Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 20

Discussione: Il mio libro preferito

  1. #1
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12128
    Thanks Thanks Given 
    1493
    Thanks Thanks Received 
    1469
    Thanked in
    1025 Posts

    Predefinito Il mio libro preferito

    Lo so che il forum pullula di discussioni di questo tipo in tutte le salse, però la apro lo stesso Devo partecipare a un corso che ha a che fare con la lettura e mi è stato detto "Porta il tuo libro preferito".

    Dapprincipio ho pensato "Ah, sì, certo, che bello".

    Subito dopo, panico. Quale è il mio libro preferito? Quello preferito in assoluto?

    Certo, ci sono libri che ho amato e amo più di altri, ma mica uno solo. E poi ... Cent'anni di solitudine, Trilogia della città di K, Furore di Steinbeck, Se questo è un uomo, L'urlo e il furore di Faulkner, Cecità di Saramago, Il dio delle piccole cose di Arundhati Roy... la mia mente e il mio cuore li catalogano immediatamente tra i miei preferiti, ma cosa sono in grado di raccontare oggi di questi libri, a distanza di anni dalla lettura? Quale sceglierò e perché?

    E voi, avete un libro preferito, uno solo? E perché?

  2. The Following 3 Users Say Thank You to alessandra For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2725
    Thanks Thanks Given 
    187
    Thanks Thanks Received 
    661
    Thanked in
    346 Posts

    Predefinito

    Anch'io ho tanti libri che amo, ho anche diversi libri del cuore, ma ogni volta che devo consigliare a qualcuno un libro assolutamente da leggere il primo che mi viene in mente è sempre lo stesso. In effetti i primi due che mi vengono in mente sono sempre gli stessi. Questo vuol dire che sono i miei libri preferiti? Non lo so, non ho mai visto la cosa sotto quest'ottica, di sicuro sono in assoluto i due libri che vorrei che tutti leggessero. Il primo che mi viene in mente è: Il deserto dei tartari. Ed il secondo: Niente di nuovo sul fronte occidentale.
    Il libro di Buzzati mi piace per quei silenzi assordanti, per quell'attesa infinita. Mi piace perché è lo specchio della vita del 90% delle persone, tutte in perenne attesa di qualcosa di non ben chiaro (neppure a noi stessi), una vita vissuta con lo sguardo costantemente posato sull'orizzonte, sul futuro e alla fine mai effettivamente vissuta...difficile da spiegare...

    p.s. ma davvero ti è piaciuto Il dio delle piccole cose? io lo metto tra i libri più brutti mai letti!!!

  • The Following 3 Users Say Thank You to bouvard For This Useful Post:


  • #3
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12128
    Thanks Thanks Given 
    1493
    Thanks Thanks Received 
    1469
    Thanked in
    1025 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bouvard Vedi messaggio
    p.s. ma davvero ti è piaciuto Il dio delle piccole cose? io lo metto tra i libri più brutti mai letti!!!
    Credo sia piaciuto solo a me o quasi ... l'ho letto 15 anni fa però, ricordo poco, mi era piaciuto il lento delinearsi e chiarirsi della storia, di cui all'inizio non si capisce niente, e poi la narrazione candida di fatti drammatici visti dai bambini ... e poi ... boh... torniamo al discorso precedente forse dovrei rileggerlo per capire se mi piace ancora

  • #4
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5610
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    1913
    Thanks Thanks Received 
    1196
    Thanked in
    791 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bouvard Vedi messaggio
    Anch'io ho tanti libri che amo, ho anche diversi libri del cuore, ma ogni volta che devo consigliare a qualcuno un libro assolutamente da leggere il primo che mi viene in mente è sempre lo stesso. In effetti i primi due che mi vengono in mente sono sempre gli stessi. Questo vuol dire che sono i miei libri preferiti? Non lo so, non ho mai visto la cosa sotto quest'ottica, di sicuro sono in assoluto i due libri che vorrei che tutti leggessero. Il primo che mi viene in mente è: Il deserto dei tartari. Ed il secondo: Niente di nuovo sul fronte occidentale.
    Il libro di Buzzati mi piace per quei silenzi assordanti, per quell'attesa infinita. Mi piace perché è lo specchio della vita del 90% delle persone, tutte in perenne attesa di qualcosa di non ben chiaro (neppure a noi stessi), una vita vissuta con lo sguardo costantemente posato sull'orizzonte, sul futuro e alla fine mai effettivamente vissuta...difficile da spiegare...

    p.s. ma davvero ti è piaciuto Il dio delle piccole cose? io lo metto tra i libri più brutti mai letti!!!
    È piaciuto molto anche a me , mentre Il deserto dei tartari l'ho dovuto iniziare due volte e quando mi sono obbligata a finirlo mi ha provocato uno dei più lunghi e bui "blocchi del lettore" degli ultimi anni
    Ma anche Cent'anni di solitudine, iniziato due volte, mai sono riuscita a finirlo
    Il mondo (della lettura) è bello perché è vario

    Leggendo qui ripensavo che per moltissimi anni forse avrei risposto "Il gabbiano Jonathan Livingstone". Sono secoli che non lo riprendo, penso che ora lo troverei molto meno affascinante. Eppure amo molto il ricordo delle emozioni che mi ha dato. E via così: le letture, come la vita, stanno dentro un continuo divenire

  • The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  • #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1847
    Thanks Thanks Given 
    3527
    Thanks Thanks Received 
    1731
    Thanked in
    1054 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Leggendo qui ripensavo che per moltissimi anni forse avrei risposto "Il gabbiano Jonathan Livingstone". Sono secoli che non lo riprendo, penso che ora lo troverei molto meno affascinante. Eppure amo molto il ricordo delle emozioni che mi ha dato. E via così: le letture, come la vita, stanno dentro un continuo divenire
    Sottoscrivo in pieno, credo anch'io che dato che noi cambiamo nel tempo, anche i nostri libri preferiti cambiano.

    Dovendone indicare uno solo, - ora - direi che il più significativo per me è La trilogia della città di K. di Agotha Kristof.

  • The Following User Says Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    502
    Thanks Thanks Given 
    443
    Thanks Thanks Received 
    605
    Thanked in
    343 Posts

    Predefinito

    Durante tutti questi mesi di cammino
    mio interiore ho tenuto con me,e spesso riaperto,
    un libro che adoro e rispetto per tutto quello
    che mi ha donato.Si tratta di Hotel Silence della scrittrice Audur Ava Olafsdottir .Mi resterà nel cuore per molto tempo,
    come libro che mi ha curata e sostenuta.
    Persino guardare la copertina mi fa sentire capace
    di tenere ancora lo sguardo alto davanti a me.


    "La sofferenza, questa pratica misteriosa, accende la speranza”.

  • The Following 5 Users Say Thank You to Shoshin For This Useful Post:


  • #7
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12128
    Thanks Thanks Given 
    1493
    Thanks Thanks Received 
    1469
    Thanked in
    1025 Posts

    Predefinito

    Alla fine ho iniziato a ri-sfogliare Città di K, ho scelto quello...l'ho riletto in un pomeriggio e una mattina e mi è piaciuto più della prima volta!

  • The Following User Says Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #8
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2010
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1771
    Thanks Thanks Given 
    22
    Thanks Thanks Received 
    172
    Thanked in
    103 Posts

    Predefinito

    Anch'io ne ho diversi: L'amico ritrovato, L'analfabeta ( Kristof) ,La libreria della rue Charras ( Adimi) ,la Trilogia di Stieg larsson ecc....ma in questo momento( dato che l'ho appena terminato): Zia Mame di Patrick Dennis:una rivelazione,ho riso come una matta dall'inizio alla fine,un personaggio indimenticabile

  • #9
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    19
    Thanks Thanks Given 
    29
    Thanks Thanks Received 
    38
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    ciao a tutti.

    Dei libri che avete citato ne ho letto qualcuno. Tutti molto belli. Forse cadrò nel banale non so... per me il libro preferito è quello che mi ha emozionato di più, che mi sono sentito vivermi dentro, e che se ci ripenso muove ancora dentro di me dei mondi.
    A me è venuto subito in mente, Il vecchio e il mare di Hemingway. la lotta fino allo stremo tra l'uomo e la natura. Riletto metaforicamente come la lotta che fa ognuno di noi. non importa se sia mare, interiore, un obbiettivo da raggiungere, o qualsiasi altra cosa. ma buttarsi fino allo stremo, lottare, poco importa se alla fine sarà una sconfitta, ma comunque mettercela tutta; anche se il mare e l'obbiettivo sembrano troppo grandi, tu metticela tutta, combatti: questa è già in se la vittoria. un libro così piccolo, ma dalla vastità immensa!

    ciao

  • The Following 3 Users Say Thank You to Matteo☆ For This Useful Post:


  • #10
    Senior Member
    Data registrazione
    Oct 2010
    Località
    Ferrara (provincia)
    Messaggi
    1063
    Thanks Thanks Given 
    590
    Thanks Thanks Received 
    398
    Thanked in
    235 Posts

    Predefinito

    Non è facile rispondere ad un quesito come questo. Molto dipende dall'età in cui si legge un'opera. Fiesta di Hemingway e Tenera è la notte di Fitzgerald quando ero molto giovane, poi il deserto dei Tartari di Buzzati. Nella maturità direi Anna Karenina di Tolstoj e Furore di Steinbeck. Ma ne dimentico moltissimi altri....che senz'altro ho apprezzato come quelli citati. Questa discussione è comunque utile: certamente mette in evidenza per ognuno libri di ottima qualità non ancora conosciuti.

  • The Following 3 Users Say Thank You to Grantenca For This Useful Post:


  • #11
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    19
    Thanks Thanks Given 
    29
    Thanks Thanks Received 
    38
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Grantenca Vedi messaggio
    Non è facile rispondere ad un quesito come questo. Molto dipende dall'età in cui si legge un'opera. Fiesta di Hemingway e Tenera è la notte di Fitzgerald quando ero molto giovane, poi il deserto dei Tartari di Buzzati. Nella maturità direi Anna Karenina di Tolstoj .
    Ciao

    Anna Karenina l'ho finitito di leggere ieri. Sono d'accordo con te sul fatto dell'età. Se prendiamo per esempio Siddharta di hesse, lo leggi a 15'anni, lo rileggi dopo 10...10 ancora...10 ancora... lo percepisci in maniera sempre diversa. Il testo è sempre quello ma cambi tu.

    Ciao grazie

  • The Following 3 Users Say Thank You to Matteo☆ For This Useful Post:


  • #12
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2010
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1771
    Thanks Thanks Given 
    22
    Thanks Thanks Received 
    172
    Thanked in
    103 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Matteo☆ Vedi messaggio
    ciao a tutti.

    Dei libri che avete citato ne ho letto qualcuno. Tutti molto belli. Forse cadrò nel banale non so... per me il libro preferito è quello che mi ha emozionato di più, che mi sono sentito vivermi dentro, e che se ci ripenso muove ancora dentro di me dei mondi.
    A me è venuto subito in mente, Il vecchio e il mare di Hemingway. la lotta fino allo stremo tra l'uomo e la natura. Riletto metaforicamente come la lotta che fa ognuno di noi. non importa se sia mare, interiore, un obbiettivo da raggiungere, o qualsiasi altra cosa. ma buttarsi fino allo stremo, lottare, poco importa se alla fine sarà una sconfitta, ma comunque mettercela tutta; anche se il mare e l'obbiettivo sembrano troppo grandi, tu metticela tutta, combatti: questa è già in se la vittoria. un libro così piccolo, ma dalla vastità immensa!

    ciao
    A me non è piaciuto affatto il vecchio e il mare....non ci si misura in una lotta impari,è da sciocchi. In generale ,nella vita se devi combattere per avere qualcosa vuol dire che non merita.Le cose belle o ci sono o non ci sono..la vita come lotta è solo degli animali.......

  • The Following User Says Thank You to Monica For This Useful Post:


  • #13
    Junior Member
    Data registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    19
    Thanks Thanks Given 
    29
    Thanks Thanks Received 
    38
    Thanked in
    19 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Monica Vedi messaggio
    A me non è piaciuto affatto il vecchio e il mare....non ci si misura in una lotta impari,è da sciocchi. In generale ,nella vita se devi combattere per avere qualcosa vuol dire che non merita.Le cose belle o ci sono o non ci sono..la vita come lotta è solo degli animali.......
    Ciao Monica,

    Accolgo quello che ti piace e non ti piace, anche il tuo punto di vista che in parte condivido. condivido che, se ti trovi nella savana e per sfamarti devi mangiare un leone, meglio se punti a qualcosa di più piccolo, così facendo avrai più probabilità di non morire di fame e di sopravvivere. trovo sbagliato anche "combattere" per falsi ideali. idealizzare è sempre sbagliato: si idealizzano le persone, le cose, i concetti. per gli ideali si fanno le guerre. a volte devi avere il coraggio di abbandonare il tuo stesso pensiero, le tue convinzioni.
    le cose belle ci sono sempre se apriamo bene gli occhi. intesa come "lotta" interiore, per rompere i tuoi schemi, chiusure, idee sbagliate, falsi desideri, illusioni. consiste nel fare un passo, fare un bel respiro e andare oltre. fare quel passo a volte costa tanta fatica. uscire da noi stessi. quel qualcosa che tu dici non merita, si chiama libertà!
    quella degli animali non è per me una lotta. loro anno l'istinto, uccidono per sopravvivere, non per possedere, per avere di più. noi umani abbiamo l'intelligenza e, sotto certi aspetti siamo peggio degli animali.
    Dobbiamo fare come Davide con il gigante Golia: lottare e vincere, a volte sputare anche sangue, fare fatica, rompersi. per avere la libertà, la pace, per far parte di qualcosa di più grande, più grande di noi stessi. perchè c'è lo meritiamo tutti quanti!

    ciao Monica grazie

  • The Following User Says Thank You to Matteo☆ For This Useful Post:


  • #14
    d'ya think i'm stupid?
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    4492
    Thanks Thanks Given 
    192
    Thanks Thanks Received 
    548
    Thanked in
    228 Posts

    Predefinito

    ... che non sia più calzante, piuttosto, la metafora melvilliana del Cap. Achab con Moby Dick ?!?


  • The Following User Says Thank You to HOTWIRELESS For This Useful Post:


  • #15
    The black sheep member
    Data registrazione
    Oct 2014
    Località
    Frittole
    Messaggi
    3268
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    894
    Thanks Thanks Received 
    1083
    Thanked in
    527 Posts

    Predefinito

    Indiscutibilmente viaggio al termine della notte.

    Perchè è quello in cui mi

  • Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Decennio musicale preferito?
      Da darkshine nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 32
      Ultimo messaggio: 10-12-2017, 04:57 PM
    2. Genere musicale preferito
      Da +°Polvere di stelle°+ nel forum Musicando parlando discutendone
      Risposte: 119
      Ultimo messaggio: 10-11-2017, 11:04 AM
    3. Il vostro personaggio preferito.
      Da Shoofly nel forum Le Sempreverdi - Discussioni con Bellezza eterna
      Risposte: 86
      Ultimo messaggio: 07-12-2017, 05:46 PM
    4. Libro preferito.
      Da Liiibbb nel forum Salotto letterario
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 04-17-2017, 03:04 PM
    5. Quale è il tuo font preferito?
      Da Fabio nel forum Presentati & Conosciamoci meglio
      Risposte: 10
      Ultimo messaggio: 02-25-2015, 08:29 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •