Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 19

Discussione: Libri più belli e più brutti letti nel 2017

  1. #1
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14598
    Thanks Thanks Given 
    1166
    Thanks Thanks Received 
    939
    Thanked in
    653 Posts

    Predefinito Libri più belli e più brutti letti nel 2017

    Come consuetudine in questo periodo qui sul forum facciamo un resoconto dei libri più belli e più brutti che abbiamo letto durante l'anno.
    In realtà io me l'ero dimenticato, perciò ringrazio l'utentessa che mi ha sollecitato ad aprire la discussione.

    Ne bastano anche solo 3 per i migliori e 3 per i peggiori ed è gradita una vostra breve motivazione per averli inseriti in queste due categorie.

    Chi vuole iniziare? Spero abbiate una buona memoria .

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2494
    Thanks Thanks Given 
    121
    Thanks Thanks Received 
    368
    Thanked in
    203 Posts

    Predefinito

    Niente buona memoria sono andata a vedere i commenti messi in pb per ricordare! così ho scoperto che libri che pensavo di aver letto quest'anno invece li ho letti i l'anno scorso

    I libri più belli:

    1) Il Vangelo secondo Gesù Cristo di J. Saramago. Penso sia in assoluto uno dei libri più belli che ho letto anche se la scrittura di Saramago non è una delle più facili;

    2) Un anno sull'Altipiano di E. Lussu. Il più bel "diario" sulla Prima Guerra Mondiale, un libro per riflettere sull'assurdità di quella guerra di trincea...

    3) ex equo Sostiene Pereira e Il sergente nella neve. Due libri in cui domina l'interiorità e i silenzi.

    Non ho tenuto conto di 1984 visto che si trattava di una rilettura.

    I libri più brutti:

    1) L'anno della lepre di A. Paasillina. Abbandonato dopo una cinquantina di pagine. Noioso e banale.

    2) Il veleno dell'oleandro di S. A. Horby. Inverosimile e banale la storia.

    3) Baccanti di Euripide non c'ho capito niente!!!

  • The Following User Says Thank You to bouvard For This Useful Post:


  • #3
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5886
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    272
    Thanks Thanks Received 
    140
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    Quello più bello Le solite sospette. Niven.
    Il più brutto: L'amore prima di noi. Mastrocola.

  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    285
    Thanks Thanks Given 
    23
    Thanks Thanks Received 
    123
    Thanked in
    88 Posts

    Predefinito

    I più belli:
    -La serie Divergent, di Veronica Roth, perché mi ha piacevolmente trasportato in un mondo nuovo e diverso, facendomi dimenticare i miei problemi del presente.
    -Se questo è un uomo, di Primo Levi, perché mi ha insegnato che la vita è un bene prezioso, a prescindere da tutte le difficoltà che incontriamo, e bisogna sempre lottare per vivere ma nel rispetto della vita altrui
    -Dance dance dance, di Haruki Murakami, perché mi ha ricordato di 'danzare' nel gioco della vita.

    I più brutti:
    -Io robot, di Isaac Asimov, perché mi è sembrato piatto e deludente, poteva offrire molto di più.
    -La ragazza del treno e Dentro l'acqua, di Paula Hawkins, ma solo perché lo stile in cui sono scritti non fa per me, e li trovo un po' confusi
    -Il diario segreto di Laura Palmer, di Jennifer Lynch, assolutamente il peggiore che abbia mai letto. Non ha nulla da offrire, l'esempio chiave del libro scritto solo per vendere sulla scia di un nome famoso.

  • #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5488
    Thanks Thanks Given 
    372
    Thanks Thanks Received 
    581
    Thanked in
    305 Posts

    Predefinito

    Con solo 12 libri letti é difficile tirare le somme... Scelgo solo i 3 migliori:
    - Il fucile da caccia di Yasushi
    - Il grande Gatzby di Fitzgerald
    - Il castello di Kafka.
    Un po' dispiaciuta di lasciare fuori La paga del soldato del grande Faulkner...

  • #6
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    -Bergamo
    Messaggi
    12282
    Thanks Thanks Given 
    790
    Thanks Thanks Received 
    1109
    Thanked in
    518 Posts

    Predefinito

    Il più bello è stato forse Il Gattopardo. Sul più brutto non ho dubbi: Justine del Marchese de Sade.

  • #7
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    2155
    Thanks Thanks Given 
    162
    Thanks Thanks Received 
    628
    Thanked in
    356 Posts

    Predefinito

    Incomincio dai più brutti, anche se non posso definirli tali, sono quelli che meno mi hanno entusiasmato:
    Angeli e demoni di Dan Brown
    La meccanica del cuore di Mathias Malzieu
    La campana di vetro di Sylvia Plath

    Per quanto riguarda i più belli sono questi:
    Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar
    Memorie di una geisha Arthur Golden
    La chimera di Sebastiano Vassalli

  • #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    766
    Thanks Thanks Given 
    1510
    Thanks Thanks Received 
    639
    Thanked in
    383 Posts

    Predefinito

    I tre, anzi quattro, libri più belli letti quest'anno (di genere diversissimo tra loro):

    Canto della pianura di Kent Haruf
    l titolo originale è Plainsong, una parola che letteralmente significa "canto piano" e che rappresenta una tipologia di canto a cappella diffusa nel Medioevo e composta da un insieme di più voci. Le vite ordinarie di questi personaggi straordinari si fondono capitolo dopo capitolo e nessuno prevale sull’altro. Ognuno di loro, come in un canto piano, dona un pezzo di sé, un tassello fondamentale.

    The hate U give. Il coraggio della verità di Thomas Angie
    The Hate U Give' pone con forza temi urgenti come i pregiudizi razziali, l'assassinio di neri disarmati da parte della polizia e soprattutto la violenza che genera altra violenza: il titolo del romanzo cita infatti il termine THUG (The Hate you Give Fucks Everyone) coniato dal rapper e attivista Tupac Shakur - artista dell'hip hop, morto nel 1996 a 25 anni per i colpi sparatigli da un'auto in corsa - per dire che l'odio che rovesciamo sui bambini e sui ragazzi tornerà a rivoltarsi contro ognuno di noi.
    E' un inno alla giustizia attraverso la figura femminile di Starr, fortissima e innocente e un'immersione nella comunità nera di oggi raccontata con linguaggio scorrevole e attuale.

    Stabat Mater di Tiziano Scarpa
    Per me questa lettura è stata una sorpresa inaspettata, un gioiellino intenso e struggente, e molto insolito, scritto con linguaggio moderno e frammentato, di una delicatezza e raffinatezza uniche. La maternità rinnegata restituisce la vita attraverso la musica.

    L'arminuta di Donatella Di Pietrantonio
    È un romanzo intenso, sorprendente, costruito sul dolore della perdita, che affronta in modo profondo la complessità dei rapporti familiari e lo sradicamento di un'adolescente.

    I due libri non dico più brutti, ma che si può anche evitare di leggere:

    The store di J. Patterson
    (The Store è il negozio on line dominatore assoluto del mercato).
    Non mi è piaciuto, mi aspettavo MOLTO di più. L'ho trovato molto scontato, per niente originale. Non è da paragonare a 1984 di Orwell, quello è un altro pianeta!

    Noi di Zamjatin Evgenij
    Scritto fra il 1920 e il 1922 il romanzo - considerato come il precursore del più noto 1984 orwelliano - è ambientato nel futuro e descrive un'organizzazione statale che individua nel libero arbitrio la causa dell'infelicità umana e pretende di controllare le vite dei cittadini attraverso un sistema di efficienza e precisione industriale. Una aperta denuncia della soppressione della libertà di pensare e di immaginare dell'essere umano e della conseguente sua riduzione a numero. Letto oggi non è granchè, ma probabilmente nel 1922 poteva avere il suo valore.
    Ultima modifica di qweedy; 12-30-2017 alle 09:46 PM.

  • #9
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    19829
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    348
    Thanks Thanks Received 
    1048
    Thanked in
    672 Posts

    Predefinito

    Io metto tutti i libri che mi sono piaciuti veramente tanto, a cui do il massimo dei voti, non riesco a sceglierne solo tre...

    Middlemarch di George Eliot: Figure scolpite con la penna che emergono e restano impresse per la loro autenticità e attualità romanzo poco considerato ma che va assolutamente rivalutato.

    Le poesie di Cesare Pavese: Leggere le sue poesie è un'esperienza spesso straziante, a volte avvolgente, quasi mai indifferente.

    Dall'intimità di Jorge Luis Borges: Opera che assolutamente va letta per chi vuole conoscere Borges a 360 gradi.

    Zorba il greco di Nikos Kazantzakis: Romanzo imperfetto ma affascinante, sincero, toccante.

    Le occasioni di Eugenio Montale: Poesie filosofiche, esistenzialiste e per questo ancor più vicine al nostro modo di sentire.

    Sodoma e Gomorra di Marcel Proust: L'amore poi nella più alta accezione per chi non c'è più, quello per la nonna che dimostra quanta profondità ci sia nell'animo di Proust e come riesca a descriverla emozionando chi legge, rendendo quelle pagine universali e indimenticabili.

    La bufera ed altro di Eugenio Montale: Sono poesie che richiedono maggior riflessione per comprendere le metafore o il significato delle parole, sempre di grande impatto e suggestione.

    Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes: Alla fine della lettura viene voglia di riprendere in mano il Werther di Goethe che è l'opera che ispira Barthes nei suoi Frammenti e che viene spesso analizzata e presa ad esempio.

    Ghiaccio nove di Kurt Vonnegut: Anche la scrittura di Vonnegut è di alto livello e la storia prende dall'inizio alla fine senza nessun punto morto o oscuro.

    Doppio sogno di Arthur Schnitzler: Fridolin e Albertine vivono due esperienze diverse ma similari, uno nella realtà e l'altra nel sogno, dualità che Schnitzler riesce a gestire in modo affascinante creando un piccolo capolavoro.

    La campana di vetro di Sylvia Plath: Lo considero un capolavoro dell'animo umano.

    L'uomo di Kiev di Bernard Malamud: Consigliata la lettura a tutti.

    Amabili resti di Alice Sebold: Da rivalutare.

    Il fumo di Birkenau di Liana Millu: Una testimonianza assolutamente da leggere.

    Satura di Eugenio Montale: La parte che ha mi ha più stupito è proprio la satira che regala dei veri e propri gioiellini.

    La chimera di Sebastiano Vassalli: Un romanzo bellissimo da non farsi mancare tra le letture.

    La speculazione edilizia di Italo Calvino: Romanzo non solo biografico ma di grande interesse sociologico.

    La vita è sogno di Pedro Calderon de la Barca: Un capolavoro assoluto questa opera teatrale del '600 spagnolo.

    La nuvola di smog e La formica argentina di Italo Calvino: Calvino comunque resta sempre sopra di una spanna dal comune racconto, che dalla sua penna si trasforma quasi in un apologo.

    to be continued

  • #10

    Predefinito

    Premetto che non ne ho letti molti, causa università, ma il libro che mi è piaciuto di più e che consiglio vivamente a tutti è Il Cavaliere d'Inverno di Paullina Simons. Descrive in maniera molto dettagliata l'amore e la guerra, ti ci immergi dentro e speri di vivere un amore forte come quello dei due protagonisti e ne senti la sofferenza per il periodo in cui avviene tutto.
    Poi L'Ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón . Libro a mio parere lento all'inizio, poi prende vita e gli avvenimenti si susseguono molto velocemente. Ti tiene incollato e vuoi sapere come va a finire.
    Mentre tra i libri peggiori metto I Malavoglia di Verga. Per quanto sia un classico, l'ho letto con molta fatica.

  • #11
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11045
    Thanks Thanks Given 
    881
    Thanks Thanks Received 
    829
    Thanked in
    584 Posts

    Predefinito

    Nulla davvero brutto, ma nessun libro del cuore.
    Segnalo:
    - Pastorale americana di Philip Roth
    - Le nostre anime di notte di Kent Haruf
    - I cieli della sera di Michele Prisco (forse il primo in termini di coinvolgimento emotivo)

    Piuttosto, tante belle novità. 14 autori a me prima sconosciuti.

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #12
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    19829
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    348
    Thanks Thanks Received 
    1048
    Thanked in
    672 Posts

    Predefinito

    continuo con il libri più belli del 2017

    Il falcone maltese di Dashiell Hammett: Un capolavoro di genere capace ancora di sorprenderti fino all'ultima riga e con uno dei protagonisti più affascinanti di tutta la letteratura "gialla", quel Sam Spade capace di essere controcorrente e politicamente scorretto ma coerente con i suoi principi accettandone il prezzo con coraggio e determinazione.

    Maigret al "Convegno dei Terranova" di Georges Simenon: Il commissario si immerge nell'atmosfera e nell'ambiente dove è stato commesso il delitto, per scoprirne l'autore e come sempre scoprirà aspetti nascosti della natura umana che ne spiegano anche i comportamenti.

    Il contesto di Leonardo Sciascia: Parodia geniale del reale.

  • #13
    Together for ever
    Data registrazione
    Jun 2011
    Località
    zanzaratown
    Messaggi
    2320
    Thanks Thanks Given 
    655
    Thanks Thanks Received 
    310
    Thanked in
    180 Posts

    Predefinito

    Io ne cito due come:
    il più divertente: Muo e la vergine cinese di Dai Sije
    il più noioso- Storia di un Italiano di Ippolito Nievo

  • #14
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2908
    Thanks Thanks Given 
    196
    Thanks Thanks Received 
    377
    Thanked in
    176 Posts

    Predefinito

    Guardando le statistiche di Goodreads pensavo di aver letto moltissimo quest'anno, ma in realtà mi sono resa conto che gran parte di quello che ho letto l'ho studiato per l'università, oppure è rivolto ad un pubblico compreso fra zero e tre anni, quindi alla fine scegliere sei titoli è stato più difficile del previsto.
    Oltretutto, il 2017 è stato un anno piuttosto fiacco, non ho detestato nessun libro, ma nemmeno ho letto cose che mi hanno fatta impazzire

    Comunque, fra i migliori:
    - Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood, perché sei mesi dopo mi sento ancora addosso l'angoscia di quella società.
    Immagini malgrado tutto di George Didi-Hubermann: mai avrei creduto che qualcosa presente in una bibliografia d'esame sarebbe finito nella top 3 dell'anno, ma insomma, i miracoli accadono. Un testo illuminante su una tematica interessantissima, che mi ha aperto tutto un nuovo ambito di riflessione.
    - Il prodigio di Emma Donoghue: sono stata abbastanza indecisa se inserire anche questo titolo, perché in effetti all'inizio non mi ero sentita poi così entusiasta della lettura, ma ripensandoci a distanza di mesi ho ancora chiarissimi in mente alcuni passaggi, come se li avessi letti ieri. E la lettura è anche puro intrattenimento, e questo è un intrattenimento di ottima qualità.

    Fra i peggiori:
    Rebecca la prima moglie: in realtà non è un libro così brutto, solo mi ha irritato moltissimo, ed era l'unico titolo che mi avrebbe fatto completare la terzina
    La strana biblioteca di Murakami, perché è un'operazione commerciale becera. Il racconto in sé non è nemmeno così male (se vi piace Murakami, io mi sono ampiamente stancata di lui ), ma venti euro per dieci pagine e tre illustrazioni è proprio fuori dal mondo.
    La figlia femmina della Dato: come prendere una tematica delicatissima e farne un polpettone che lancia messaggi allucinanti.

    Spero di non essere stata troppo cattiva

  • #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    2249
    Thanks Thanks Given 
    328
    Thanks Thanks Received 
    361
    Thanked in
    205 Posts

    Predefinito

    Avallone Silvia Da dove la vita è perfetta
    Carofiglio Gianrico Una specie di felicità

    Levi Primo Se questo è un uomo
    Silone Ignazio Fontamara
    Steinbeck John Al dio sconosciuto
    Steinbeck John La valle dell’Eden

    Quale di questa lista è quella dei peggiori e quale quella de i migliori, lo lascio alla vostra fervida immaginazione

  • The Following User Says Thank You to malafi For This Useful Post:


  • Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Lista libri letti nei G.L.
      Da elisa nel forum Gruppi di lettura
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 10-18-2014, 07:58 PM
    2. I 10 libri più venduti al mondo: li hai letti?
      Da Vangoggha nel forum Salotto letterario
      Risposte: 41
      Ultimo messaggio: 05-27-2014, 04:38 PM
    3. Aiuto ed utilità dei libri letti
      Da Costantino nel forum Salotto letterario
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 01-06-2012, 12:45 AM
    4. VI S.L.- Libri già acquistati ma non ancora letti
      Da elisa nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 319
      Ultimo messaggio: 02-14-2011, 07:54 PM
    5. Schuldiner reborn - CIao a tutti, belli e brutti!
      Da Schuldiner reborn nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 09-19-2010, 12:52 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •