Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 55

Discussione: XCVI GdL - L'opera al nero di Marguerite Yourcenar

  1. #1
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14895
    Thanks Thanks Given 
    1312
    Thanks Thanks Received 
    1088
    Thanked in
    763 Posts

    Predefinito XCVI GdL - L'opera al nero di Marguerite Yourcenar

    Dalla proposta di Spilla è nato questo gruppo di lettura che partirà domani 15 ottobre ed avrà come partecipanti:
    elisa
    francesca
    Minerva6
    Spilla
    Trillo
    e chiunque altro vorrà aggiungersi

    Si tratta di un romanzo storico del 1968, le cui vicende ruotano attorno alla figura di Zenone, un filosofo, scienziato e alchimista che l'autrice immagina essere nato in Belgio nel XVI secolo.

    Io ho l'edizione Feltrinelli e il protagonista è chiamato Zenon. E voi?

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2

    Predefinito

    Anch'io ho l'edizione Feltrinelli, ma il nome del protagonista è italianizzato in "Zenone".

  • #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5158
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1509
    Thanks Thanks Received 
    886
    Thanked in
    590 Posts

    Predefinito

    Anche il mio è Feltrinelli, copertina nera con drago giallo. Il personaggio è chiamato Zenone, il suo compagno Enrico-Massimiliano.

    Il libro è stato scritto nel mio anno di nascita

  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Firenze
    Messaggi
    973
    Thanks Thanks Given 
    64
    Thanks Thanks Received 
    94
    Thanked in
    70 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Anche il mio è Feltrinelli, copertina nera con drago giallo. Il personaggio è chiamato Zenone, il suo compagno Enrico-Massimiliano.

    Il libro è stato scritto nel mio anno di nascita
    Identica edizione!!!

    Intanto butto là la prima domanda:
    ma questo titolo:
    L'OPERA AL NERO

    che vorrà dire?

    Francesca

  • #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5158
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1509
    Thanks Thanks Received 
    886
    Thanked in
    590 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da francesca Vedi messaggio
    Identica edizione!!!

    Intanto butto là la prima domanda:
    ma questo titolo:
    L'OPERA AL NERO

    che vorrà dire?

    Francesca
    Me lo sto chiedendo anche io

    Mi dite quante sono le pagine nella versione cartacea? Io ho scaricato l'ebook dal sito della biblioteca

    Ho letto 10/15 pagine. Mi pare scorrevole, per ora non ho trovato difficoltà (lo immaginavo più "cerebrale"), sta delineando due diverse personalità, il soldato e l'uomo di studi.

    Cap.2 (piccoli spoiler)
    In un improvviso flash back incontriamo il padre di uno dei due ragazzi (quale? Mi sa che devo rileggere ), un perfetto "gentiluomo" rinascimentale, dedito alla politica, agli affari, al piacere. Bella la descrizione della giovane fiamminga.

    Edit: si tratta dei genitori di Zenone
    Ultima modifica di Spilla; 10-15-2018 alle 05:51 PM.

  • #6
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20045
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    372
    Thanks Thanks Received 
    1127
    Thanked in
    732 Posts

    Predefinito

    La mia è un'dizione Feltrinelli di gennaio 1983, copertina rigida, traduzione di Marcello Mongardo

    Sono già arrivata a pagina 46, prima del capitolo "La partenza da Bruges", lettura scorrevole e interessante, i nomi sono italianizzati, il mio è Zenone.


  • #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Mi dite quante sono le pagine nella versione cartacea? Io ho scaricato l'ebook dal sito della biblioteca
    Nella mia sono 299 pagine compresa la nota dell'autore che sta alla fine. Senza la nota invece finisce a pag. 283, mentre il primo capitolo ("La strada maestra") inizia a pag. 9. Anche a me il libro è con copertina nera e drago giallo/verde, con traduzione di Mongardo.

  • The Following User Says Thank You to Trillo For This Useful Post:


  • #8
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14895
    Thanks Thanks Given 
    1312
    Thanks Thanks Received 
    1088
    Thanked in
    763 Posts

    Predefinito

    Io invece ho l'edizione universale economica della Feltrinelli versione ebook, sicuramente più recente perché i nomi sono in lingua originale. La mia traduzione (non riporta il nome del traduttore) però ha diverse parole "arcaiche"... per fortuna sul lettore ho anche il dizionario e così posso cercare il loro significato . Comunque la storia scorre piacevolmente.

  • #9
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20045
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    372
    Thanks Thanks Received 
    1127
    Thanked in
    732 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da francesca Vedi messaggio

    Identica edizione!!!

    Intanto butto là la prima domanda:
    ma questo titolo:
    L'OPERA AL NERO

    che vorrà dire?

    Francesca
    da quello che ho capito, l'opera al nero, si intende sia una vita nascosta che all'alchimia

  • #10
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20045
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    372
    Thanks Thanks Received 
    1127
    Thanked in
    732 Posts

    Predefinito pagina 71

    Prima del capitolo "I Fugger di Colonia" tanto per intenderci.

    Mi piace moltissimo e mi piace anche questo arruffarsi tra le storie e tra la Storia e la storia personale dei personaggi, principali e collaterali. Lo trovo rispondente all'epoca in qui è inserito, un'epoca di caos ma anche di grandissimi sommovimenti. Interessante poi la ricostruzione dei fatti di Munster legati all'anabattismo, che ho approfondito immediatamente.

  • #11

    Predefinito

    Io purtroppo mi sento una voce fuori dal coro. Sto finendo di leggere il capitolo "La conversazione a Innsbruck", e arrivato fin qui devi dire che mi aspettavo un libro diverso. Sicuramente non ho una conoscenza così approfondita del periodo storico in questione per poter apprezzare a pieno questo romanzo, per cui mi sto rendendo conto che forse non sono all'altezza di questa lettura.

    Comunque, leggendo la trama, avevo immaginato Zenone in modo diverso, un po' come Siddharta, giusto per rendervi l'idea, mi aspettavo cioè che la sua figura prendesse forma e si evolvesse pian piano sulla spinta delle sue passioni, dei suoi desideri, attraverso un viaggio di conoscenza del mondo e di se stesso... E forse è così, ma a me non è apparso in modo così vivido e coinvolgente. Si dice infatti che Zenone sia un "medico, alchimista, filosofo" e che il racconto “lo segue nei viaggi attraverso l’Europa e il Levante”. Invece la sensazione che mi accompagna durante la lettura è che sappiamo di un Zenone così erudito e che abbia viaggiato così tanto solo perché ci venga detto. Fino al punto in cui sono arrivato, infatti, non siamo stati al suo fianco durante i suoi viaggi, non abbiamo potuto immergerci davvero nel profondo dei suoi desideri, dei suoi studi, delle sue ricerche, delle sue passioni, cioè di ogni cosa che ne causa le sue decisioni e azioni, che a volte sembrano emergere di punto in bianco. Forse perché almeno per ora il protagonista non è lui, ma il contesto storico in cui vive. Questo, però, è pieno di riferimenti e un continuo spuntare di situazioni e di nuovi personaggi spesso solo accennati. Tutto mi sembra un po’ come se fosse una sequenza e giustapposizione di fatti e di situazioni, che sono tanti, ma di cui spesso si dà molto per scontato e che non mi consentono di immedesimarmi. Anche nel passo di Münster che è più sviluppato, tutto inizia così all'improvviso, senza una vera preparazione all’azione che gli anabattisti stanno per intraprendere, né un successivo particolare approfondimento sul piano dei personaggi o sul profilo storico.

    Tutto ciò mi fa restare sempre ad una certa distanza dal libro, anche se, ripeto, indubbiamente la mia conoscenza limitata di questo periodo contribuisce a farmi sembrare tutto un po' appannato e confuso.
    La mia opinione a riguardo, quindi, vale poco.

    In ogni caso, spero di riuscire ad apprezzarlo di più nel prosieguo della lettura o grazie ai vostri commenti.

  • The Following User Says Thank You to Trillo For This Useful Post:


  • #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5158
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1509
    Thanks Thanks Received 
    886
    Thanked in
    590 Posts

    Predefinito

    Sono a pagina 50 circa, Zenone sta vagando per l'Europa.
    A me sta piacendo anche se lo stile, che sembra mettere a fuoco frammenti di situazioni, personaggi, eventi storici e curarsi poco di legarli tra loro, mi frastorna un po'.
    Mi piace ritrovarmi nel periodo della Riforma luterana (che però non è affatto in primo piano... anzi!) E sono curiosa di capire dove si andrà a parare.

  • The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  • #13
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14895
    Thanks Thanks Given 
    1312
    Thanks Thanks Received 
    1088
    Thanked in
    763 Posts

    Predefinito

    Trillo, non ti preoccupare, ci sono anche io a pensarla come te... sono al tuo stesso punto e se rallenti mi sa che riesco a starti dietro, così commentiamo insieme . Ho avuto le tue stesse impressioni sul protagonista però io le ho vissute in maniera differente, nel senso che mi sono lasciata prendere dalla storia di Martha (che poi sarebbe la sorellastra se non mi sono persa nelle parentele ) e di sua madre pima (il nome esatto ora mi sfugge) tanto da dimenticare quasi Zenon . Anche io ho poca conoscenza o memoria del periodo storico, soprattutto dal punto di vista religioso, ma sto cercando di non farci troppo caso altrimenti mi sento troppo ignorante . Quindi mi sto dedicando di più alle varie storie personali dei personaggi che man mano incontro, aspettando che prima o poi verrà approfondita la sua figura. Credo che da sola non avrei mai letto questo libro, secondo me insieme ce la possiamo fare, come era già successo per La chimera di Vassalli. Di certo non posso identificarmi più di tanto con nessuno, almeno per ora.
    Quello che però continuo a trovare fastidioso è la forte presenza di parole antiche nella mia traduzione di cui non conosco il significato e se non avessi avuto la versione ebook molte me le sarei perse. Appena riesco magari posto qualche parte più ostica così capite anche voi e mi dite se la vostra traduzione è più scorrevole.

  • The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #14

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla
    lo stile, che sembra mettere a fuoco frammenti di situazioni, personaggi, eventi storici e curarsi poco di legarli tra loro, mi frastorna un po'.
    Stessa sensazione.

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6
    Trillo, non ti preoccupare, ci sono anche io a pensarla come te... sono al tuo stesso punto e se rallenti mi sa che riesco a starti dietro, così commentiamo insieme .
    Volentieri Grazie, sapere che non sono l'unico a pensarla così mi fa sentire in un certo senso meno solo nella lettura.

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6
    Martha (che poi sarebbe la sorellastra se non mi sono persa nelle parentele ) e di sua madre pima (il nome esatto ora mi sfugge) tanto da dimenticare quasi Zenon .
    Mi perdo anch'io tra i vari nomi e parentele, e Zenone almeno per ora non sembra essere al centro della storia.

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6
    Credo che da sola non avrei mai letto questo libro, secondo me insieme ce la possiamo fare, come era già successo per La chimera di Vassalli. Di certo non posso identificarmi più di tanto con nessuno, almeno per ora.
    Anche qui, la penso allo stesso modo.

    Citazione Originariamente scritto da Minerva6
    Quello che però continuo a trovare fastidioso è la forte presenza di parole antiche nella mia traduzione di cui non conosco il significato
    Ce ne sono anche nella mia...

  • The Following User Says Thank You to Trillo For This Useful Post:


  • #15
    Senior Member
    Data registrazione
    Feb 2011
    Località
    Firenze
    Messaggi
    973
    Thanks Thanks Given 
    64
    Thanks Thanks Received 
    94
    Thanked in
    70 Posts

    Predefinito

    Come Trillo e Minerva per ora sono molto disorientata.
    Come al solito procedo molto a rilento, e sono al capitolo prima di Fuga da Bruges.

    Però non riesco ad entrare nella storia. Innanzitutto non sto trovando lo stile molto scorrevole. E non so se è proprio per come l'autrice costruisce la narrazione o perché il racconto è talmente infarcito di nomi e eventi dati per scontato che mi sembra di non trovare il filo.

    Leggendo i vostri commenti mi sembra di capire che un po' tutti siamo disorientati e c'è chi trova un senso nel mettere in evidenza il racconto del periodo storico e chi invece si aggrappa alle vicende personali dei protagonisti.
    Io per ora non riesco a districarmi fra i due piani narrativi, perché mi sembra tutto molto caotico.
    Forse non ho abbastanza conoscenza per apprezzare veramente i riferimenti storici, e nello stesso tempo mi perdo nella folla di nomi e personaggi che ruotano intorno a Zenone, non riesco a discriminare quelli storici da quelli inventati, non riesco ad immedesimarmi o provare interesse per nessuno di loro fino in fondo. Le loro vicende mi sembrano stranissime, come se mi mancasse la chiave per capirle fino in fondo.
    Per esempio nel capitolo La festa a Danoutre è raccontata questa sommossa dei tessitori che chiedono grazia per un certo Tommaso. Non ho capito chi è questo Tommaso, non ho capito perché Zenone tratta così male il suo compagno Colas Gheel e in generale ha una reazione così dura nei confronti dei tessitori, né la figura di Donna Margherita in tutto ciò.
    Non riesco nemmeno a farmi un'idea di come sia veramente Zenone, che carattere abbia che aspirazioni...
    Sono proprio confusa.

    Francesca

  • The Following 2 Users Say Thank You to francesca For This Useful Post:


  • Pagina 1 di 4 1234 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Yourcenar, Marguerite - L'opera al nero
      Da Marquess nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 16
      Ultimo messaggio: 11-06-2018, 07:16 PM
    2. Yourcenar, Marguerite - Memorie di Adriano
      Da elena nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 24
      Ultimo messaggio: 12-07-2017, 11:59 PM
    3. Duras, Marguerite - Occhi blu, capelli neri
      Da estersable88 nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 0
      Ultimo messaggio: 05-19-2017, 01:03 PM
    4. Duras, Marguerite - L'amante
      Da elisa nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 15
      Ultimo messaggio: 09-22-2016, 06:51 PM
    5. Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 11-18-2007, 05:51 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •