[Riccione, 1936. A pochi passi dalla residenza estiva di Benito Mussolini viene scoperto il cadavere di una prostituta assassinata. L'omicidio, che minaccia di turbare le vacanze del Duce, getta nel panico la Questura di Rimini: occorre risolvere il caso presto e bene, prima che l'irritazione del cavalier Mussolini raggiunga livelli pericolosi per promozioni e carriere... I poliziotti si impegnano allo spasimo e nel giro di qualche ora arrestano il presunto colpevole. Il caso, dunque, sembra felicemente chiuso, con gran sollievo delle autorità e vivissime.congratulazioni del Ministero, ma all'ispettore Marino, borghese piccolo piccolo e funzionario zelante, qualcosa non quadra.]


è stato il primissimo libro di lucarelli che ho letto...e dopo di questo non sono più riuscita a smettere....
come tutti i libri di lucarelli vale la pena davvero di leggerlo....