Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 33

Discussione: Profilo Psicoanalitico del serial killer di Antonio Marco Campus

  1. #1

    Predefinito Profilo Psicoanalitico del serial killer di Antonio Marco Campus

    Profilo Psicoanalitico del serial Killer,
    Antonio Marco Campus,
    Bonanno Editore




    L'opera verte sulla fenomenologia della condotta omicidiaria seriale con la sua effige nel volto del serial killer. Luigi Chiatti,il cannibale di Milwaukee, il comunista che mangiava i bambini, Jack lo squartatore, sono solo alcuni dei SK trattati nel libro che ripercorre, attraverso le loro vicende e le loro affermazioni, l'excursus psicopatologico per risalire al substrato psichico dal quale origina la personalità omicidiaria.
    L’obiettivo del volume è ben dichiarato dal titolo stesso: “Profilo psicoanalitico del serial killer”, in cui l’esposizione e la didattica sono coerenti con il fine espresso. L’Autore non eccede nella formalizzazione schematica e rigida, non incappa nelle insidie di un processo lineare di causa- effetto nell’individualizzazione degli elementi diagnostici alla base dell’omicidio seriale, ma analizza le determinanti eziopatogenetiche ed intrapsichiche della personalità del serial killer senza inabissarsi nel coacervo delle definizioni generiche prive di alcun riscontro formale ed operativo.
    Ogni concetto, e la sua eventuale sintesi formale, è seguito da un quid di casi pratici e chiarificatori attinti dalla cronaca.
    Il libro è rivolto agli studenti universitari di psicologia, di giurisprudenza, scienze politiche, psichiatria, professionisti, e a chiunque sia interessato ad approfondire o a conoscere una delle più controverse e più antiche manifestazioni criminologiche.
    Dalla trattazione della genesi del serial killer, in una prospettiva multidimensionale che prende in esame la struttura di personalità e i suoi disturbi, le parafilie sessuali, le inquietanti condotte devianti e il ruolo del contesto – famiglia, l’Autore entra nel vivo dell’argomento sviscerando le innumerevoli classificazioni dell’omicida seriale.
    Tutto ciò funge da anticamera alla trattazione della distinzione tra offender organizzato e disorganizzato che permette al lettore di affrontare in modo accurato il criminal profiling di quattro serial killer.
    Il volume si conclude con un interessante occhiata al problema della prevenzione, del trattamento e della diagnosi dell’autore di reato che apre nuovi itinerari mentali di pensiero e di riflessione.
    Sentieri che percorrono divergenti correnti dottrinali e che in virtù di un prospetto multizonale offrono una panoramica degli scenari, delle premesse, degli strumenti e delle possibili conseguenze, individuali e sociali, della prevenzione, del trattamento mirato e focalizzato e di una diagnosi precoce e funzionale.
    Di particolare interesse potrebbero essere le tre tesi centrali accluse nell’opera: l’ipotesi della triplice disorganizzazione/organizzazione inconscia, la depressione come substrato all’omicidio seriale e la presunta capacità d’amare del serial killer.
    L’obbiettivo del presente libro si concreta nel tentativo di presentare ed analizzare una fenomenologia criminologica in una veste nuova, più critica ed intenta a riflettere sul ruolo che psicologi, criminologi, psichiatri e professionisti possono avere in un prossimo futuro nel trattamento, nella diagnosi, nella prevenzione e nella comprensione di siffatta condotta delittuosa. (tratto in parte dalla prefazione del libro)
    Anotnio Marco Campus, criminologo, dottore in psicologia clinica e direttore del sito www.psicocriminologia.com, ha realizato un libro impegnativo ma non di difficile lettura anche per un pubblico non esperto in tale settore. Le storie di vita dei serial killer fungono da anticamera alle teorie e all'asserzioni di notevole spessore e interesse. Un libro che vale la pena di leggere.

    Antonio Marco Campus, Profilo psicoanalitico del Serial Killer, Bonanno editore, 2008, euro 19
    Ultima modifica di BlackDevil; 07-13-2008 alle 12:33 PM.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #2

    Predefinito

    urge la sezione autori emergenti ... intanto sposto in amici

  • #3
    b
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    prov. ROMA
    Messaggi
    3631
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    vorrei un profilo psicoanalitico mio........chissà che uscirà fuori....

  • #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da BlackDevil Vedi messaggio
    Profilo Psicoanalitico del serial Killer,
    Antonio Marco Campus,
    Bonanno Editore




    L'opera verte sulla fenomenologia della condotta omicidiaria seriale con la sua effige nel volto del serial killer. Luigi Chiatti,il cannibale di Milwaukee, il comunista che mangiava i bambini, Jack lo squartatore, sono solo alcuni dei SK trattati nel libro che ripercorre, attraverso le loro vicende e le loro affermazioni, l'excursus psicopatologico per risalire al substrato psichico dal quale origina la personalità omicidiaria.
    L’obiettivo del volume è ben dichiarato dal titolo stesso: “Profilo psicoanalitico del serial killer”, in cui l’esposizione e la didattica sono coerenti con il fine espresso. L’Autore non eccede nella formalizzazione schematica e rigida, non incappa nelle insidie di un processo lineare di causa- effetto nell’individualizzazione degli elementi diagnostici alla base dell’omicidio seriale, ma analizza le determinanti eziopatogenetiche ed intrapsichiche della personalità del serial killer senza inabissarsi nel coacervo delle definizioni generiche prive di alcun riscontro formale ed operativo.
    Ogni concetto, e la sua eventuale sintesi formale, è seguito da un quid di casi pratici e chiarificatori attinti dalla cronaca.
    Il libro è rivolto agli studenti universitari di psicologia, di giurisprudenza, scienze politiche, psichiatria, professionisti, e a chiunque sia interessato ad approfondire o a conoscere una delle più controverse e più antiche manifestazioni criminologiche.
    Dalla trattazione della genesi del serial killer, in una prospettiva multidimensionale che prende in esame la struttura di personalità e i suoi disturbi, le parafilie sessuali, le inquietanti condotte devianti e il ruolo del contesto – famiglia, l’Autore entra nel vivo dell’argomento sviscerando le innumerevoli classificazioni dell’omicida seriale.
    Tutto ciò funge da anticamera alla trattazione della distinzione tra offender organizzato e disorganizzato che permette al lettore di affrontare in modo accurato il criminal profiling di quattro serial killer.
    Il volume si conclude con un interessante occhiata al problema della prevenzione, del trattamento e della diagnosi dell’autore di reato che apre nuovi itinerari mentali di pensiero e di riflessione.
    Sentieri che percorrono divergenti correnti dottrinali e che in virtù di un prospetto multizonale offrono una panoramica degli scenari, delle premesse, degli strumenti e delle possibili conseguenze, individuali e sociali, della prevenzione, del trattamento mirato e focalizzato e di una diagnosi precoce e funzionale.
    Di particolare interesse potrebbero essere le tre tesi centrali accluse nell’opera: l’ipotesi della triplice disorganizzazione/organizzazione inconscia, la depressione come substrato all’omicidio seriale e la presunta capacità d’amare del serial killer.
    L’obbiettivo del presente libro si concreta nel tentativo di presentare ed analizzare una fenomenologia criminologica in una veste nuova, più critica ed intenta a riflettere sul ruolo che psicologi, criminologi, psichiatri e professionisti possono avere in un prossimo futuro nel trattamento, nella diagnosi, nella prevenzione e nella comprensione di siffatta condotta delittuosa. (tratto in parte dalla prefazione del libro)
    Anotnio Marco Campus, criminologo, dottore in psicologia clinica e direttore del sito www.psicocriminologia.com, ha realizato un libro impegnativo ma non di difficile lettura anche per un pubblico non esperto in tale settore. Le storie di vita dei serial killer fungono da anticamera alle teorie e all'asserzioni di notevole spessore e interesse. Un libro che vale la pena di leggere.

    Antonio Marco Campus, Profilo psicoanalitico del Serial Killer, Bonanno editore, 2008, euro 19
    Citazione Originariamente scritto da zaratia Vedi messaggio
    urge la sezione autori emergenti ... intanto sposto in amici

    scusa ma come faccio ad inserire un immagine in modo che compaia nella sezione recensione?

  • #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da BlackDevil Vedi messaggio
    scusa ma come faccio ad inserire un immagine in modo che compaia nella sezione recensione?

    ciao, le copertine le inseriscono solo i moderatori e l'amministratore (ho anche cancellato i tuoi due post doppi). siccome ci sono molti autori in erba come te che postano i loro libri nella piccola biblio, propbabilmente il Divino amministratore creerà una sezione apposita... quindi intanto tieni pure il messaggio così com'è, lo metteremo noi al suo posto.

    matt

  • #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zaratia Vedi messaggio
    ciao, le copertine le inseriscono solo i moderatori e l'amministratore (ho anche cancellato i tuoi due post doppi). siccome ci sono molti autori in erba come te che postano i loro libri nella piccola biblio, propbabilmente il Divino amministratore creerà una sezione apposita... quindi intanto tieni pure il messaggio così com'è, lo metteremo noi al suo posto.

    matt
    io non sono l'autore del libro! E' solo un libro che ho letto Magari fossi l'autore ehehehe comunque grazie

  • #7
    b
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Catania
    Messaggi
    2828
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ambra Vedi messaggio
    vorrei un profilo psicoanalitico mio........chissà che uscirà fuori....
    Personalità nevrotica con tratti ossessivi (e possessivi!) e con partner eccellente!!!
    Guarda che ho trovato
    http://www.arcobaleno.net/curiosita/...idaPratica.htm

  • #8
    Altro Site Admin
    Data registrazione
    Mar 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3606
    Inserimenti nel blog
    14
    Thanks Thanks Given 
    198
    Thanks Thanks Received 
    98
    Thanked in
    50 Posts

    Smile Più opinioni personali!

    Blackdevil... non ci hai detto la tua personale impressione sul libro!!!

    Più opinioni personali!!!

    Cosa ne pensi?

    Perchè l'hai letto, anzi suppongo studiato visto il carattere accademico del libro, e perchè trovi interessante proporlo su un forum generalista come questo?

    Possono apprezzarlo tutti, anche i non studenti di psicologia?

    L'autore se non sei tu è un tuo amico?

  • #9

    Predefinito

    beh, la recensione del libro è presente un po' ovunque... uguale, copiata e incollata, firmata con nomi e cognomi diversi. che noia...


    boh comunque non ho nenche letto la descrizione del libro, mi sono annoiato dopo la prima riga!

  • #10
    b
    Data registrazione
    Nov 2007
    Località
    Catania
    Messaggi
    2828
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    però la copertina è bella, a me piace.

  • #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Blackdevil... non ci hai detto la tua personale impressione sul libro!!!

    Più opinioni personali!!!

    Cosa ne pensi?

    Perchè l'hai letto, anzi suppongo studiato visto il carattere accademico del libro, e perchè trovi interessante proporlo su un forum generalista come questo?

    Possono apprezzarlo tutti, anche i non studenti di psicologia?

    L'autore se non sei tu è un tuo amico?

    Non conosco l'autore. Il libro l'ho letto perche l'ho trovato su internet e sono appassionato dell'argomento Possono leggerlo assolutamente tutti e chiaro e scritto bene, con uno stile diretto, esplicito e senza troppi preamboli .

  • #12

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da zaratia Vedi messaggio
    beh, la recensione del libro è presente un po' ovunque... uguale, copiata e incollata, firmata con nomi e cognomi diversi. che noia...


    boh comunque non ho nenche letto la descrizione del libro, mi sono annoiato dopo la prima riga!
    E la prefazione del libro e l'introduzione. Credo che sia il miglior modo per far conoscere un libro, usare direttamente le parole dell'autore. Io non scrivo recensioni però siccome mi è piaciuto volevo condividerlo in questo forum.

  • #13
    Remember
    Data registrazione
    Mar 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    691
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Devo dire che quando libri tecnici o presunti tali, arrivano nelle mani dei non tecnici fanno più guai che altro. Penso alla grande diffusione delle enciclopedie mediche e dei numerosi ipocondriaci che hanno creato, o forse gli ipocondriaci comprano le enciclopedie mediche. Libri di questo tipo vanno, secondo me, affrontati con un adeguato bagaglio culuturale specifico.
    Devo dire che il sito che ho visto è proprio brutto. Scarsamente tecnico ma ad alto impatto emotivo. Tipico dei siti pseudotecnici italiani. Ti consiglio di vedere qualche sito tecnico in lingua inglese se sei interessato a saperne di più su questa professione.

  • #14
    b
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Torre Santa Susanna
    Messaggi
    2276
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    adoro certi libri...

  • #15

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da lillo Vedi messaggio
    Devo dire che quando libri tecnici o presunti tali, arrivano nelle mani dei non tecnici fanno più guai che altro. Penso alla grande diffusione delle enciclopedie mediche e dei numerosi ipocondriaci che hanno creato, o forse gli ipocondriaci comprano le enciclopedie mediche. Libri di questo tipo vanno, secondo me, affrontati con un adeguato bagaglio culuturale specifico.
    Devo dire che il sito che ho visto è proprio brutto. Scarsamente tecnico ma ad alto impatto emotivo. Tipico dei siti pseudotecnici italiani. Ti consiglio di vedere qualche sito tecnico in lingua inglese se sei interessato a saperne di più su questa professione.
    Stai parlando di un sito creato da un criminologo e da uno psicologo...che lavorano nel campo...dovresti essere piu umile secondo me e accettare i tuoi limiti anzichè dare dei pseudotecnici a dei professionisti che nemmeno conosci. L'invidia porta a brutte cose!

  • Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Mosby, Steve - 50/50 Killer
      Da Palmaria nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 15
      Ultimo messaggio: 09-25-2015, 08:56 PM
    2. Coben, Harlan - Suburbia Killer
      Da Mrs. Rog nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 9
      Ultimo messaggio: 10-15-2013, 05:07 PM
    3. Risposte: 26
      Ultimo messaggio: 05-27-2008, 08:34 PM

    Tags per questo thread

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •