Yu, nato in una una famiglia cattolica, è tormentato dal padre che si è fatto prete dopo la morte della moglie e cerca di obbligarlo a confessare i propri peccati. Per tenerlo buono, Yu inizia così a fotografare le mutandine delle ragazze per poter poi aver qualcosa da confessare al padre. È nel corso di una queste sue "scorribande" che incontra Yoko, di cui si innamora: il caso vuole che la ragazza sia la figliastra di una vecchia amante del padre di Yu. Un legame che diventerà ancora più complicato quando il padre e la donna, riavvicinatisi, decideranno di andare a vivere insieme.

Un film assolutamente unico che riesce a mettere alla berlina la religione, quella cattolica in primis e poi tutte quelle che con poche differenze diventano delle sette, nella maniera più dissacrante e originale mai rappresentata.Un film che è un inno all'amore. Credo sia molto difficile vederlo nei circuiti classici per cui chi sa reggere quattro ore dirompenti, lo guardi il prima possibile.