Jon Porter, uno psicologo, torna a Grover Corner con sua figlia Michelle dopo la morte di sua madre, scomparsa in circostanze misteriose come sua moglie e sua sorella. Alcuni giorni dopo il loro arrivo, iniziano ad accadere cose strane: Michelle porta al collo un ciondolo che dice di aver ricevuto da un ragazzo incontrato a cena, e Jon rivive l'incubo delle circostanze in cui morì sua sorella Lisa.

A volte mi capita di guardare uno di quei film tratti dai romanzi o dai racconti di Stephen King, lo faccio perché il livello è discontinuo e si va da capolavori come Shining a film trash come questo, che pur ha dalla sua parte un buon cast con due talenti come Hilary Swank e Alexis Arquette tra i protagonisti. Qui siamo nel satanismo più becero.