Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 16

Discussione: Parole stonate 15

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito Parole stonate 15

    E' aperto il 15° spazio dedicato ai testi di canzone da commentare. Sotto a chi tocca

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5265
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1630
    Thanks Thanks Received 
    977
    Thanked in
    643 Posts

    Predefinito

    C'è un tema?

  • The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  • #3
    Victorian lady
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1548
    Thanks Thanks Given 
    1142
    Thanks Thanks Received 
    970
    Thanked in
    663 Posts

    Predefinito

    Spilla posta ciò che vuoi.

    Posto la mia: Figlio della luna (Mecano)

    Per chi non fraintenda
    narra la leggenda
    di quella gitana
    che pregò la luna
    bianca ed alta nel ciel
    mentre sorrideva
    lei la supplicava
    «fa che torni da me»
    «tu riavrai quell'uomo
    pelle scura
    con il suo perdono
    donna impura
    però in cambio voglio
    che il tuo primo figlio
    venga a stare con me»
    chi suo figlio immola
    per non stare sola
    non è degna di un re
    Luna adesso sei madre
    ma chi fece di te
    una donna non c'è
    dimmi luna d'argento come lo cullerai
    se le braccia non hai
    figlio della luna
    Nacque a primavera
    un bambino
    da quel padre scuro
    come il fumo
    con la pelle chiara
    gli occhi di laguna
    come un figlio di luna
    «questo è un tradimento
    lui non è mio figlio
    ed io no, non lo voglio»
    Luna adesso sei madre
    ma chi fece di te
    una donna non c'è
    dimmi luna d'argento
    come lo cullerai
    se le braccia non hai
    figlio della luna
    II gitano folle
    di dolore
    colto proprio al centro
    dell'onore
    l'afferrò gridando
    la baciò piangendo
    poi la lama affondò
    corse sopra al monte
    col bambino in braccio
    e lì lo abbandonò
    Luna adesso sei madre
    ma chi fece di te
    una donna non c'è
    dimmi luna d'argento
    come lo cullerai
    se le braccia non hai
    figlio della luna
    Se la luna piena
    poi diviene
    è perché il bambino
    dorme bene
    ma se sta piangendo
    lei se lo trastulla
    cala e poi si fa culla
    ma se sta piangendo
    lei se lo trastulla
    cala e poi si fa culla

  • The Following User Says Thank You to Ondine For This Useful Post:


  • #4
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    C'è un tema?
    Scusa, mi sono dimenticata di risponderti, puoi postare quello che vuoi come ha già detto Ondine

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #5
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito

    Testo Un Blasfemo

    (Dietro Ogni Blasfemo C'è Un Giardino Incantato)

    Mai più mi chinai e nemmeno su un fiore,
    più non arrossii nel rubare l'amore
    dal momento che Inverno mi convinse che Dio
    non sarebbe arrossito rubandomi il mio.

    Mi arrestarono un giorno per le donne ed il vino,

    non avevano leggi per punire un blasfemo,
    non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte,
    mi cercarono l'anima a forza di botte.

    Perché dissi che Dio imbrogliò il primo uomo,
    lo costrinse a viaggiare una vita da scemo,
    nel giardino incantato lo costrinse a sognare,
    a ignorare che al mondo c'e' il bene e c'è il male.

    Quando vide che l'uomo allungava le dita
    a rubargli il mistero di una mela proibita
    per paura che ormai non avesse padroni
    lo fermò con la morte, inventò le stagioni.

    ... mi cercarono l'anima a forza di botte...
    E se furon due guardie a fermarmi la vita,
    è proprio qui sulla terra la mela proibita,
    e non Dio, ma qualcuno che per noi l'ha inventato,
    ci costringe a sognare in un giardino incantato,
    ci costringe a sognare in un giardino incantato
    ci costringe a sognare in un giardino incantato.

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #6
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito

    Solo due proposte? Tutti in vacanza?

  • #7
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    6113
    Thanks Thanks Given 
    2061
    Thanks Thanks Received 
    715
    Thanked in
    406 Posts

    Predefinito

    E' una canzone datata, del 94' di una cantautrice che a me piaceva molto, ma non si sente più...

    SOGNARE, SOGNARE - Gerardina Trovato

    Mi sveglio come sempre la mattina
    senza sapere mai che cosa fare
    Faccio due passi e poi
    ritorno giù a dormire
    Non c'è più niente che mi fa impazzire
    non c'è più un uomo che mi fa morire
    l'unica cosa bella è dormire, è dormire, dormire

    Rit. E sognare, e sognare, e sognare
    e sognare dei topi che mangiano gatti
    o dei pettirossi che mangiano falchi e poi...
    rubare il vento a un aquilone
    gridare senza una ragione
    correre forte come pazzi
    a piedi nudi sopra i sassi
    vivere adesso e non domani
    come gli zingari sul prato
    bere la pioggia dalle mani...
    senza tempo a senza nome
    Senza nome

    Passeggio tra la gente, per le strade
    tra quella scia, quella delle borgate mi siedo stanca e indifferente
    Mi sono messa troppo oro addosso
    mi s'avvicina un tipo brutto e grasso
    mi chiede se lì vicino c'è un gabinetto

    Rit. Sarà meglio sognare, e sognare, e sognare
    e sognare dei topi che mangiamo gatti
    o dei pettirossi che mangiano falchi e poi...
    rubare il vento a un aquilone
    gridare senza una ragione
    correre forte come pazzi
    a piedi nudi sopra i sassi
    vivere adesso e non domani
    come gli zingari sul prato
    bere la pioggia dalle mani...
    E questa voglia di ballare
    sopra una nuvola sul mare
    tra due rocce sotto il sole
    mentre qualcuno spacca un cuore
    e questa voglia di giocare
    senza più guanti con la neve
    morire prima d'invecchiare
    Non ho più il terrore di essere normale
    di essere normale...
    di essere normale...

  • The Following 2 Users Say Thank You to SALLY For This Useful Post:


  • #8
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito

    Mentre aspettiamo altre proposte partiamo con i commenti

    Figlio della luna (Mecano)

    Per chi non fraintenda
    narra la leggenda
    di quella gitana
    che pregò la luna
    bianca ed alta nel ciel
    mentre sorrideva
    lei la supplicava
    «fa che torni da me»
    «tu riavrai quell'uomo
    pelle scura
    con il suo perdono
    donna impura
    però in cambio voglio
    che il tuo primo figlio
    venga a stare con me»
    chi suo figlio immola
    per non stare sola
    non è degna di un re
    Luna adesso sei madre
    ma chi fece di te
    una donna non c'è
    dimmi luna d'argento come lo cullerai
    se le braccia non hai
    figlio della luna
    Nacque a primavera
    un bambino
    da quel padre scuro
    come il fumo
    con la pelle chiara
    gli occhi di laguna
    come un figlio di luna
    «questo è un tradimento
    lui non è mio figlio
    ed io no, non lo voglio»
    Luna adesso sei madre
    ma chi fece di te
    una donna non c'è
    dimmi luna d'argento
    come lo cullerai
    se le braccia non hai
    figlio della luna
    II gitano folle
    di dolore
    colto proprio al centro
    dell'onore
    l'afferrò gridando
    la baciò piangendo
    poi la lama affondò
    corse sopra al monte
    col bambino in braccio
    e lì lo abbandonò
    Luna adesso sei madre
    ma chi fece di te
    una donna non c'è
    dimmi luna d'argento
    come lo cullerai
    se le braccia non hai
    figlio della luna
    Se la luna piena
    poi diviene
    è perché il bambino
    dorme bene
    ma se sta piangendo
    lei se lo trastulla
    cala e poi si fa culla
    ma se sta piangendo
    lei se lo trastulla
    cala e poi si fa culla

  • #9
    Victorian lady
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1548
    Thanks Thanks Given 
    1142
    Thanks Thanks Received 
    970
    Thanked in
    663 Posts

    Predefinito

    Figlio della luna è un brano dei madrileni Mecano, i quali nascono per volontà dei fratelli Cano (Nacho e Jose Maria) e della cantante Ana Torroja nel 1981; la Spagna allora sta vivendo i primi di quelli che saranno ricordati come gli anni della Movida Madrilena, ovverosia di quel movimento socio-culturale che prese piede nel paese iberico all’indomani della caduta del regime franchista e che vide l'esplodere di libertà e culture artistiche tra le più disparate; nello specifico i tre musicisti portarono avanti il loro progetto "pop", caratterizzato da brani molto eleganti, ben eseguiti dalla Torroja e permeati delle atmosfere del mondo latino. Gli arrangiamenti puntano molto su strumenti acustici, quali i fiati e le chitarre classiche, mentre le percussioni svolgono sempre il loro ruolo d’accompagnamento.
    Questo commovente brano racconta la leggenda della zingara che chiese indietro, disperata, l’uomo amato alla Luna, la quale acconsentì a patto di poter accudire personalmente il suo primo figlio; è una struggente ballata per pianoforte e percussioni, la voce della Torroja – che padroneggia molto bene l’italiano, almeno a livello canoro, è calda, avvolgente e drammatica, emerge il suono di un organetto e di un sassofono che dà a questa canzone una connotazione antica che a me piace molto.
    Le leggende sono tristi ma mi affascinano.

  • The Following User Says Thank You to Ondine For This Useful Post:


  • #10
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    6113
    Thanks Thanks Given 
    2061
    Thanks Thanks Received 
    715
    Thanked in
    406 Posts

    Predefinito

    Triste...veramente, non conosco i Mecano, grazie Ondine per la spiegazione, sono andata a sentirmela....vero, molto elegante, una voce così eterea...devo dire la verità, anche troppo per me...che prediligo le voci alla Bertè...o alla Amanda Lear ..all'inizio pensavo fosse una bimba...

  • The Following User Says Thank You to SALLY For This Useful Post:


  • #11
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito

    Amo le canzoni che raccontano una storia o una leggenda, anche in questo caso, sebbene sia davvero uno strazio Andrò a cercarla, sono anch'io curiosa di conoscere i Mecano.

  • #12
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito

    Inserisco il secondo Testo

    Un Blasfemo

    (Dietro Ogni Blasfemo C'è Un Giardino Incantato)

    Mai più mi chinai e nemmeno su un fiore,
    più non arrossii nel rubare l'amore
    dal momento che Inverno mi convinse che Dio
    non sarebbe arrossito rubandomi il mio.

    Mi arrestarono un giorno per le donne ed il vino,

    non avevano leggi per punire un blasfemo,
    non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte,
    mi cercarono l'anima a forza di botte.

    Perché dissi che Dio imbrogliò il primo uomo,
    lo costrinse a viaggiare una vita da scemo,
    nel giardino incantato lo costrinse a sognare,
    a ignorare che al mondo c'e' il bene e c'è il male.

    Quando vide che l'uomo allungava le dita
    a rubargli il mistero di una mela proibita
    per paura che ormai non avesse padroni
    lo fermò con la morte, inventò le stagioni.

    ... mi cercarono l'anima a forza di botte...
    E se furon due guardie a fermarmi la vita,
    è proprio qui sulla terra la mela proibita,
    e non Dio, ma qualcuno che per noi l'ha inventato,
    ci costringe a sognare in un giardino incantato,
    ci costringe a sognare in un giardino incantato
    ci costringe a sognare in un giardino incantato

  • #13
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    6113
    Thanks Thanks Given 
    2061
    Thanks Thanks Received 
    715
    Thanked in
    406 Posts

    Predefinito

    Un Blasfemo fa parte di un album di De Andrè ispirato all'antologia di Spoon River Di Edgar Lee Master, in queste poesie parlano i morti, fra questi morti c'è, appunto, un blasfemo ucciso di botte dalle guardie, è una critica alla religione, a Dio, che è cattivo patrigno con colui che ha creato, prima vuole tenerlo come un ebete nel giardino dell'Eden, poi, per paura che mangiando la mela l'uomo diventasse un Dio pure lui, lo buttò nel mondo dove regnavano il bene e il male e lo contrastò in tutti i modi, inventando il tempo e infine la morte.

  • The Following User Says Thank You to SALLY For This Useful Post:


  • #14
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2014
    Località
    Provincia di Roma
    Messaggi
    427
    Thanks Thanks Given 
    88
    Thanks Thanks Received 
    195
    Thanked in
    118 Posts

    Predefinito

    Accidenti che testi estremi in questa sessione! Quello del gruppo spagnolo ricorda proprio le storie dei cantastorie da strada, la rievocazione di fatti atroci e un po' magici. Il testo di De André, anche se ispirato da una poesia di Masters, sembra più legato alla denuncia sociale della cronaca, purtroppo.

  • The Following User Says Thank You to ariano geta For This Useful Post:


  • #15
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    11651
    Thanks Thanks Given 
    1180
    Thanks Thanks Received 
    1205
    Thanked in
    830 Posts

    Predefinito

    Questo è uno dei miei album preferiti di De André e anche uno di quelli che conosco meglio, parole così ben scelte ci fanno quasi dimenticare cosa significano frasi come "non arrossii nel rubare l'amore" e ci spingono a empatizzare con il personaggio. Una visione di Dio e della religione molto semplice e diretta, che fa riflettere.

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Parole stonate 11
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 30
      Ultimo messaggio: 08-27-2018, 08:47 PM
    2. Parole stonate 10
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 36
      Ultimo messaggio: 07-02-2018, 11:49 PM
    3. Parole stonate 7
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 26
      Ultimo messaggio: 03-06-2018, 06:08 PM
    4. Parole stonate 6
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 30
      Ultimo messaggio: 01-31-2018, 07:16 PM
    5. Parole stonate 5
      Da alessandra nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 19
      Ultimo messaggio: 01-03-2018, 04:36 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •