Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

L'uomo scomparso

Mostra risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Deaver, Jeffery - L'uomo scomparso

  1. #1
    Duck Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Messina
    Messaggi
    3256
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito Deaver, Jeffery - L'uomo scomparso

    Lincoln Rhyme, detective forense tetraplegico, è alle prese con un nuovo caso. Amelia Sachs, l'agente/amante già presente nei libri precedenti lo aiuta nel risolvere il caso difficile di un illusionista che uccide la gente con trucchi di magia, mettendoli alla prova con alcune delle più famose fughe di Houdini. Attraverso l'illusionismo il Negromante, come viene soprannominato, riesce a sfuggire alla cattura numerose volte e, attraverso il trasformismo, può trasformare il suo aspetto fisico e il suo modo di comportarsi rendendo impossibile ai detective la sua cattura. Il tutto è ambientanto in un clima "caldo". Infatti in ballo c'è la fuga di un prigioniero politico,una vendetta e false identità.

    Bello bello bello!!
    Letto quasi d'un fiato.
    Anche questa volta Deaver non si smantisce e ci regala un libro carico di suspance e ricchissimo di colpi di scena e "diversioni"
    Ottimo!

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2
    Mac Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    645
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Beellissimo...immaginavo ti sarebbe piaciuto! anzi, visto che sono qui lo voto!

  • #3
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2008
    Località
    pianura padana
    Messaggi
    6111
    Thanks Thanks Given 
    232
    Thanks Thanks Received 
    347
    Thanked in
    175 Posts

    Predefinito

    questo mi manca, aggiungo alla lista, mi piace molto il personaggio di Lincoln

  • #4
    free member
    Data registrazione
    Nov 2008
    Località
    merate (lc)
    Messaggi
    824
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    3
    Thanked in
    3 Posts

    Predefinito

    A me i maghi e i giochi di prestigio mi hanno sempre affascinato. Se aggiungiamo a questa passione un ottimo romanzo di Deaver, bhe è come fare tombola !! Seguaci di Deaver non perdetevi questo libro !!!

  • #5
    +Dreamer+ Member
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Padova
    Messaggi
    3704
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    E' sempre un piacere prendere in mano un libro di Deaver, i personaggi ben caratterizzati e lo stile fluido sono una garanzia. Lo sfondo della storia, trucchi magici, illusionismo, diversioni, è interessante e coinvolgente, l'unico neo, secondo me, è la fine che ho trovato un pò "tirata" ed esagerata, per il resto, ottimo thriller!!

  • #6
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1134
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    443
    Thanks Thanks Received 
    365
    Thanked in
    241 Posts

    Predefinito

    Una delle capacità innate e più sorprendenti di Jeffery Deaver è, a mio parere, quella di riuscire a far sembrare credibile anche la storia più assurda. E far trovare credibile ad una mente improntata alla razionalità come la mia una storia di maghi e trucchi da circo… vi assicuro che non è impresa facile. Eppure…
    Per descrivere questo quinto volume della saga di Lincoln Rhyme e Amelia Sachs mi vengono in mente vari paragoni: potrei assimilarlo alle scatole cinesi, un primo delitto che ne nasconde e ne genera tanti altri; oppure potrei usare un esempio fatto dallo stesso Deaver in queste pagine, ossia il metodo Suzuki con cui si insegna ai pianisti in erba ad affrontare gli esercizi completando vari livelli di difficoltà; oppure potrei paragonarlo ad un difficilissimo videogioco dove per progredire bisogna affrontare varie “missioni” a livelli crescenti di complessità. Ma, fondamentalmente, questo thriller si basa su un unico concetto: una gigantesca, abbagliante illusione. Il suo protagonista, il killer, il negromante, è un portentoso illusionista che utilizza i più pericolosi trucchi di magia per uccidere le sue vittime e, per farlo, non esita a commettere altri crimini collaterali al suo piano, delle “diversioni” al solo scopo di confondere chi indaga e allontanarlo dall’obiettivo principale: una vendetta programmata e pianificata per anni, un crimine quasi perfetto. Ma Rhyme, a suo modo, è un illusionista altrettanto bravo, altrettanto in grado di entrare nella mente del killer e di non lasciarsi ingannare dai suoi trucchi. E così la caccia si snoda in un susseguirsi di colpi di scena che sembrano davvero non finire mai: nulla, davvero nulla, in questa storia è come appare.
    E siamo di fronte, ancora una volta, alla manifestazione della bravura di un grande scrittore: non posso farci nulla, la mia stima per Deaver aumenta ad ogni nuova lettura della sua vastissima produzione. Sì, volendo superare le considerazioni personali, devo ammettere che molte cose sono, per così dire, “tirate per i capelli” e poco realistiche, ma nel complesso tutto torna, tutto è funzionale allo spettacolo, nessuna nota stonata, “il pubblico ha perso e l’illusionista ha vinto!”… anche stavolta.
    Lo stile è il “solito”: colpi di scena, velocità, momenti di angoscia e riflessione alternati a momenti di azione convulsa. E sullo sfondo le vicende personali di Lincoln e Amelia che progrediscono con il loro affiatamento. Nulla, davvero nessun dettaglio, è lasciato al caso nei libri di questo genio del thriller, di quello che ormai è diventato uno dei miei autori preferiti in assoluto. Se ancora non si fosse capito, lettura assolutamente consigliata, non staccata però dai precedenti volumi della saga.


  • Discussioni simili

    1. Deaver, Jeffery - La lacrima del diavolo
      Da Ambra nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 9
      Ultimo messaggio: 04-20-2018, 06:24 AM
    2. Deaver, Jeffery - Profondo blu
      Da Hoya nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 9
      Ultimo messaggio: 12-12-2017, 11:54 AM
    3. Deaver, Jeffery - La sedia vuota
      Da Hoya nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 16
      Ultimo messaggio: 03-30-2017, 11:58 AM
    4. Deaver, Jeffery
      Da Minnie nel forum Autori
      Risposte: 40
      Ultimo messaggio: 11-23-2015, 10:43 PM
    5. Deaver, Jeffery - Spirali
      Da Ambra nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 3
      Ultimo messaggio: 01-07-2008, 03:15 AM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •