Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

 La scrittrice del mistero

Mostra risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Basso, Alice - La scrittrice del mistero

  1. #1
    Non rinunciare mai
    Data registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    185
    Thanks Thanks Given 
    103
    Thanks Thanks Received 
    75
    Thanked in
    52 Posts

    Predefinito Basso, Alice - La scrittrice del mistero

    Trama:
    Dopo il successo internazionale di Scrivere è un mestiere pericoloso e Non ditelo allo scrittore, Alice Basso torna con un nuovo romanzo che ha per protagonista Vani, la ghostwriter più amata dai lettori. In La scrittrice del mistero la troviamo alle prese con un caso da risolvere che la riguarda molto da vicino e che riporterà a galla sentimenti ed emozioni apparentemente sopite. Qualcuno infatti minaccia di morte l’ex fidanzato di Vani, il Riccardo che si era fatto odiare nei romanzi precedenti. Nonostante tutte le cose cattive che la scrittrice gli ha augurato, ora cerca di aiutarlo e al suo fianco ci sarà sempre il commissario Berganza con cui Vani ha finalmente iniziato una storia d’amore che vacilla nella loro estrema difficoltà di dichiararsi, ma che ha spiccato il volo. Vani allora non può troppo sbilanciarsi e non può perdere l’amore e il rispetto di questo commissario con la sigaretta sempre in bocca e il mistero tra le dita. L’unica cosa che può fare è chiedere aiuto a Berganza e cercare di salvare Riccardo liberando il cuore dal passato senza immergersi troppo negli abissi dell’animo umano. Per farlo i libri salveranno un’altra volta la protagonista creata dalla penna di Alice Basso, mettendo a nudo la mente e i piani criminali di qualcuno di molto potente, che sembra proprio uscito da uno dei libri che Vani deve scrivere al posto di coloro che si dichiarano veri scrittori. Tra letteratura, noir e storia d’amore, La scrittrice del mistero è un romanzo che conquisterà nuovamente le librerie di tutto il mondo.

    Commento: recensire questa quarta, meravigliosa avventura di Vani Sarca senza fare spoiler è durissimo. Posso solo dire che questo è principalmente un libro sull’amore in tutte le sue forme, più o meno sane, più o meno belle, più o meno vissute. Come già mi è capitato con gli altri libri, la trama rende ben poco ciò che effettivamente la storia contiene, anzi in qualche caso mi azzardo a dire che lo interpreta proprio male.
    Che lo dico a fare, ormai gli affezionati lo sanno bene, Alice Basso ha un modo di scrivere capace di far ridere alle lacrime e commuovere di tenerezza nel giro di una manciata di parole, perfetto per accompagnarci nella turbolenta vita di Vani, che in pochissimi giorni subirà parecchi stravolgimenti e scossoni. Se con il terzo romanzo avete creduto che il processo di crescita dei personaggi si sia finalmente concluso scordatevelo: è qui che cominciano le vere montagne russe, e Vani non è affatto l’unica a sperimentarne gli effetti. In certi particolari punti del racconto mi è sembrato di assistere a un mondo a testa in giù, al quale però non saremo mai potuti giungere senza tutto ciò che c’è stato prima. Per spiegarmi meglio: è come se i primi tre libri siano stati tutti una grande e fantastica introduzione, che ci ha portati poi alla vera svolta con questo capitolo della serie. Devo ammettere che, sebbene preferisca le cose come stanno adesso, mi mette già un’enorme tristezza pensare che questa svolta porta con sé un inevitabile sapore di conclusione imminente, che vorrei non arrivasse mai, ma allo stesso tempo ritengo meritatissima per questi personaggi.
    Essendo un’amante di gialli e thriller (anche se ancora troppo ignorante in materia), non posso non aver adorato i numerosi riferimenti a moltissimi autori che di questi generi hanno fatto la storia, alcuni dei quali amo alla follia (CofcofDeavercofcof), così come a “accorgimenti” tecnici sul processo di creazione che sta dietro a un poliziesco di successo, che noi lettori neanche ci sognamo sia così complicato (ovviamente non per Vani) e che poi l’autrice si diverte quasi a smentire con il caso del libro.
    Tra l’altro provo anche un certo odio per l’autrice a questo proposito, derivato dal fatto che la mia lista dei libri da leggere è aumentata di parecchio, grazie ad alcuni autori e personaggi citati che sembrano davvero interessanti.
    P.S.: parola d’ordine Crampo!

  2. The Following User Says Thank You to LettriceBlu For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1288
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    573
    Thanks Thanks Received 
    478
    Thanked in
    317 Posts

    Predefinito

    Attenzione, recensione poco obiettiva e molto, molto personale.
    Quando leggiamo un libro cerchiamo, anche inconsciamente, qualche appiglio con la nostra vita, con i nostri sentimenti e modi di pensare, con qualcosa che conosciamo e amiamo… cerchiamo sempre qualcosa che ci faccia sentire a casa. E chi ama leggere non può non sentirsi inevitabilmente a casa in compagnia di Vani Sarca e Romeo Berganza, non perché siano due animali sociali, intendiamoci, ma perché amano i libri, li citano continuamente, ne sembrano usciti, la loro vita ne sembra governata. Ecco perché, per me che amo leggere, la compagnia di questi due personaggi è più che gradita, è quasi una dipendenza. E se poi, per combinazione, fra i tanti libri che scrive per lavoro Vani si trova alle prese con un thriller – il mio genere preferito – è proprio finita! Inutile dire che fra autori che conosco, autori che amo e nomi da segnare per prossime letture, ho letto il libro in una specie di estasi di Santa Teresa.
    E poi come si fa a non appassionarsi a una storia se è scritta in modo così diretto, sprezzante, autoironico? Non può non suscitare empatia! Ed empatia, anche se non lo ammetterà mai, è quella che prova Vani nei confronti della sorella Lara in difficoltà; è empatia quella che la spinge ad indagare insieme al suo commissario per scoprire chi minaccia Riccardo Randi, il suo odiatissimo ex minacciato di morte; è empatia – chi l’avrebbe mai detto? – quella verso il suo capo, Enrico Fuschi, vittima insospettabile di una ingombrante conoscenza del passato. E non sono sintomi di empatia, invece, quei frequenti crampi allo stomaco che la nostra amica prova ad ogni manifestazione d’affetto proveniente dal suo caro commissario: non ci è abituata – e non lo è neanche lui – ma è innamorata e la cosa potrebbe piacerle… a me, però, la coppia piace di sicuro e non la perderò di vista nel quinto (e sembrerebbe ultimo) volume della saga. Ma Vani e Berganza non sono gli unici che dovremo tenere d’occhio… c’è un altro personaggio che, a quanto pare, ci darà da pensare nel prossimo libro… Alice Basso ha sapientemente (e sadicamente!) chiuso questa storia con una frase ad effetto che provoca un certo brivido… bah, vedremo! Intanto voi godetevi questo quarto volume, ne vale la pena, come sempre: Vani non è una semplice protagonista di una saga di successo, non è solo una gostwriter bravissima… è un’amica ormai, una di quelle di cui vuoi sempre sapere tutto, una che devi controllare perché sembra forte, sicura e strafottente, ma sai che potrebbe farsi male e, se accadesse, a te dispiacerebbe da morire di non esserle stata accanto! Forse per qualcuno potrebbe sembrare esagerato un legame così forte con un personaggio inventato, ma chi legge lo sa che è normale… ed anche Alice lo sa, lo capisce e ci regala sempre storie che lo alimentano e lo rafforzano questo legame. Perciò grazie, Alice, grazie per Vani, per Berganza, per Fuschi, per Deaver e Van Dine, ma anche per tutti gli autori che ancora non conosco e che grazie a Vani conoscerò. P.S. Per favore, ripensaci! Non far finire tutto con il quinto volume!

  • #3
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    5985
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    291
    Thanks Thanks Received 
    150
    Thanked in
    97 Posts

    Predefinito

    Nonostante sia arrivata al quarto romanzo la storia tiene ancora bene. Promosso.

  • #4

    Predefinito Basso, Alice - The writer of the mystery

    Plot:
    After the international success of Writing is a dangerous profession and Do not tell the writer, Alice Basso returns with a new novel starring Vani, the ghostwriter most loved by readers. In The mystery writer we find her struggling with a case to solve that concerns her very closely and that will bring back seemingly dormant feelings and emotions. Someone in fact threatens to death the former boyfriend of Vani, the Riccardo who had become hated in previous novels. Despite all the bad things that the writer wished him, now seeks to help him and at his side there will always be Commissioner Berganza with whom Vani has finally started a love story that falters in their extreme difficulty to declare, but that has stood out the flight. Vani then can not be too lopsided and can not lose the love and respect of this commissioner with the cigarette always in his mouth and the mystery between his fingers. The only thing he can do is to ask for help from Berganza and try to save Riccardo by freeing the heart from the past without too much immersion in the abyss of the human soul. To do so, the books will once again save the protagonist created by Alice Basso's pen, exposing the mind and the criminal plans of someone very powerful, who seems to have come out of one of the books that Vani has to write in place of those who they declare true writers. Between literature, noir and romance, the writer of the mystery is a novel that will conquer again the bookstores of the whole world.

    Comment: review this fourth, wonderful adventure of Vani Sarca without spoiler is very hard. I can only say that this is mainly a book about love in all its forms, more or less healthy, more or less beautiful, more or less experienced. As already happened with the other books, the plot makes very little what actually the story contains, even in some cases I venture to say that it plays bad.
    What I say to do, now the fans are well aware, Alice Basso has a way of writing able to make you laugh at tears and move of tenderness within a handful of words, perfect to accompany us in the turbulent life of Vani, which in a very few days will undergo several upheavals and jolts. If you believed in the third novel that the process of character growth has finally come to an end, forget it: this is where the real roller coaster begins, and Vani is by no means the only one to experience its effects. In certain particular points of the story it seemed to me to witness a world upside down, to which, however, we could never have come without all that was there before. To explain better: it is as if the first three books were all a great and fantastic introduction, which then led us to the real breakthrough with this chapter of the series. I must admit that, although I prefer things as they are now, it already makes me tremendously sad to think that this breakthrough brings with it an inevitable flavor of impending conclusion, that I wish it would never come, but at the same time I think deserved for these characters.
    Being a lover of thrillers and thrillers (although still too ignorant on the subject), I can not fail to have loved the numerous references to many authors who made history of these genres, some of which I love madness (CofcofDeavercofcof), as well as to technical "tricks" on the process of creation that is behind a successful detective, which we, even readers, do not even dream of is so complicated (obviously not for Vani) and that the author has almost a denial with the case of the book.
    Among other things, I also feel a certain hatred for the author in this regard, derived from the fact that my list of books to read has increased a lot, thanks to some authors and characters mentioned that seem really interesting.
    P. S .: Cramp's password!

  • #5
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3606
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    197
    Thanks Thanks Received 
    98
    Thanked in
    50 Posts

    Predefinito

    Questa è spam secondo voi oppure abbiamo l'onore di aver ricevuto la prima review in inglese?

    Dear Notly1988, is this a spam post or do you write by yourself tha review? Could you please answer at this question and beside that introduce yourself in the meeting room: http://www.forumlibri.com/forum/forumdisplay.php?f=18

  • #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5158
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1509
    Thanks Thanks Received 
    886
    Thanked in
    590 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Questa è spam secondo voi oppure abbiamo l'onore di aver ricevuto la prima review in inglese?

    Dear Notly1988, is this a spam post or do you write by yourself tha review? Could you please answer at this question and beside that introduce yourself in the meeting room: http://www.forumlibri.com/forum/forumdisplay.php?f=18
    Il libro, italianissimo, è "La scrittrice del mistero" di Alice Basso, ed è già presente in pb


  • Discussioni simili

    1. Basso, Alice - Scrivere è un mestiere pericoloso
      Da Valuzza Baguette nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 09-05-2018, 11:20 PM
    2. Risposte: 10
      Ultimo messaggio: 06-15-2018, 01:45 PM
    3. Basso, Alice - Non ditelo allo scrittore
      Da estersable88 nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 2
      Ultimo messaggio: 08-10-2017, 12:33 PM
    4. Aloona - scrittrice in caccia
      Da Aloona nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
      Risposte: 9
      Ultimo messaggio: 11-03-2011, 11:17 PM
    5. Sturiale, Alice - Il libro di Alice
      Da elisa nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 5
      Ultimo messaggio: 10-26-2007, 07:50 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •