Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Mostra risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Tisse - I racconti di Kongerike

  1. #1

    Predefinito Tisse - I racconti di Kongerike

    Salve a tutti,

    sono una ragazza poco più che 20enne che abita in provincia di Venezia e che fin da piccola ha la passione per la scrittura. Da qualche anno a questa parte mi sento particolarmente vicina alle ingiustizie del mondo, sia nei confronti delle persone, che della natura che degli animali. É proprio per questo che ho deciso di provare a scrivere un racconto che potesse trasmettere la mia idea riguardo alcuni dei problemi che affliggono la nostra società e che abbiamo sotto il naso ogni singolo giorno.
    Ho sempre abbozzato e iniziato diversi racconti, che tutt'ora ho in una cartella del pc, ma da quando per una malattia sono stata costretta ad abbandonare gli studi e chiudermi in casa ho sentito proprio la necessità di fare qualcosa e rendermi utile, farmi sentire. E quale mezzo migliore di quello che mi ha sempre accompagnato fin da bambina?
    Avevo bisogno di distrarmi per non pensare ai miei di problemi, perciò ho deciso di pensare a quelli del mondo.

    Ho perciò scritto un libro fantasy. Fantasy perchè fin da piccola è un genere che mi appassiona e perchè è grazie alla fantasia che si riesce ad evadere dalla realtà e della monotonia quotidiana, che si riesce a fare tutto ciò che nella realtà non si potrebbe mai fare. Una sorta di ponte che ci permette di vivere esperienze "fantastiche", sia esse soprannaturali o magiche, che non potremmo mai vivere se non leggendole. Ho scelto questo genere, trasportando al suo interno tematiche attuali come integrazione, razzismo, bullismo e cura dell'ambiente, anche perchè penso che un mix di queste cose possa essere letto sia dai più grandi che dai più piccoli, così da lanciare dei messaggi che possano raggiungere più persone possibili.

    Al momento sono sotto contratto con una casa editrice e sto partecipando ad una campagna di crowdfunding per vedere il mio libro pubblicato in tutte le librerie. Devo raggiungere altri 168 pre-ordini in 80 giorni e finalmente questo mio piccolo sogno e desiderio si realizzerà. Scrivo quindi in questo forum perchè so che ci sono molti divoratori di libri ed appassionati del genere, ma anche lettori che danno possibilità a scrittori emergenti e decidono di dar loro una chance ed investire sulle loro opere. Mi rivolgo quindi a tutti quelli che fanno parte di questa categoria e non si fanno fermare solo dal fatto che sono giovane e sconosciuta. Se siete interessati vi lascio di seguito il link dove potete pre ordinare una copia del mio libro, disponibile sia ebook che cartacea!


    Ultima modifica di Tisse; 12-13-2018 alle 11:35 AM.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2

    Predefinito



    La protagonista è Malia, una Estranea strappata alla sua famiglia alla tenera età di 10 anni per essere cresciuta come umana all'interno del Regno, e diventata la sorella acquisita della Principessa Ivonne. Nonostante la Regina la disprezzi, in quanto il suo sangue non è quello di una umana, Malia è protetta e supportata dal Re, molto più buono, compassionevole ed amato da tutti i cittadini. Oltre al Re, Malia riesce fin da subito a conquistare uno dei cavalieri del Regno ed una serva, che la aiuteranno a crescere ed integrarsi. Ma nonostante siano passati 11 anni, Malia si sente ancora fuori posto e le occhiatacce dei cittadini chiusi di mente non aiutano.
    Malia non si sente di appartenere a nessuno dei due luoghi. Cresciuta tra gli umani, ma di sangue "estraneo", non capisce a quale mondo appartiene davvero. Tutto ciò di cui è sicura è che vuole un futuro in cui regni la pace.



    Ho aperto anche una pagina instagram dedicata al libro, in cui posto curiosità e spezzoni inediti del racconto. Se volete darci un'occhiata la trovate qui: Pagina instagram

  • #3

    Predefinito

    《 Scrivere è un'occupazione solitaria. Avere qualcuno che crede in te fa una grande differenza》. (S. King)


    Voglio iniziare questo post con la citazione di uno dei più grandi scrittori degli ultimi tempi. E non posso che dargli ragione. Per scrivere, ma scrivere davvero e crederci, bisogna avere il coraggio di osare e bisogna metterci anima e corpo. Bisogna sudare sette camice e perdere ore e ore di sonno. Nella scrittura bisogna metterci tutto sè stessi.

    E la cosa migliore di questo è trovare un pubblico, delle persone che credano in te e ti spronino a fare del tuo meglio lungo tutto il tuo cammino della scrittura. Delle persone che ti sostengano e credano nelle tue opere. Perché è questo ciò che rende la scrittura un po' meno solitaria e che ti rende fiero delle tue notti insonni e dei tuoi sforzi. Sapere di avere delle persone che si emozionano con il tuo lavoro.

    È per questo che ho scritto in soli due mesi intensi il mio libro. Perché avevo persone che passo passo mi spronavano a continuare e ogni volta che leggevano un capitolo si emozionavano. Ed è grazie a loro che ora sono qui, ad un passo dall'essere pubblicata. Perché fossi stata da sola non ci sarei mai riuscita e non avrei trovato il coraggio di considerare la mia opera degna di essere pubblicata.

    Ed è per questo che oggi faccio questo post, chiedendo stavolta a voi il vostro sostegno e il vostro supporto, per realizzare finalmente questo sogno. Se amate leggere, se amate davvero i libri e sapete gli sforzi che un buon libro richiede, vi chiedo di fermarvi due minuti e prendere in considerazione l'idea di aiutarmi.

    🎅🏻A Natale si è tutti più buoni, dicono. Ed è per questo che mi rivolgo a voi lettori. Voi che avete un sogno e sapete cosa vuol dire lottare per realizzarlo, voi divoratori di libri che spendete un sacco ogni volta che vi fermate in libreria, perché è quello che vi piace fare. Se per una volta darete la vostra fiducia ad una scrittrice emergente, ve ne sarò grata e non vi deluderò.

  • #4

    Predefinito Malia e dìrren - rapporto speciale

    "Non succedeva quasi mai che tra Malia e Dìrren intercorresse un silenzio scomodo ed imbarazzante. Non avevano mai problemi a stare in silenzio e godersi semplicemente l'uno la presenza dell'altra. Avevano un tale rapporto sincero e profondo, che permetteva loro di stare in silenzio senza sentirsi a disagio o nervosi. Non c'era mai stato quel tipico silenzio condito di imbarazzo che solitamente caratterizza persone poco intime. Apprezzavano la presenza altrui anche semplicemente stando l'uno vicino all'altra, senza il viscerale bisogno di colmare i silenzi con conversazioni futili e campate per aria."




    Nel racconto i rapporti tra le persone sono forse ciò che c'è di più importante. Ma non si tratta di rapporti d'amore, anzi. Sono rapporti di fiducia, orgoglio e fierezza che alcuni personaggi provano gli uni per gli altri. E Malia, la protagonista principale dell'opera, ha uno stretto rapporto con uno dei cavalieri fidati del regno, Dìrren. Malia è sola, l'unica della sua "specie" in mezzo a tante persone che la disprezzano e non capiscono che il suo essere "diversa" non significa necessariamente che lei sia cattiva. E, oltre a trovare la forza in sè stessa, troverà un grande e fedele alleato in Dìrren.

  • #5

    Predefinito

    Ciao a tutti!

    Torno anche oggi a presentarvi un pezzo del mio racconto, nella speranza che con il Natale che si avvicina e con il fatto che tutti sono più buoni, qualcuno si fermerà ad ascoltarmi e darmi una mano. Sono una ragazza poco più che ventenne con la passione della scrittura, che ha dedicato l'ultimo anno della sua vita a scrivere un libro. A causa di una malattia all'inizio del 2018 sono stata costretta ad interrompere gli studi e abbandonare la città in cui mi ero trasferita e in cui stavo costruendo il mio futuro. Obbligata a stare in casa e colpita da una forte depressione, dopo giornate interminabili e pesanti in cui credevo di non avere più uno scopo nella vita, ho deciso di incanalare le mie emozioni nell'unico strumento che mi è sempre stato accanto: la scrittura. Essendo una persona particolarmente sensibile ed empatica, ho deciso di convogliare in questo libro dei messaggi, toccando quindi delle situazioni un po' delicate e molto discusse in questi ultimi mesi: il razzismo, l'integrazione ed il bullismo. Perché ho sempre pensato che un'opera dovesse trasmettere qualcosa e, se possibile, rendere coscienti le persone di ciò che ci accade attorno.

    Nel mio libro una ragazza di nome Malia viene strappata da piccola alla sua famiglia e viene costretta a vivere assieme ad un altro popolo che disprezza le sue origini e non si fida minimamente di lei, considerandola pericolosa. In questo libro ci sarà quindi il viaggio e la crescita di Malia, in mezzo a persone che la guardano dall'alto al basso e la giudicano, arrivando spesso a compiere atti di bullismo fisici e psicologici. Fortunatamente nel corso della storia stringerà forti amicizie con delle persone che cercheranno di non farle pesare il suo essere "diversa" e la aiuteranno nei migliori modi possibili. Malia è una ragazza fragile, seppur cerchi di mostrarsi forte, con tante insicurezze e debolezze come tutti noi.

    Per dar vita a questo libro in cui ho messo anima e corpo ho però bisogno del sostegno di lettori che decidano di investire in questa mia opera. Mancano infatti ancora 166 pre-ordini del mio libro per vederlo pubblicato. Sono state vendute 84 copie ma non sono ancora abbastanza, purtroppo. Ed è per questo che chiedo aiuto a voi che siete arrivati fin qui. So che non mi conoscete e gli autori emergenti non vengono molto spesso calcolati se non hanno un nome famoso o non vengono raccomandati da qualcuno di importante, ma se non cominciamo a sostenerci l'un l'altro e cambiare le cose questo mondo non potrà mai migliorare. Ci sono persone poco conosciute che potrebbero fare grandi cose, ma dobbiamo dar loro fiducia in modo che possano cominciare. Ora quindi sono nelle vostre mani. Se deciderete di sostenermi in questo progetto avrete la mia riconoscenza infinita (e verrete inseriti nella dedica del libro).

  • #6

    Predefinito

    Se avete qualsiasi domanda a riguardo sarei felice di rispondere Che siano dubbi o chissà che altro! Se battete un colpo e mi fate vedere che c'è qualcuno interessato sarei felice.

  • #7

    Predefinito

    Ciao ragazzi! Spero le vostre feste siano andate bene e che il 2019 vi porti tante belle cose!

    Con il nuovo anno appena iniziato, vi parlo nuovamente di un progetto che mi sta a cuore: il libro che ho scritto nel 2018 dopo aver passato un periodo di forte depressione in seguito ad una malattia incurabile che si è risvegliata e mi ha costretto ad abbandonare gli studi (l'ho scoperta a 15 anni, ma ero riuscita a tenerla sotto controllo con terapie e medicinali vari). La scrittura ha sempre fatto parte di me ma per diversi impegni l'ho trascurata negli ultimi anni, per dedicarmi al mio futuro e agli studi. In seguito a questo periodo in cui non potevo uscire di casa perchè costretta a letto, mi sono rimessa a scrivere seriamente e sono riuscita a dare vita questo mio piccolo traguardo. Negli anni passati ho iniziato ad abbozzare diversi racconti che però non hanno mai visto una fine e sono stati interrotti a metà, sia per via dei vari impegni scolastici e universitari, sia perchè dopo un po' il mio lavoro non mi soddisfaceva più.

    Ma in questo libro c'ho messo anima e corpo, ed ho unito dei temi che mi stanno molto a cuore e ai quali sono particolarmente sensibile: l'integrazione, il bullismo ed il razzismo in generale, oltre che il rispetto per l'ambiente che ci circonda. La facilità con la quale le persone giudicano qualcuno per sentito dire, senza conoscere davvero le situazioni; la facilità con cui le persone feriscono con le parole e non si rendono conto del dolore che provocano e delle ferite che lasciano nella mente delle persone che maltrattano. La maleducazione nei confronti di chi la pensa in modo diverso da noi, ma anche della natura che ci circonda e che ci ha dato la vita. L'ignoranza di molte persone che giudicano qualcuno non sapendo il passato che ha vissuto e ciò che ha perso.

    Mi sono guardata attorno e ho notato che ogni giorno che passa, in ogni telegiornale che ascolto, sentiamo di situazioni spiacevoli e cronaca nera. E ho deciso di convogliare in questo libro tutte queste tematiche che ci toccano ogni singolo giorno. Volevo far sentire la mia voce, volevo trasmettere dei messaggi e per farlo ho scelto lo strumento che mi ha accompagnato fin da piccola: la scrittura.

    Non so se qualcuno leggerà fino alla fine, o se verrò ignorata nuovamente, ma io continuo a provarci. So che, nonostante molti lettori mi abbiano lasciata basita quando io cercavo solo comprensione da persone simili a me, ci sono persone che credono negli autori emergenti e non si lasciano condizionare dalla moda del momento. So che esistono persone che non si fidano delle raccomandazioni e non prendono per oro colato tutto ciò che esce dalla bocca dei più "famosi", ma che sanno pensare con la loro testa e prima di giudicare un prodotto lo vogliono avere tra le loro mani. Ed è proprio a queste persone che mi rivolgo, con il cuore in mano: se sapete cosa vuol dire avere un sogno, se non seguite la massa e sapete ragionare e pensare con la vostra testa, se volete dare una mano ad un'altra divoratrice di libri come voi che potrebbe realizzare il suo sogno, allora siete le persone giuste. Le persone che sto cercando.

    Ho bisogno che altre 156 persone mi diano la loro fiducia ed acquistino una copia del mio libro. Mi sono rimasti meno di due mesi per raggiungere questo obiettivo e ci tengo davvero molto. Cosa ci ottengo io? Che il mio sogno si realizza, che vedo il mio libro nelle librerie e che forse il mio dolore ha portato a qualcosa di bello. Cosa ci ottenete voi? Ottenete una nuova lettura, ottenete un nuovo libro che potrete sfogliare e leggere nelle vostre ore buche e, soprattutto, otterrete la riconoscenza di una ragazza che non vi ringrazierà mai abbastanza.


  • Discussioni simili

    1. Tisse - Un aiuto? :)
      Da Tisse nel forum Presentazioni: ecco dove ti puoi presentare
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 11-28-2018, 09:34 PM
    2. racconti per anziani
      Da bookshunting nel forum Salotto letterario
      Risposte: 2
      Ultimo messaggio: 12-21-2015, 06:40 PM
    3. Racconti brevi
      Da c0c0timb0 nel forum Pagine di servizio
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 12-24-2014, 07:02 AM
    4. Racconti Horror?
      Da pupetta96 nel forum Sto cercando un libro che parli di...
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 05-07-2014, 05:18 PM
    5. Racconti del '900
      Da MCF nel forum Salotto letterario
      Risposte: 2
      Ultimo messaggio: 06-27-2009, 11:53 AM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •