Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Città di concentrament

Mostra risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Ballard, James Graham - Città di concentramento

  1. #1
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1592
    Thanks Thanks Given 
    3104
    Thanks Thanks Received 
    1462
    Thanked in
    882 Posts

    Predefinito Ballard, James Graham - Città di concentramento

    “Franz è giovane. Franz studia fisica. Ma, prima di qualsiasi altra cosa, Franz vuole capire. Per quale motivo la città in cui vive – in tutti vivono – è solamente la “città”? Nessun nome assegnato, nessuno stato definito, nessun continente precisato, la “città” sembra conglobare, in realtà concentrare, l’intero universo conosciuto. Certo, nella città tutto funziona proprio al meglio: ottima ripartizione degli spazi, lunghi viali rettilinei che sembrano non avere né inizio né fine, palazzi che si ergono a sfidare il più alto dei cieli. Ben pochi degli abitanti sono ansiosi di capire se, superati i limiti della città, c’è qualcosa d’altro. Solo che... Dove si trovano, questi limiti? Com’è fatto il mondo esterno? O addirittura, ed è questa la domanda assoluta che Franz si pone, un mondo esterno esiste? La risposta non può che trovarsi alla stazione terminale della principale linea metropolitana della città. Per cui Franz inizia il suo viaggio di scoperta e di conoscenza, un viaggio forse anche più epocale di quelli di Cristoforo Colombo e di Ferdinando Magellano. Strano, però, quanto più Franz si allontana dai quartieri assegnati, tanto più la città appare sempre identica a se stessa, ogni luogo sostanzialmente indistinguibile da ogni altro luogo. D’accordo l’isotropia urbanistica estrema ma, a un certo punto, quel treno dovrà arrivare alla stazione terminale. Una stazione terminale dovrà pur esistere, giusto? Giusto..?"

    Un brevissimo racconto distopico del grande Ballard, in cui affronta il tema dello spazio e del tempo. In Città di concentramento, vero incubo escheriano in forma letteraria, il protagonista, Franz M. si sforza di mettere in pratica il sogno di volare in uno spazio aperto, vivendo all’interno di un universo urbano che si estende uniformamente e indefinitamente nello spazio.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


Discussioni simili

  1. Ballard , James Graham - Il condominio
    Da Amhose nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 01-21-2017, 07:05 AM
  2. Ballard, James Graham - Crash
    Da malafi nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 02-13-2015, 10:14 PM
  3. Ballard, James G. - Super-Cannes
    Da GermanoDalcielo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 10-01-2013, 05:19 PM
  4. Ballard, James G. - Regno a venire
    Da GermanoDalcielo nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-01-2013, 01:03 PM
  5. Ballard, James Graham - L' impero del sole
    Da praschese89 nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-24-2012, 01:15 PM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •