Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 8 di 8 PrimoPrimo 12345678
Mostra risultati da 106 a 114 di 114

Discussione: XXVIII Sfida letteraria "Libri di autori che amiamo"

  1. #106
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15667
    Thanks Thanks Given 
    1765
    Thanks Thanks Received 
    1544
    Thanked in
    1067 Posts

    Predefinito

    Spilla deve farle a me mentre io le devo fare ad ayu.
    Però io le farò domani, insieme alle mie recensioni

  2. The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #107
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15667
    Thanks Thanks Given 
    1765
    Thanks Thanks Received 
    1544
    Thanked in
    1067 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    Spilla deve farle a me mentre io le devo fare ad ayu.
    Però io le farò domani, insieme alle mie recensioni
    Le mie recensioni in PB (pessime, purtroppo) le ho appena fatte (per Pirandello però vale il MG).
    Mi prendo tempo per pensare alle domande per ayu in attesa di quelle di Spilla

  • The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #108
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15667
    Thanks Thanks Given 
    1765
    Thanks Thanks Received 
    1544
    Thanked in
    1067 Posts

    Predefinito

    In attesa delle domande di Spilla, inizio a farle io ad ayu

    1) Ho capito che il libro della Woolf l'hai trovato più "difficile" degli altri suoi, però non ho voluto leggere la tua recensione visto che ce l'ho in lista desideri, dimmi comunque con che stato d'animo devo prepararmi quando arriverà il momento. E se nella tua cinquina c'è stato un altro libro ancora più impegnativo.

    2) Finora non ho ancora mai letto Faulkner però in futuro potrei farlo, con cosa mi consigli di iniziare e per quale motivo dovrei leggere questo autore?

    3) Associa ogni libro letto ad viaggio che hai fatto, per le stesse emozioni che ti ha trasmesso.

  • The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #109
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5950
    Thanks Thanks Given 
    560
    Thanks Thanks Received 
    997
    Thanked in
    528 Posts

    Predefinito

    Anche solo per l'ultima domanda ti adoro!!!

  • The Following User Says Thank You to ayuthaya For This Useful Post:


  • #110
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5555
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1882
    Thanks Thanks Received 
    1172
    Thanked in
    770 Posts

    Predefinito

    Domande per Minerva:
    1. Quale emozione prevalente ti ispira ognuno degli autori? Quella che avverti al solo sentirli nominare...
    2. In quale occasione ti sei "innamorata" di ciascuno di loro?
    3. I libri chw hai letto ti hanno confermata nel tuo amore per Pirandello James e Twain o ti hanno deluso?

    ...e scusa per il ritardo

  • The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  • #111
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5950
    Thanks Thanks Given 
    560
    Thanks Thanks Received 
    997
    Thanked in
    528 Posts

    Predefinito

    Che belle anche queste domande!!! Mi sa che ruberò la seconda e risponderò anche a quella anche se non è per me !!!
    Cmq alle belle domande di Minerva prometto che risponderò entro domani!!!

  • The Following User Says Thank You to ayuthaya For This Useful Post:


  • #112
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    15667
    Thanks Thanks Given 
    1765
    Thanks Thanks Received 
    1544
    Thanked in
    1067 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Domande per Minerva:
    1. Quale emozione prevalente ti ispira ognuno degli autori? Quella che avverti al solo sentirli nominare...
    2. In quale occasione ti sei "innamorata" di ciascuno di loro?
    3. I libri chw hai letto ti hanno confermata nel tuo amore per Pirandello James e Twain o ti hanno deluso?

    ...e scusa per il ritardo
    1) Pirandello: nostalgia
    James: sorpresa
    Twain: allegria
    Sono dovuta ricorrere a wiki per non sbagliare , altrimenti avrei usato altre parole che non sono emozioni, tipo follia e morte in Pirandello, divertimento e svago in Twain e passione e curiosità in James

    2) Al Liceo con Uno, nessuno e centomila (Pirandello)
    Qualche anno fa con Il carteggio Aspern (James)
    Sempre qualche anno fa con Viaggio in Paradiso (Twain)

    3) Come già sai la raccolta di Pirandello non è stata delle migliori, ma confermo lo stesso il mio amore
    Idem per gli altri due.

  • The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #113
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5950
    Thanks Thanks Given 
    560
    Thanks Thanks Received 
    997
    Thanked in
    528 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6 Vedi messaggio
    In attesa delle domande di Spilla, inizio a farle io ad ayu

    1) Ho capito che il libro della Woolf l'hai trovato più "difficile" degli altri suoi, però non ho voluto leggere la tua recensione visto che ce l'ho in lista desideri, dimmi comunque con che stato d'animo devo prepararmi quando arriverà il momento. E se nella tua cinquina c'è stato un altro libro ancora più impegnativo.

    2) Finora non ho ancora mai letto Faulkner però in futuro potrei farlo, con cosa mi consigli di iniziare e per quale motivo dovrei leggere questo autore?

    3) Associa ogni libro letto ad viaggio che hai fatto, per le stesse emozioni che ti ha trasmesso.
    Ecco le risposte:

    1) Quando lo leggerai devi prepararti ad affrontare un romanzo (rispetto agli altri a cui la cara Virginia ci ha abituati) meno "empatico", più cerebrale... Non è che non sia un bel libro, ma lo si apprezza più ragionandoci su e infatti mi ha aiutato molto la postfazione alla mia edizione Feltrinelli. Comunque rispetto ai primi capitoli, andando avanti la situazione migliora e si creano più "collegamenti" che facilitano la comprensione, oltre a passaggi più "emozionali" e quindi più "godibili" (a me sono piaciuti soprattutto quelli con protagonista Eleonor). Libri abbastanza impegnativi sono stati anche Faukner (ca va sans dire...) e Bernhard (ca va sans dire - 2! ) ma di una difficoltà diversa, più gratificante, per cui in realtà sono stati impegnativi ma non faticosi, per quanto mi riguarda.

    2) Dovresti leggerlo perché è un autore grandissimo, imprescindibile che vale assolutamente tutta la "difficoltà" che richiede! Detto questo ti potrei dare due consigli opposti: o fare come ho fatto io (anche con altri autori) e cioè partire temerariamente da uno dei suoi capolavori (magari non L'urlo e il furore che è davvero difficile, ma piuttosto come ho fatto io con Mentre morivo) oppure iniziare con uno meno impegnativo ma che ti permette di "tastare" la tua affinità con questo autore, e allora ti consiglierei Gli invitti, La paga del soldato o visto che a te piacciono i racconti Una rosa per Emily. Dipende da te!

    3) Domanda bella e stradifficile, perché non è semplice ragionare su un viaggio senza farsi condizionare dalla nazionalità dell'autore (come verrebbe naturale fare!)
    Ecco le mie risposte:

    Correzione - Bernhard: India. Perchè l'India è "asfissiante" come lui, martellante, ossessiva, non ti lascia prendere il respiro... ma è altrettanto straordinaria e coinvolgente.

    Gli anni - Woolf: Londra. L'unico caso in cui il Paese corrisponde alla nazionalità dell'autore, ma l'ho fatto perché volevo un paese europeo, un luogo ricco di musei che quindi apprezzi soprattutto se ne conosci la storia. E forse Londra rispetto ad altre città d'Europa mi ha dato questa emozione meno immediata.

    Santuario - Faulkner: Svalbard. Non perché Faulkner sia "freddo" (tutt'altro) ma ho pensato a un viaggio difficile dal punto di vista logistico, impegnativo, che mette a dura prova (insomma: per "esperti" ), ma che in cambio regali emozioni uniche e indescrivibili. Come sono sempre stati i Paesi del Nord per me (e in modo particolare questo!)

    L'assistente - Walser: Azzorre. Un Paese da cui forse non ci si aspetta moltissimo (o almeno non così "sputtanato"...) ma che invece mi ha incantato. "Tradizionale" come è (solo apparentemente!) Walser e soprattutto la cui natura rigogliosa e curata conquisterebbe il viaggiatore più indifferente (non parliamo poi un "innamorato" della natura come Giusepe Marti alias Walser...).

    L'animale morente - Roth: Nepal o Cambogia. Sebbene non sia al livello di altri suoi romanzi, tuttavia Roth ha il potere di scuotere in me qualcosa che non è né cuore né cervello... è qualcosa di profondo e viscerale, di oscuro e eccessivo. Per questo ho pensato a uno dei due Paesi che non solo mi hanno regalato esperienze oggettivamente belle (anzi, meravigliose!) ma che mi hanno toccato dentro...

    Grazie Minerva!
    Ultima modifica di ayuthaya; 09-08-2018 alle 07:36 PM.

  • The Following 2 Users Say Thank You to ayuthaya For This Useful Post:


  • #114
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    5950
    Thanks Thanks Given 
    560
    Thanks Thanks Received 
    997
    Thanked in
    528 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ayuthaya Vedi messaggio
    Che belle anche queste domande!!! Mi sa che ruberò la seconda e risponderò anche a quella anche se non è per me !!!
    Cmq alle belle domande di Minerva prometto che risponderò entro domani!!!
    In quale occasione ti sei innamorata di ognuno di loro?

    Era un po’ che volevo rispondere a questa domanda, anche se in effetti non è stata rivolta a me ma a Minerva!
    Ma non importa: rispondo per me stessa e a mio modo, raccontando quando e in che modo ho fatto conoscenza con alcuni degli autori che più amo!

    In ordine cronologico: la Woolf l’ho conosciuta da ragazzina leggendo La signora signora Dalloway che ricordo mi piacque moltissimo… Ho continuato con Gital al faro e anche quello mi piacque, ma in un certo senso la vera scintilla è scattata con Orlando, segno forse che di questa scrittrice amo soprattutto la vena più sperimentale (infatti con Gli anni mi è andata meno bene…). Comunque non posso non sottolineare che il suo capolavoro assoluto per me resta Le onde, uno dei libri più belli che abbia mai letto!

    Roth, con lui ho un rapporto davvero particolare: il primo libro (La macchia umana) l’ho detestato (sebbene il film mi fosse piaciuto molto); Pastorale americana mi ha colpito lasciandomi però un che di ostico; Il teatro di Sabbath, infine, mi ha fatto capitolare… (e da lì è iniziato un amore). Philip Roth: la parte indecente di ognuno di noi (non necessariamente nelle forme da lui proposte), per questo è così difficile che resti indifferente.

    Walser è uno degli autori di cui non sapevo neppure l’esistenza prima che mi fosse consigliato qui in Forum (da Des Esseintes, suo grande estimatore!): è stato quasi amore a prima lettura, o per meglio dire un continuo crescendo di assoluta sintonia. Il suo stile apparentemente sottotono e in realtà così straordinariamente potente e sovversivo, e soprattutto il suo palpabile (seppur sofferto) amore per la vita me lo rendono uno scrittore incredibilmente caro e prezioso.

    Faulkner… ecco, con lui si è trattato del vero colpo di fulmine (molto simile a quello di Queedy, credo): ho letto Mentre morivo e me ne sono follemente innamorata: del libro e dell’autore. Senza se e senza ma. E infatti i romanzi successivi sono state insieme conferme e continue sorprese della sua grandezza.

    Bernhard, la mia scoperta più recente, grazie a un libro (Perturbamento) di cui mi è stato detto “è fatto per te”: intuizione esatta al 100%! Bernhard è un po’ come Faulkner (sebbene i modi espressivi siano completamenti diversi): folle e geniale. E nella sua “follia” è assolutamente nelle mie corde, davvero una rivelazione.

  • The Following 2 Users Say Thank You to ayuthaya For This Useful Post:


  • Pagina 8 di 8 PrimoPrimo 12345678

    Discussioni simili

    1. Risposte: 43
      Ultimo messaggio: 07-11-2018, 09:22 PM
    2. Risposte: 58
      Ultimo messaggio: 10-05-2016, 02:25 PM
    3. XIX Sfida letteraria "Libri del cuore" - Presentazione liste
      Da Minerva6 nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 79
      Ultimo messaggio: 02-02-2015, 11:30 AM
    4. Risposte: 108
      Ultimo messaggio: 10-16-2014, 07:54 PM
    5. Risposte: 82
      Ultimo messaggio: 07-07-2014, 07:39 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •