Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 2 di 3 PrimoPrimo 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 35

Discussione: XCIV GdL - Il segreto dell'uomo solitario di Grazia Deledda

  1. #16
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1647
    Thanks Thanks Given 
    3201
    Thanks Thanks Received 
    1524
    Thanked in
    923 Posts

    Predefinito

    Finito! Vi aspetto...
    Non sembra un libro pubblicato nel 1921.

    Ho scoperto che ne hanno tratto anche un film, nel 1989, con Giulio Bosetti che interpreta il protagonista, Nada che interpreta Ghiana.


  2. The Following 2 Users Say Thank You to qweedy For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #17
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15577
    Thanks Thanks Given 
    1716
    Thanks Thanks Received 
    1500
    Thanked in
    1034 Posts

    Predefinito

    Ho superato le 100 pagine e sono sempre più estasiata, mi piace davvero tanto e trovo il modo in cui è scritto molto scorrevole, chissà perché non me l'aspettavo così . Non c'è esagerato sentimentalismo (e questo lo apprezzo) ma c'è la capacità da parte dell'autrice di rendere coinvolgente la storia e scaturire empatia con i protagonisti. Non avevo affatto intenzione di partecipare al gruppo di lettura perché sto leggendo poco e male, poi mi sono sentita "chiamata" da questo libro e per fortuna ho deciso di accettare così non mi sono persa la possibilità di immergermi in vicende in parte per me dolorose ma anche di conforto e confronto.

  • The Following 3 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #18
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1726
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1055
    Thanks Thanks Received 
    882
    Thanked in
    544 Posts

    Predefinito

    Appena iniziato e ne ho già letto un quarto. Di Grazia Deledda avevo letto solo "Canne al vento" e l'avevo trovato sublime. Anche qui la Deledda non si smentisce: la sua prosa è stupenda. Equilibrio è forse la parola più adatta per descriverla. La sua scrittura mi dà tranquillità anche quando parla di cose per nulla tranquille.
    Se pensiamo, ad esempio, alle primissime righe, vediamo che l'uomo solitario subisce la minaccia dell'arrivo degli operai che costruiranno una casa accanto a quella in cui vive: è inquieto perché la sua solitudine viene minata. Eppure noi, pur avvertendo l'inquietudine distintamente, la viviamo come un'astrazione, come in una dimensione ovattata. Sempre pregievoli le descrizioni, puntuali e chirurgiche: niente sentimentalismi, niente barocchismi, le parole giuste, solo quelle, poche ma buone.

  • The Following 2 Users Say Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #19
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20608
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    435
    Thanks Thanks Received 
    1375
    Thanked in
    904 Posts

    Predefinito pagina 86

    E' una storia di tante solitudini che si incontrano, le donne sono sole a causa della lontananza o della malattia del marito, gli uomini soli volontariamente come Cristiano oppure costretti dalla malattia ad isolarsi. E' un sentire moderno e attuale questo dell'essere soli, estraniati, alienati dalla realtà.

    Da cosa deriva il nome Ghiana?

  • The Following 2 Users Say Thank You to elisa For This Useful Post:


  • #20
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5521
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1853
    Thanks Thanks Received 
    1161
    Thanked in
    760 Posts

    Predefinito

    Qualcuno ha convertito per me il pdf (illeggibile) in un comodissimo e-pub
    Adesso la lettura scorrerà di sicuro più velocemente (anche il fatto che da domani le scadenze di lavoro saranno terminata mi darà una bella mano ).

  • The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  • #21
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15577
    Thanks Thanks Given 
    1716
    Thanks Thanks Received 
    1500
    Thanked in
    1034 Posts

    Predefinito qualche citazione

    Pareva ch'egli volesse castigare le cose intorno per la loro impassibilità alla sua preoccupazione.

    Quando ci si è ripiegati una volta a guardare dentro l'anima nostra, tutto quello che è esteriore non interessa più: tutto è scolorito e semplice in confronto a quello che avviene dentro di noi.

    Gioia! – egli brontolò. – Noi ti rinneghiamo e ti disprezziamo come la volpe l'uva. Ti sei tanto negata, tanto invano abbiamo tentato di prenderti che abbiamo finito con l'odiarti: e adesso, a lungo andare, se ti offri non ti accettiamo, non perché non crediamo in te ma perché non abbiamo più la capacità di prenderti.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #22
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1647
    Thanks Thanks Given 
    3201
    Thanks Thanks Received 
    1524
    Thanked in
    923 Posts

    Predefinito

    La solitudine di Cristiano è inizialmente perfetta, lui vive bene da solo, è tranquillo e ha tutto ciò di cui ha bisogno. Ed è molto spaventato quando la sua solitudine viene minacciata.
    Tema molto moderno, direi.

  • The Following User Says Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #23
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1726
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1055
    Thanks Thanks Received 
    882
    Thanked in
    544 Posts

    Predefinito Finito

    Finito! Aspetto voi per postare il commento finale, ma intanto creo il tread e lo pubblico in Pb.
    Nel frattempo, però, qualche considerazione a caldo.
    Come dicevo, la scrittura di Grazia Deledda è sublime, equilibrata, essenziale eppure ricca. Il tema (la solitudine, l'autopunizione, il senso di colpa) è estremamente attuale e reso con delicatezza e tatto. Il finale è, a suo modo, inaspettato anche se le avvisaglie c'erano tutte.
    Cristiano è un personaggio che mi piace, inspiegabilmente, nonostante i tanti difetti: ha un cuore buono e un'anima gentile sepolta sotto strati di acrimonia. I personaggi femminili, invece, li ho detestati tutti.

  • The Following 2 Users Say Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #24
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20608
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    435
    Thanks Thanks Received 
    1375
    Thanked in
    904 Posts

    Predefinito

    finito anche io ieri, lettura assolutamente promossa, una storia che coinvolge e una scrittura impeccabile. Ripasso per un commento meno stringato.

  • The Following User Says Thank You to elisa For This Useful Post:


  • #25
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20608
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    435
    Thanks Thanks Received 
    1375
    Thanked in
    904 Posts

    Predefinito

    Sicuramente è uno dei romanzi minori, meno epici, della scrittrice sarda. Io ho letto solo Canne al vento dove lei riesce a rendere universale una storia legata a un territorio così particolare che è la Sardegna, che sembrerebbe non trasmettere invece quel respiro che la Deledda riesce a dare. In questa storia invece la Sardegna resta sullo sfondo e potrebbe essere qualsiasi parte del mondo dove c'è una natura che aiuta la riflessione, l'isolamento, la rinascita. Anche i personaggi appartengono ad un mondo reale che però non ha una definizione né geografica né temporale, tanto da essere un romanzo attualissimo anche dopo quasi 100 anni che è stato scritto.
    Si legge con piacere, con curiosità, con tensione e si mettono in campo tante di quelle emozioni che posso dire che la scrittrice è mastra nel sottile confine tra descrizione e suggestione, lasciando però libero l'animo di chi legge di farsi una propria idea. Bello, viene solo voglia di leggerne altri.

  • The Following 2 Users Say Thank You to elisa For This Useful Post:


  • #26
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1022
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    122
    Thanked in
    87 Posts

    Predefinito

    Eccomi, io sono a un buon 3/4 del libro.
    Anch'io come quasi tutte voi, sono entusiasta della prosa della Deledda, che è come mi ricordavo dalle letture di Canne al Vento e Elias Portolu.
    Una prosa secca, precisa, ma avvolgente, proprio come la natura della sua Sardegna, così essenziale, ma affascinante. Quello che mi sorprende è la sua capacità di descrivere con la stessa intensità, con la stessa maestria i sentimenti, i rivolgimenti interni dei suoi personaggi e tutto ciò che li circonda.
    Ogni personaggio è incredibilmente vivo: la Deledda ha la capacità di rendere completi anche i personaggi minori, non trascura nemmeno gli animali, anche il gatto di Cristiano e il cane di Sarina hanno una loro personalità; alla sua penna non sfugge nemmeno il piccolo tremore di una foglia.
    Questa sua capacità fa quasi passare in secondo piano il contenuto, potrebbe star raccontando qualsiasi storia.
    La tensione del mistero della solitudine di Cristiano mantiene tesa tutta la narrazione, senza mai stancare, perché si ha proprio l'impressione che il mistero piano piano si stia svelando.

    Francesca

  • The Following 3 Users Say Thank You to francesca For This Useful Post:


  • #27
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15577
    Thanks Thanks Given 
    1716
    Thanks Thanks Received 
    1500
    Thanked in
    1034 Posts

    Predefinito Attenzione: spoiler verso il finale

    Mi mancano una decina di pagine, ormai ho scoperto il segreto dell'uomo e se non stessi attraversando davvero un brutto periodo (ormai dura da tanto) che mi ha permesso di entrare in empatia con lui e con Sarina potrei essere cinica e dire: ma chi glielo fa fare a lei di mettersi con un altro pazzo ? Invece siccome conosco bene la follia capisco quanto l'anima e il cuore possano essere influenzati da una mente disturbata (propria e/o degli altri) e come possano soccombere sotto il suo dominio.
    Non credevo di trovare una storia così coinvolgente e sconvolgente per me, ma lo dico nel senso positivo perché comunque vada a finire è stato davvero appagante leggerla.
    Concordo con chi ha già detto che la Deledda riesce ad unificare umani, animali, oggetti e paesaggio in una splendida pennellata che rende tutto vivo e vibrante.
    Di certo leggerò altro di lei, anche se ora ho un po' paura di restare delusa dopo aver trovato tanta intensità in questo breve romanzo.
    Ultima modifica di Minerva6; 06-05-2018 alle 09:12 PM.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #28
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5521
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1853
    Thanks Thanks Received 
    1161
    Thanked in
    760 Posts

    Predefinito

    Finito poco fa.
    Forse devo aspettare un po' prima di esprimere un commento sensato.
    Il libro mi è piaciuto, devo dire che ho apprezzato tanto le descrizioni della natura, cosi viva e potente attorno al dramma che ciascuno, in questo racconto, porta con sé. La vicenda dei personaggi mi ha preso poco nella prima metà, dopo invece le emozioni sono talmente potenti da essere per forza protagoniste.
    Sul resto rifletto.

  • The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  • #29
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15577
    Thanks Thanks Given 
    1716
    Thanks Thanks Received 
    1500
    Thanked in
    1034 Posts

    Predefinito

    Finito anche io già da 2 giorni!
    Con viva e vibrante soddisfazione (per citare l'ex presidente della Repubblica Napolitano imitato da Crozza ).

    Ecco altre 2 citazioni:

    Tutto era bello e fantastico, intorno a lui, di una bellezza di sogno, perché tutto era bello dentro di lui.

    La mia bontà era come un diamante grezzo contro il quale si adoperavano, smussandolo, tutti quelli che volevano giovarsene; ed io lasciavo fare; anzi ne provavo piacere: adesso, dopo tanta limatura di dolore sento che la mia bontà esiste ancora, anzi più intatta di prima; ma come il diamante sfaccettato non si presta più a diminuzioni; si dà tutta, o rimane dentro di me inutilmente preziosa come il diamante nel suo astuccio.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #30
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15577
    Thanks Thanks Given 
    1716
    Thanks Thanks Received 
    1500
    Thanked in
    1034 Posts

    Predefinito

    Se non erro mancano all'appello solo bouvard e Leeren.

  • Pagina 2 di 3 PrimoPrimo 123 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Deledda, Grazia - La madre
      Da gelsomina nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 7
      Ultimo messaggio: 04-20-2019, 05:31 PM
    2. Deledda, Grazia - Anime oneste
      Da bouvard nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 04-27-2018, 11:47 AM
    3. Deledda, Grazia - Scritti scelti
      Da alessandra nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 05-13-2013, 06:03 PM
    4. Deledda, Grazia - Annalena Bilsini
      Da Jessamine nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 05-10-2013, 05:16 PM
    5. Deledda,Grazia- Naufraghi in porto
      Da isola74 nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 03-23-2012, 01:01 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •