Numero 10 del maggio1974 pubblicato da astorina.un amore impossibile in stile tragedia shakespeariana,ma con un lieto fine…lui povero e lei ricca,lei lascia la famiglia e lo sposo prescelto per il vero amore…tutto sembra filare liscio fino a quando l’ex-sposo riccone non viene trovato morto e tutta la città accusa il povero ragazzo che viveva il suo lieto fine e sarà proprio Diabolik a salvarlo sostituendosi ad un avvocato per poter effettuare il colpo,ma la cosa non finisce lì perché il ragazzo viene emarginato dalla città e quando torna a casa la sua amata lo aspetta,ma vorrebbe fuggire con lui....a questo punto le cose si complicano,quando si scopre un altro morto e tutto torna come prima e la città torna a puntare il dito.I pregiudizi della gente sono la base della trama perché la storia si basa sulle apparenze…su cosa gli altri vedono e su cosa uno vede,dimostrando così i diversi punti di vista ed il titolo ‘la città accusa’ si riassume appieno il concetto,diverso è sbagliato perché non si conosce.il fumetto è anche un’ottima visione sulle diverse classi lavorative ed i loro modi di vivere…in pratica uno spacco della società..valido ancora adesso che siamo alla fine del 2017 com’era valido alla metà del 1974.