Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

I fiori blu

Mostra risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Queneau, Raymond - I fiori blu

  1. #1
    b
    Data registrazione
    Feb 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    977
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito Queneau, Raymond - I fiori blu

    Un personaggio, il Duca d'Auge, che attraversa l'intero evo moderno, ricomparendo nel romanzo ogni 175 anni; un altro, Cidrolin, che negli anni Sessanta del XX secolo vive nella più totale inattività su un barcone ancorato nei pressi di Parigi; e poi due cavalli parlanti, Sten e Stef, e campeggiatori che si esprimono invece in una lingua inesistente, e alchimisti, e abati che studiano graffiti preistorici...alla sua quinta comparsa, il Duca si imbatte proprio in Cidrolin, e lo strano sodalizio che si crea fra i due li indurrà infine a salpare in una sorta di nuovo diluvio universale, alla fine del quale il barcone andrà ad arenarsi sulla cima di una torre.

    Romanzo sul sogno, e fatto di sogni, I fiori blu spiazza continuamente il lettore con una fantasmagorica girandola di situazioni improbabili e irrelate, sostenute da una scrittura freschissima e scattante...non a caso la traduzione in italiano è di Italo Calvino!
    Divertente per chi ama i giochi di parole "alla Queneau".

  2. #2
    Moderator
    Data registrazione
    May 2008
    Località
    Como
    Messaggi
    2583
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    io non l'ho molto apprezzato...non sono nemmeno riuscita a finire di leggerlo..nonostante lo stile Calvino mi piaccia particolarmente e questo sia molto simile....

  3. #3
    Senior Member
    Data registrazione
    May 2011
    Località
    Marche
    Messaggi
    2275
    Thanks Thanks Given 
    50
    Thanks Thanks Received 
    85
    Thanked in
    62 Posts

    Predefinito

    Splendido libro surreale sui sogni e l'immaginazione, sul tempo e la storia.
    Molto divertente nei giochi di parole, nei dialoghi, nelle critiche all'uomo e alla storia.
    Sicuramente un libro molto particolare e fuori dagli schemi, che lascia un po' spiazzati ma a me è piaciuto tantissimo!

  4. #4
    Member
    Data registrazione
    Nov 2011
    Località
    Reggio Calabria
    Messaggi
    60
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Ho trovato questo libro deludente: dopo le prime brillanti 50 pagine si appiattisce inesorabilmente non mantenendo le promesse. Privo di idee (a parte la trovata finale delle grotte preistoriche tipo Lascaux e dei “preadamiti”) e ripetitivo, non mi ha entusiasmato (nonostante la "Nota del traduttore" finale si sia rivelata utile a chiarire alcuni dubbi sorti nel corso della lettura del libro e a svelarne i significati allegorici).

  5. #5
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    4298
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    693
    Thanks Thanks Received 
    422
    Thanked in
    285 Posts

    Predefinito

    Divertante, rutilante, istrionico... come definire questo libro?
    È l'opposto di tutto quello che ci si potrebbe attendere. È spiazzante e ironico.
    Non parla di nulla e ti tiene legato ad ogni pagina.
    Leggevo, consapevole di avere un costante sorrisetto idiota sulle labbra.
    Forse non è per uttti, ma se siete appassionati di linguaggi e di invenzioni linguistiche... sperimentatelo!

  6. #6
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2015
    Località
    surana city
    Messaggi
    903
    Thanks Thanks Given 
    44
    Thanks Thanks Received 
    57
    Thanked in
    37 Posts

    Predefinito

    Che delirio,ma in senso buono,un romanzo assurdo,onirico e trascinante.Uno stile particolare e una storia/sogno divertente,si legge tutto d'un fiato.

  7. #7
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Udine
    Messaggi
    18716
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    212
    Thanks Thanks Received 
    578
    Thanked in
    341 Posts

    Predefinito

    Difficile inquadrare un libro come questo, surreale e onirico, certo, che usa il linguaggio per suggestionare, per entrare ed uscire dal sogno ma anche per espandere la realtà. Sicuramente unico, forse intraducibile, ma Italo Calvino riesce a renderlo suggestivo e comprensibile.

Discussioni simili

  1. Queneau, Raymond - Zazie nel metrò
    Da raskolnikoff nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 12-18-2014, 04:14 PM
  2. Queneau, Raymond - Esercizi di stile
    Da ryoko nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 03-04-2011, 10:58 AM
  3. Groult, Benoite - Fiori d'inverno
    Da Ellis nel forum Piccola biblioteca
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-23-2007, 11:24 AM
  4. Queneau, Strindberg, Perec
    Da eg1979 nel forum Salotto letterario
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 07-23-2007, 10:59 AM

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •