Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 23

Discussione: Parole stonate 14

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11483
    Thanks Thanks Given 
    1081
    Thanks Thanks Received 
    1080
    Thanked in
    768 Posts

    Predefinito Parole stonate 14

    Eccoci!!
    Questo è il 14° appuntamento con le nostre Parole stonate, il che significa che questo breve ciclo ricomincia da capo: chi vuol farlo propone un testo di canzone e poi, quando abbiamo raggiunto un numero sufficiente di proposte, le commentiamo.

    Attendo....

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    6094
    Thanks Thanks Given 
    2002
    Thanks Thanks Received 
    690
    Thanked in
    396 Posts

    Predefinito

    Eccomi..con questa canzone dell'era mesozoica erano i tempi delle prime sperimentazioni musicali con i sintetizzatori.

    Figure di cartone - Le Orme


    In un mondo strano tutto tuo

    Fatto di figure di cartone

    E di tante bambola di stoffa, vivi tu



    Vivi chiusa in quelle quattro mura

    Non ricordi chi ti ci ha portato

    E conosci solo chi ora gioca con te



    Tu non hai le ansie del futuro

    Per te il tempo non ha più valore

    Ciò che hai fatto ieri tu domani rifarai



    E nei tuoi sogni

    Parli con gli angeli




    In un cerchio chiuso di pazzia

    Hai perduto la tua giovinezza

    Come un fiore tolto dal suo ramo a primavera



    Dai un nome a tutte le farfalle

    E confessi al vento i tuoi amori

    Danzi sola nei corrido i vuoti quando è sera



    Stringi forte al petto il tuo cuscino

    E sul muro bianco si disegna

    Il profilo di una donna con il suo bambino



    E cosi, felice ti addormenti

  • #3
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11483
    Thanks Thanks Given 
    1081
    Thanks Thanks Received 
    1080
    Thanked in
    768 Posts

    Predefinito

    E leggendo il testo di Sally...impossibile non pensare a questa

    Quando la sera colora di stanco dorato tramonto le torri di guardia,
    la piccola Ophelia vestita di bianco va incontro alla notte dolcissima e scalza,
    nelle sue mani ghirlande di fiori e nei suoi capelli riflessi di sogni,
    nei suoi pensieri mille colori di vita e di morte, di veglia e di sonno.

    Ophelia, che cosa senti quando la voce dagli spalti
    ti annuncia che è l'ora già e il giorno piano muore.
    Ophelia che vedi dentro al verde dell'acqua del fossato,
    nei guizzi che la trota fa cambiando di colore?

    Perchè hai indossato la veste più pura, perchè hai disciolto i tuoi biondi capelli?
    Corri allo sposo, hai forse paura che li trovasse non lunghi, non belli?
    Quali parole son sulle tue labbra, chi fu il poeta o quale poesia?
    Lo sa il falcone nei suoi larghi cerchi o lo sa sol la tua dolce pazzia?

    Ophelia, la seta e le ombre nere ti avvolgono leggere,
    ma dormi ormai e sentirai cadenze di liuto...
    Ophelia non puoi sapere quante vicende ha visto il mondo,
    ma forse sai e lo dirai con magiche parole...
    Ophelia le tue parole al vento si perdono nel tempo,
    ma chi vorrà le troverà in tintinnii corrosi...
    Ophelia, lalalalalalala...

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2014
    Località
    Provincia di Roma
    Messaggi
    420
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    187
    Thanked in
    113 Posts

    Predefinito

    Il nostro caro angelo (musica di Lucio Battisti, testo di Mogol)

    La fossa del leone
    è ancora realtà.
    Uscirne è impossibile per noi,
    è uno slogan falsità.
    Il nostro caro angelo
    si ciba di radici e poi
    lui dorme nei cespugli sotto gli alberi,
    ma schiavo non sarà mai.
    Gli specchi per le allodole
    inutilmente a terra balenano ormai,
    come prostitute che nella notte vendono
    un gaio cesto di amore che amor non è mai.
    Paura e alienazione
    e non quello che dici tu.
    Le rughe han troppi secoli oramai,
    truccarle non si può più.
    Il nostro caro angelo
    è giovane lo sai,
    le reti il volo aperto gli precludono
    ma non rinuncia mai.
    Cattedrali oscurano
    le bianche ali (bianche non sembran più).
    Ma le nostre aspirazioni il buio filtrano
    traccianti luminose gli additano il blu.

  • The Following User Says Thank You to ariano geta For This Useful Post:


  • #5
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11483
    Thanks Thanks Given 
    1081
    Thanks Thanks Received 
    1080
    Thanked in
    768 Posts

    Predefinito

    Attendiamo altre proposte

  • #6
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11483
    Thanks Thanks Given 
    1081
    Thanks Thanks Received 
    1080
    Thanked in
    768 Posts

    Predefinito

    Niente? Ok, partiamo con la prima!

    Figure di cartone - Le Orme


    In un mondo strano tutto tuo

    Fatto di figure di cartone

    E di tante bambola di stoffa, vivi tu



    Vivi chiusa in quelle quattro mura

    Non ricordi chi ti ci ha portato

    E conosci solo chi ora gioca con te



    Tu non hai le ansie del futuro

    Per te il tempo non ha più valore

    Ciò che hai fatto ieri tu domani rifarai



    E nei tuoi sogni

    Parli con gli angeli




    In un cerchio chiuso di pazzia

    Hai perduto la tua giovinezza

    Come un fiore tolto dal suo ramo a primavera



    Dai un nome a tutte le farfalle

    E confessi al vento i tuoi amori

    Danzi sola nei corridoi vuoti quando è sera



    Stringi forte al petto il tuo cuscino

    E sul muro bianco si disegna

    Il profilo di una donna con il suo bambino



    E cosi, felice ti addormenti

  • #7
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2014
    Località
    Provincia di Roma
    Messaggi
    420
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    187
    Thanked in
    113 Posts

    Predefinito

    Un testo poetico. La figura femminile di cui parlano sembra avere i connotati di una donna affetta da problemi mentali che ne hanno impedito lo sviluppo e la maturazione (almeno così interpreto il "cerchio chiuso di pazzia" in cui ha "perduto" la giovinezza e le "quattro mura" in cui è stata rinchiusa senza neppure ricordare da chi).
    Però non c'è drammaticità nelle parole, sembrano quasi consolatorie.

  • The Following User Says Thank You to ariano geta For This Useful Post:


  • #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    6094
    Thanks Thanks Given 
    2002
    Thanks Thanks Received 
    690
    Thanked in
    396 Posts

    Predefinito

    Mi è sempre piaciuta questa delle Orme, un pò per la musica progressive, sperimentale all'epoca e il testo, sebbene fosse stato il lato B del 45 giri (il lato A era "Giochi di bimba") ne ero affascinata, anche se piccola, avevo letto "Le libere donne di Magliano" di Mario Tobino, e da piccoli queste cose rimangono impresse nelle memoria, così il libro, così il disco....inoltre la melodia è talmente delicata e adatta al tema che lo rende persino più "leggero".

  • #9
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    14942
    Thanks Thanks Given 
    1336
    Thanks Thanks Received 
    1113
    Thanked in
    783 Posts

    Predefinito Ci sono anche io

    Giudizi universali di Samuele Bersani

    Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza complicare il pane
    Ci si spalma sopra un bel giretto di parole vuote ma doppiate
    Mangiati le bolle di sapone intorno al mondo e quando dormo taglia bene l'aquilone
    Togli la ragione e lasciami sognare, lasciami sognare in pace
    Liberi com'eravamo ieri, dei centimetri di libri sotto i piedi
    Per tirare la maniglia della porta e andare fuori
    Come Mastroianni anni fa
    Come la voce guida la pubblicità
    Ci sono stati dei momenti intensi ma li ho persi già
    Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza calpestare il cuore
    Ci si passa sopra almeno due o tre volte i piedi come sulle aiuole
    Leviamo via il tappeto e poi mettiamoci dei pattini per scivolare meglio sopra l'odio
    Torre di controllo, aiuto, sto finendo l'aria dentro al serbatoio
    Potrei ma non voglio fidarmi di te
    Io non ti conosco e in fondo non c'è
    In quello che dici qualcosa che pensi
    Sei solo la copia di mille riassunti
    Leggera, leggera si bagna la fiamma
    Rimane la cera e non ci sei più
    Vuoti di memoria, non c'è posto per tenere insieme tutte le puntate di una storia
    Piccolissimo particolare, ti ho perduto senza cattiveria
    Mangiati le bolle di sapone intorno al mondo e quando dormo taglia bene l'aquilone
    Togli la ragione e lasciami sognare, lasciami sognare in pace
    Libero com'ero stato ieri ho dei centimetri di cielo sotto ai piedi
    Adesso tiro la maniglia della porta e vado fuori
    Come Mastroianni anni fa, sono una nuvola, fra poco pioverà
    E non c'è niente che mi sposta o vento che mi sposterà
    Potrei ma non voglio fidarmi di te
    Io non ti conosco e in fondo non c'è
    In quello che dici qualcosa che pensi
    Sei solo la copia di mille riassunti
    Leggera, leggera si bagna la fiamma
    Rimane la cera e non ci sei più e non ci sei più e non ci sei e non ci sei

  • The Following 2 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #10
    Victorian lady
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1516
    Thanks Thanks Given 
    1099
    Thanks Thanks Received 
    927
    Thanked in
    639 Posts

    Predefinito

    Il mutevole abitante del mio solitario involucro (Silvia Salemi)

    Il bambino nascosto
    è il buffone del posto
    è narciso dimesso
    l'artista riflesso che scappa via
    dal labirinto di specchi
    è il fantasma in catene
    con la veste bianchina,
    giallina, azzurrina stirata bene
    l'acquaiolo ubriaco
    pecorelle e pastore
    odia il canto del gallo
    le mosche, l'inverno odia pure me
    l'alberello del bene
    l'alberello del male
    può cambiarmi la faccia, la forma, l'umore
    ma che cos'è?
    il mutevole abitante del mio solito involucro
    chi è l'inquilino che si serve del mio aspetto romantico?
    chi è? chi è?
    l'angelo...
    un angelo certo! un angelo certo
    dove sarà lo spirito,
    la vita che resta
    che resta anche dopo di me?
    il mutevole abitante del mio solito involucro
    chi è?
    e quando parlo da sola
    quella lì è la sua voce
    e dice tutte le cose
    che sogna di dire e non dice mai
    é il leone e il lombrico
    é il nemico e l'amico
    è il don Chisciotte perdente
    con cui strafottente non parli più
    perché mi sembra di capire
    che tu gli manchi da morire
    e pensa a te
    il mutevole abitante del mio solito involucro
    chi è
    l'affittuario che si serve del mio spazio genetico?
    chi è? chi è? chi è?
    l'angelo...
    un angelo certo! un angelo certo
    dove sarà lo spirito,
    la vita che resta e che resta,
    che resta anche dopo di me?
    il mutevole abitante del mio solito involucro
    chi è?
    quando parlo da sola...

  • #11
    Victorian lady
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1516
    Thanks Thanks Given 
    1099
    Thanks Thanks Received 
    927
    Thanked in
    639 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da SALLY Vedi messaggio
    Eccomi..con questa canzone dell'era mesozoica erano i tempi delle prime sperimentazioni musicali con i sintetizzatori.

    Figure di cartone - Le Orme
    Non conoscevo questa canzone, è toccante.
    Penso ad una donna rinchiusa in un ospedale psichiatrico, penso a cosa l'ha condotta lì, alla sua storia.

  • The Following User Says Thank You to Ondine For This Useful Post:


  • #12
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11483
    Thanks Thanks Given 
    1081
    Thanks Thanks Received 
    1080
    Thanked in
    768 Posts

    Predefinito Figure di cartone

    Ho sentito qualche volta questo pezzo, ma non lo ricordo. Bellissimo testo, in pochi versi viene tratteggiata una protagonista anomala, che sicuramente ha problemi psichiatrici eppure sembra aver trovato il modo di esprimere la sua personalità. Le è stata negata una vita simile a quella degli altri, ma questo ha importanza per lei?

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #13
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11483
    Thanks Thanks Given 
    1081
    Thanks Thanks Received 
    1080
    Thanked in
    768 Posts

    Predefinito

    Cambiamo testo anche se non argomento...


    Quando la sera colora di stanco dorato tramonto le torri di guardia,
    la piccola Ophelia vestita di bianco va incontro alla notte dolcissima e scalza,
    nelle sue mani ghirlande di fiori e nei suoi capelli riflessi di sogni,
    nei suoi pensieri mille colori di vita e di morte, di veglia e di sonno.

    Ophelia, che cosa senti quando la voce dagli spalti
    ti annuncia che è l'ora già e il giorno piano muore.
    Ophelia che vedi dentro al verde dell'acqua del fossato,
    nei guizzi che la trota fa cambiando di colore?

    Perchè hai indossato la veste più pura, perchè hai disciolto i tuoi biondi capelli?
    Corri allo sposo, hai forse paura che li trovasse non lunghi, non belli?
    Quali parole son sulle tue labbra, chi fu il poeta o quale poesia?
    Lo sa il falcone nei suoi larghi cerchi o lo sa sol la tua dolce pazzia?

    Ophelia, la seta e le ombre nere ti avvolgono leggere,
    ma dormi ormai e sentirai cadenze di liuto...
    Ophelia non puoi sapere quante vicende ha visto il mondo,
    ma forse sai e lo dirai con magiche parole...
    Ophelia le tue parole al vento si perdono nel tempo,
    ma chi vorrà le troverà in tintinnii corrosi...
    Ophelia, lalalalalalala...

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #14
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2014
    Località
    Provincia di Roma
    Messaggi
    420
    Thanks Thanks Given 
    84
    Thanks Thanks Received 
    187
    Thanked in
    113 Posts

    Predefinito

    Mi ha fatto pensare al quadro dedicato a Ophelia da John Everett Millais (questo: ). Sembra quasi una canzone ispirata al quadro, oltre che ovviamente al testo teatrale shakespeariano. Anche in questo caso parole molto poetiche, compassionevoli.

  • The Following 3 Users Say Thank You to ariano geta For This Useful Post:


  • #15
    Victorian lady
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1516
    Thanks Thanks Given 
    1099
    Thanks Thanks Received 
    927
    Thanked in
    639 Posts

    Predefinito

    Bellissimo il commento di ariano, il dipinto poi è stupendo, non saprei cosa aggiungere.
    La storia di Ofelia mi affascina e mi commuove tantissimo.

  • Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Parole stonate 11
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 30
      Ultimo messaggio: 08-27-2018, 08:47 PM
    2. Parole stonate 10
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 36
      Ultimo messaggio: 07-02-2018, 11:49 PM
    3. Parole stonate 9
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 33
      Ultimo messaggio: 05-23-2018, 05:58 PM
    4. Parole stonate 8
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 24
      Ultimo messaggio: 04-11-2018, 01:05 PM
    5. Parole stonate 6
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 30
      Ultimo messaggio: 01-31-2018, 07:16 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •