Con questa storia di Roma, Antonio Spinosa, autore di numerose biografie di successo, ricostruisce in un appassionato racconto sia le vicende capitali sia gli episodi misconosciuti che hanno segnato la nascita, l'ascesa e il declino della cittÓ fondata da Romolo: dalla diabolica scaltrezza di Tranquilla, capace di governare Roma attraverso un re morto, al drammatico suicidio di Lavinia, travolta dall'onta dello stupro; dalle trame di Messalina ai tradimenti adulterini di Caracalla; dal culto fallico di Eliogabalo alla follia di Commodo. Grande 'narratore di storia', Spinosa restituisce un volto e un'anima alle schiere di re, imperatori, consoli, condottieri, donne, avvocati, sacerdoti che affollano le sue pagine. Raccontando in modo partecipe e avvincente - dalla fondazione fino alla deposizione di Romolo Augustolo nel 476 d.C. - la storia della cittÓ che ha conquistato il mondo.

Un libro favoloso! Racconta la storia di Roma come il nonno racconta quella della seconda guerra mondiale: completa ma allo stesso tempo semplice, scorrevole e piacevole.
Sono questi testi che mi fanno amare la storia!
Unica pecca: avere alcune illustrazioni (tipo monumenti, busti e reperti vari) sarebbe stato gradevole. Necessaria invece, a mio avviso, sarebbe stata una (o magari diverse) mappa dell'epoca: vada per Dacia, Tracia e Ponto ma dove fosse la Pannonia non mi veniva proprio!

Voto: 9.5