Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

L'Insostenibile Leggerezza dell'Essere

Pagina 1 di 6 123456 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 80

Discussione: Kundera, Milan - L'Insostenibile Leggerezza dell'Essere

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2005
    Località
    Romagna
    Messaggi
    215
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Kundera, Milan - L'Insostenibile Leggerezza dell'Essere

    Tomàs è un chirurgo che ha nella vita due grandi passioni: il suo lavoro e le donne. A queste dedica tutto se stesso, senza dubbi o intime lacerazioni. "L'uomo vive ogni cosa subito per la prima volta, senza preparazioni. Come un attore che entra in scena senza aver mai provato. Ma che valore può avere la vita se la prima volta è già la vita stessa?" Tomàs conosce Tereza che, innamorata di lui, gli si offre con dedizione totale. Si amano, si sposano, si posseggono, ma in modo, per entrambi, diverso: Tereza è divorata dalla gelosia e dal desiderio di possesso totale, pur sapendo che Tomàs, tradendola spesso, le è sempre fedele. Dalla Cecoslovacchia, invasa dai Russi, sono costretti a fuggire, ma Tereza non resiste a lungo. "Chi vive all'estero cammina su un filo teso in alto nel vuoto senza la rete di protezione offerta dalla propria terra dove ci sono la famiglia, i colleghi, gli amici, dove ci si può facilmente far capire nella lingua che si conosce dall'infanzia. A Praga Tereza dipendeva da Tomàs soltanto nelle cose del cuore. Qui dipende da lui in tutto. Se lui l'abbandonasse, che ne sarebbe di lei? Deve dunque passare tutta la vita con la paura di perderlo?"
    Tereza torna e Tomàs la segue: a Praga conducono adesso una vita da operai improvvisati, tra carri armati e polizia segreta. Lui fa il lavavetri e lei lavora in un bar.

    Mi piaceva come titolo, ma dopo letto, ho cambiato idea. Ci incontreremo dopo, nella discussione. Mi sono fermata all'inizio, per non svelare troppo.

    M
    Ultima modifica di elisa; 03-02-2009 alle 04:38 PM. Motivo: correzione caratteri

  2. The Following User Says Thank You to Minnie For This Useful Post:


  3. #2
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3569
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    59
    Thanked in
    33 Posts

    Predefinito

    Io l'ho iniziato da poco. ùdevo dire che mi sta prendendo un sacco. Mi piace seguire i ragionamenti e le paranoie che si tira Tomas.

    Come per ogni libro, quando trovo una frase, o un paragrafo che mi piacciono particolarmente, piego l'angolo della pagina. In questo libro ho già segnato due pagine e ne ho lette 22.

    Ne riporto una che mi ha molto colpito:
    Tomas si diceva: fare l'amore con una donna e dormire con una donna sono due passioni non solo diverse ma quasi opposte. L'amore non si manifesta col desiderio di fare l'amore (desiderio che si applica a una quantità infinita di donne) ma col desiderio di dormire insieme (desiderio che si applica a un'unica donna).

    Penso che sarà un bel libro.

    Il libro mi ha sconvolto.
    Non so se mi è piaciuto o meno.
    Il capitolo sulla morte del cane Karenin mi ha commosso.
    Capire che alla fine Tomas amava fino alla morte la sua Donna mi ha stupito.
    Non reputo (o reputavo, sono in fase di riflessioni ) possibile il sesso senza l'amore. Mentre Tomas ci fa vedere che il sesso può essere considerato alla stregua di uno sport. Mah, io non ho più un'idea precisa in merito.

    Il capitolo sulla morte di Karenin, ripeto, è uno dei più bei e teneri passaggi che abbia mai letto finora.

    Il libro in generale mi ha fornito infiniti spunti di riflessione... e per questo ci ho messo una vita a leggerlo.

    La visione della vita sentimentale e sessuale di Tomas è (o era) per me una cosa ignobile, orrenda e schifosa.
    Ultima modifica di elisa; 03-02-2009 alle 04:39 PM. Motivo: correzione caratteri

  4. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2005
    Località
    Romagna
    Messaggi
    215
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    il libro ha colpito anche me ... all'inizio mi è sembrato impossibile da leggere .. ma poi cerca di entrare nella testa del personaggio .....

  5. #4

    Predefinito 5 aggettivi

    5 aggettivi per questo libro: appassionante - significativo - commovente - poetico - indelebile

  6. #5
    Junior Member
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Roma / Milano
    Messaggi
    27
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    ha ragione Fabio, è un libro che ti sconvolge e non capisci neanche il motivo per cui ti senti così
    Ultima modifica di elisa; 03-02-2009 alle 04:42 PM. Motivo: correzione caratteri

  7. #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio
    Il libro mi ha sconvolto...
    ...Il capitolo sulla morte del cane Karenin mi ha commosso....
    concordo a pieno... libro bellissimo!!!

  8. #7

    Predefinito

    stupefacente 8)

  9. #8
    Crazy anarchist!
    Data registrazione
    Jul 2007
    Località
    Messina
    Messaggi
    252
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ho letto abbastanza velocemente (ma forse è un mio vizio con molti libri), e mi è piaciuto perchè, come qualcun'altro ha detto, dà molti spunti di riflessioni. L'ho anche riletto. E diceva qualcuno, è un buon libro quello che merita una seconda lettura (non riesco a ricordare la citazione esatta, ma comunque il concetto è quello).
    Ultima modifica di elisa; 03-02-2009 alle 04:43 PM. Motivo: correzione caratteri

  10. #9
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3569
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    83
    Thanks Thanks Received 
    59
    Thanked in
    33 Posts

    Predefinito


    Mannaggia, come è possibile che io mi sia già dimenticato quasi completamente un libro così interessante ed importante per capire e capirci?
    Spero di rileggerlo al più presto!
    Ultima modifica di elisa; 03-02-2009 alle 04:41 PM. Motivo: correzione caratteri

  11. #10
    Junior Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    6
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    L'ho letto anch'io, qualche anno fa. Devo confessare che è uno dei libri che ho amato di più. Bellissimo, magico, coinvolgente. Consigliatissimo

  12. #11
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18810
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    230
    Thanks Thanks Received 
    639
    Thanked in
    382 Posts

    Predefinito

    anche io l'ho letto, mi ha appassionato, intenso, pietra miliare, eccetera eccetera però l'ho dimenticato. Completamente dimenticato. Secondo me perchè è un libro "freddo".

  13. #12
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2008
    Località
    roma/milano
    Messaggi
    7
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    E' tra i libri che più amo, non tanto per la trama ma per tutti i pensieri che ha la capacità di scatenare... Dire che ti sconvolge, come molti di voi hanno scritto, è verissimo...
    Ultima modifica di elisa; 03-02-2009 alle 04:43 PM. Motivo: correzione caratteri

  14. #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2007
    Località
    milano
    Messaggi
    1120
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    uno dei libri che ho amato di più malgrado gli anni che son passati dalla sua lettura ce l'ho bene in mente anche grazie all'ottima trasposizione cinematografica grandissimo libro da leggere assolutamente e come direbbe ettore fieramosca chi non è d'accordo con me peste lo colga!

  15. #14
    Cicciofila Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    473
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Non ho letto i vostri commenti, perchè questo è il libro che sto leggendo adesso e l'ho cominciato da poco, quindi non voglio farmi influenzare.
    Ne ho letto una cinquantina di pagine e mi ha appassionato già dalle prime righe, con una bella riflessione filosofica.
    Poi parte il romanzo e mi sta piacendo sempre di più.
    Saprò essere più precisa tra qualche giorno, quando l'avrò terminato.

  16. #15
    Cicciofila Member
    Data registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    473
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Il libro mi ha sconvolto.
    Non so se mi è piaciuto o meno.
    Il capitolo sulla morte del cane Karenin mi ha commosso.
    Capire che alla fine Tomas amava fino alla morte la sua Donna mi ha stupito.
    Non reputo (o reputavo, sono in fase di riflessioni ) possibile il sesso senza l'amore. Mentre Tomas ci fa vedere che il sesso può essere considerato alla stregua di uno sport. Mah, io non ho più un'idea precisa in merito.

    Il capitolo sulla morte di Karenin, ripeto, è uno dei più bei e teneri passaggi che abbia mai letto finora.

    Il libro in generale mi ha fornito infiniti spunti di riflessione... e per questo ci ho messo una vita a leggerlo.

    La visione della vita sentimentale e sessuale di Tomas è (o era) per me una cosa ignobile, orrenda e schifosa.

    Come detto, non ho voluto leggere i vostri commenti prima di aver terminato il romanzo.
    L'ho finito alcuni giorni fa e, leggendo le parole di Fabio, in parte il mio giudizio e pensiero è identico al suo.

    Spego:
    ho voluto aspettare alcuni giorni dopo averlo terminato per lasciare il mio commento, perchè in realtà non so se il libro mi è piaciuto o meno.
    Alcuni spunti mi lasciano senza parole, soprattutto la descrizione della leggerezza come pesantezza e l'amore di Tomas per Tereza, che all'inizio del libro non sembra cosi scontato.

    Il capitolo sulla morte del cane non mi ha colpito particolarmente, anzi mi sembrava poco azzeccato con il resto del libro, ma forse sono io che non ho saputo interpretarlo.
    Mi son rimasti molto impressi, invece, i capitoli in cui si parla del differente modo di vedere le cose, in questo caso tra Sabina e Franz, ma penso che possano essere accostati a molte coppie.

    Quello che più mi ha stupito, però, è l'atmosfera del libro:
    è ambientato negli anni 60/70 del 1900, ma a volte pare che ci si trovi nella Russia del XIX secolo, è una sensazione che ho avuto solo io?


    Un'ultima cosa:
    Fabio, secondo me, a distanza di qualche anno, non ti ricordi la storia perchè effettivamente è la parte più debole del romanzo,
    quello che interessava Kundera, secondo me, era approfondire gli aspetti psicologici e culturali dell'uomo, non tanto descrivere ambienti o situazioni.

Discussioni simili

  1. Kundera, Milan - La lentezza
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 04-17-2014, 04:52 PM
  2. Kundera, Milan - L'immortalità
    Da polly nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 06-18-2012, 03:45 PM
  3. Kundera, Milan
    Da Darkay nel forum Autori
    Risposte: 36
    Ultimo messaggio: 10-21-2010, 07:12 PM
  4. Kundera, Milan - L'identità
    Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 10-20-2009, 08:11 PM
  5. Kundera, Milan - L'Insostenibile Leggerezza dell'essere
    Da Darkay nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 11-27-2007, 01:45 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •