate, di personalità disturbate, di intrecci al limite del credibile.
    Io temo sia solo un grande alibi dietro il quale nascondersi, come se impostare un bel romanzo attorno a personaggi 'normali' fosse un cimento superiore alle capacità dei moderni scrittori.

    E' più facile costruire una storia con flashback a volte incomprensibili, con personaggi improbabili o comunque talmente ai margini della quotidianità da risultare poco convincenti.

    Sono un principino sul pisello ben pensante che non si accorge del disagio sociale e degli sbandati e non ne vuole nemmeno sentire parlare? Faccio parte della Bolobene e non della Bolofeccia (definizione del romanzo)? Può essere ...

    Ma io, che a Bologna ci abito da 55 anni, non la riconosco tanto in questo romanzo, sono sincero. Non per alcune forzature che possiamo anche derubricare a licenza poetica, ma proprio perchè le brutte periferie e le storie estreme le abbiamo anche noi, inutile negarlo, ma il tutto è troppo estremizzato.

    Punto a favore della Avallone:
    - in Acciaio ha usato una prosa troppo ricercata ed affettata, per nulla adatta agli ambienti ed alle storie descritte; qui invece usa una prosa asciutta e diretta, coerente con la storia
    Punti a sfavore:
    - flashback, troppi
    - personaggi dei quali si fatica molto a comprendere i collegamenti
    - trama con alcuni buchi

    Voto 2/5, mia opinione ovviamente

  4. The Following User Says Thank You to malafi For This Useful Post:


Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Avallone, Silvia - Acciaio
    Da Diana nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 05-03-2018, 08:01 PM
  2. Knight, Renèe - La vita perfetta
    Da Valuzza Baguette nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-29-2016, 03:16 PM
  3. Cotroneo, Roberto - L'età perfetta
    Da malafi nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-21-2015, 04:47 PM
  4. Winters, H. Ben - Una casa perfetta
    Da smemorina nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-05-2014, 05:37 PM
  5. Lansdale, Joe R. - Una coppia perfetta
    Da Cold Deep nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-04-2013, 09:55 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •