Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 10 di 10 PrimoPrimo 12345678910
Mostra risultati da 136 a 145 di 145

Discussione: XCI GdL - I promessi sposi di A. Manzoni

  1. #136
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4925
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1306
    Thanks Thanks Received 
    787
    Thanked in
    520 Posts

    Predefinito

    Finito qualche giorno fa, finalmente torno qui a commentare.
    Non vorrei ripetere le tante cose -tutte interessanti e giustissime- che già avete rilevato, perché avete gia scritto bene voi, sulla grandezza di Manzoni, sulla sua capacità di delineare i personaggi, sul rilievo che ha dato al popolo...
    Voglio dire con semplicità cosa mi ha colpito, cosa mi ha portato a riflettere.
    Prima scoperta (per me, il mondo probabilmente lo sa da sempre ): questo non è un romanzo. Non solo non esiste storia d'amore (Renzo e Lucia si amano, punto. Dall'inizio alla fine. Che storia sarebbe? ). A Manzoni di questi due in quanto innamorati non importa un piffero. Li usa come scusa per il suo grande affresco, in primis, e poi come immagini: della fede, Lucia; dell'impulsività onesta, forse, Renzo.

    Prova ne sia che il finale appare un po' raffazzonato, con uno sbrigativo lieto fine che piu lieto non si può (che Renzo diventasse un padroncino con fabbrichetta, proprio l'avevo rimosso) e che l'unica scena un po' "emotiva" tra i due, quella dell'incontro al lazzaretto, è anche la sola un po' stucchevole di tutto il libro. A mio parere, eh?!

    Seconda scoperta: Manzoni non è affatto bacchettone come pensavo . Descrive come eroica e immensa la Fede (qui devo usare la maiuscola), quella che muove a grandi scelte, quella della coerenza e della fiducia in Dio. Ma demolisce la chiesa, tutte le volte che reppresenta il contrario di quanto sopra. E qui sono in disaccordo con te, Ziggy, quando dici che Lucia rappresenta la superstizione. Perché Manzoni la mette, la superstizione, in tante forme: quella del popolo contro gli untori, quella dei dotti, che cercano spiegazioni nelle stelle, quella di Don Rodrigo, che teme la maledizione di fra Cristoforo. E quella, più subdola, di fra Galdino, che promette grazie in cambio di noci. Lucia sceglie una coerenza forte e faticosa. Come fra Cristoforo e come il cardinal Federigo.
    È vero che Lucia, per il resto, non è una protagonista (ma l'ho già detto, questo non è il suo romanzo), però mi chiedo quale margine di iniziativa potesse avere una donna, nubile, nel '600, che volesse essere "onesta" (che all'epoca non era una categoria soggettiva)!
    [Detto cosi, a margine: in questi giorni ho letto il racconto di M. Serao "Cristina": dimostra quanto poco valesse ro desideri e aspettative femminili fino ad un centinaio di anni fa...]

    Manzoni rappresenta, per contrasto, la non-Fede di don Abbondio, che usa la religione come protezione dai guai, e la non-Fede della monaca di Monza, che soccombe sempre. C'è la non-Fede nei conventi, dove si accolgono donne costrette al velo dalle famiglie, la non-Fede dei milanesi, che si attaccano a riti arcaici pur di non riflettere sulle cause del contagio.

    Il cardinale... anche llui mi ha riservato sorprese. Perché Manzoni, che pure ne fa una grande figura, tra le righe ci spiega che diceva cose ingiustificabili (e che vano sarebbe scusarlo dicendo che era uomo del suo tempo), che i suoi scritti sono dimenticabili e ben poco di valore. La interpreto così: nessuno può essere davvero perfetto. Lucia, fra Cristoforo sì, perché sono parto della fantasia dell'autore. Gli altri possono al massimo impegnarsi per esprimere il loro meglio, tra le tante cadute.

    Va letto, questo libro. Soprattutto fuori da scuola.
    Grazie per aver condiviso questa lettura con me

  2. The Following 3 Users Say Thank You to Spilla For This Useful Post:


  3. #137
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10895
    Thanks Thanks Given 
    797
    Thanks Thanks Received 
    748
    Thanked in
    523 Posts

    Predefinito

    Sono arrivata alla conversione dell'Innominato. Conversione un po' troppo veloce, a dire il vero ma perdono l'autore perché è la parte più bella che finora abbia letto. Bellissima la descrizione dei suoi pensieri e dell'incontro con il cardinale Borromeo, dopo di che il Manzoni racconta con la consueta ironia e con le sue brillanti e raffinate divagazioni il contorno, i pettegolezzi e soprattutto il coinvolgimento di Don Abbondio e il suo viaggio verso il castello; quest'ultima parte rischia di essere esilarante, pur in un momento così solenne, come a volerci dire che ogni avvenimento, o quasi, ha il suo lato tragico e il suo lato ridicolo. Devo ammettere con dolore che mi sono molto ritrovata nei pensieri del curato vigliacco. Lucia ha tirato fuori il suo carattere e la sua volontà, in quest'occasione si è dimostrata una donna determinata e ha superato la paura dell'Innominato (forse anche perché non aveva capito chi fosse?) pregandolo di lasciarla libera.

  4. The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  5. #138
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4925
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1306
    Thanks Thanks Received 
    787
    Thanked in
    520 Posts

    Predefinito

    Eh già, siamo tutti don Abbondio

  6. #139
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    952
    Thanks Thanks Given 
    359
    Thanks Thanks Received 
    247
    Thanked in
    154 Posts

    Predefinito

    Ho seguito con grande interesse le vostre discussioni e mi sembra che, alla fine , siate tutti concordi nel riconoscere la grandezza del libro. Mentre leggevo le vostre discussioni ho riletto (ancora una volta!) qualche pagine del libro. Mi sembra che la parte riservata alla vicenda della monaca Monza, per rappresentazione della mentalità dei nobili del tempo ed analisi dei sentimenti umani di ogni tempo sia al di sopra di ogni possibile commento.

  7. #140
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4925
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1306
    Thanks Thanks Received 
    787
    Thanked in
    520 Posts

    Predefinito

    Alessandra, hai finito anche tu?

  8. #141
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10895
    Thanks Thanks Given 
    797
    Thanks Thanks Received 
    748
    Thanked in
    523 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Alessandra, hai finito anche tu?
    No, sono appena a metà...

  9. #142
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4925
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1306
    Thanks Thanks Received 
    787
    Thanked in
    520 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    No, sono appena a metà...
    Dai, qui aspettiamo i tuoi commenti

  10. The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  11. #143
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10895
    Thanks Thanks Given 
    797
    Thanks Thanks Received 
    748
    Thanked in
    523 Posts

    Predefinito

    Finito ... verrò qui a commentare prima o poi

  12. The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  13. #144
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4925
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1306
    Thanks Thanks Received 
    787
    Thanked in
    520 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Finito ... verrò qui a commentare prima o poi
    brava, Ale!

  14. The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  15. #145
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    10895
    Thanks Thanks Given 
    797
    Thanks Thanks Received 
    748
    Thanked in
    523 Posts

    Predefinito

    Lo so che ormai i nostri Promessi stanno festeggiando le nozze d'argento, ma eccomi qui
    Allora, non voglio ripetere (ma lo sto facendo) i commenti sulla grandezza del romanzo. Sia per quanto riguarda la perfetta fotografia del momento storico-politico e sociale del luogo e del momento, sia per l'universalità dei temi trattati e per l'approfondita ed efficace caratterizzazione dei personaggi. Renzo e Lucia, i meno significativi, subiscono comunque un'evoluzione, in particolare Renzo che, durante un percorso irto di difficoltà sia in senso metaforico che letterale, da ragazzo impulsivo e "testa calda" diventa uomo ragionevole. Lucia, trovandosi tra le grinfie dell'Innominato o, comunque, tra quelle che ritiene tali, mostra una determinazione inaspettata. A suo modo, continua a dimostrarla con l'attaccamento a quello che oggi verrebbe ritenuto dai più (e, probabilmente, anche allora, forse dalla sua stessa madre) un voto assurdo. Il Manzoni rispetta la fede di Lucia, ma i personaggi che realmente incarnano il suo modo di concepire la religione secondo me sono Fra Cristoforo e il cardinal Federigo, i quali hanno assunto i reali principi fondanti del cristianesimo come guida per la vita. L'autore si fa beffe, invece, delle superstizioni ma anche di un certo modo di concepire la fede e la religione: non manca la figura, efficacissima, del religioso - Don Abbondio - che agisce, o meglio non-agisce, in base a principi egoistici che poco hanno a che vedere con quelli cristiani; non manca la rappresentazione di quella parte dell'umanità - la famiglia della monaca di Monza e soprattutto il padre - che vede nel convento una sistemazione o, peggio, la possibilità di un ruolo di potere, giungendo a rovinare la vita della propria figlia. Insomma, il Manzoni è un uomo di fede ma non un bigotto: le storture le vede, eccome.
    Anche i personaggi apparentemente minori o comunque meno presenti, come Perpetua, restano comunque indimenticabili.
    La parte della conversione dell'Innominato, seppur troppo veloce, è una delle cose più belle che abbia mai letto.
    Invece mi ha lasciato un po' perplessa il finale, un po' sbrigativo e troppo "romanzato"; non mi aspettavo un assestamento così frettoloso della situazione, dopo la tragedia della peste.
    In ogni caso, resta un grande capolavoro e un libro da leggere anche nelle scuole, ma non nei primi anni delle superiori.

  16. The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


Ti potrebbero interessare:

 

Discussioni simili

  1. Manzoni, Alessandro - I promessi sposi
    Da Meri nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 64
    Ultimo messaggio: 04-07-2018, 04:20 PM
  2. I promessi sposi VS I grandi romanzi francesi e russi
    Da Senofane nel forum Salotto letterario
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 02-09-2014, 08:01 PM
  3. I promessi sposi: ma a voi piacciono?
    Da Vladimir nel forum Salotto letterario
    Risposte: 94
    Ultimo messaggio: 12-31-2011, 07:36 AM
  4. Note a margine dei Promessi sposi
    Da Masetto nel forum Salotto letterario
    Risposte: 34
    Ultimo messaggio: 06-08-2011, 07:59 PM
  5. I Promessi sposi e la letteratura russa: analisi comparata
    Da Vladimir nel forum Salotto letterario
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 03-14-2009, 12:06 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •